Le attività di solidarietà della Comunità di Sant'Egidio sono realizzate grazie al lavoro di volontari e sono finanziate tramite sottoscrizioni, contributi, donazioni, sia pubbliche che private.

Tutti possono contribuire
. Ecco come:

Conto Corrente Postale/Bancario


Clicca qui per saperne di più e per donare


 

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - homeless...a strada - persone senza dimora - essere g...a futuro contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 

Essere giovani senza futuro


 
versione stampabile

Il paradosso di essere giovani senza futuro

La presenza di tossicodipendenti tra i senza dimora è un fenomeno recente in molti paesi e tende ad accrescersi. Si tratta della più rilevante trasformazione sociologica del mondo della strada avvenuta negli ultimi anni, più incidente di quanto gli stessi dati fanno emergere a causa della difficoltà ad "indagare" questo mondo.

Si tratta di giovani con abitudini di vita e comportamenti differenti dai vecchi clochard. Non dormono nei cartoni, né vestono abiti dimessi, non frequentano i luoghi abituali di assistenza per senza dimora, anche perché non graditi. Infine non si riconoscono nel popolo dei senza-tetto, dai quali tengono continuamente a differenziarsi. Viceversa, a volte, per l'abuso di sostanze stupefacenti le loro condizioni si deteriorano talmente da non renderli diversi dai loro compagni di strada. Spesso si incontrano in strada giovani tossicodipendenti sieropositivi o malati di AIDS che non hanno trovato accoglienza nelle strutture nemmeno al momento delle loro dimissioni dall'ospedale e questo non può che aggravare le loro condizioni già difficili.

Altissima è anche la mortalità per overdose o dovuta all'uso di sostanze tagliate male. Ma in alcuni casi si possono ipotizzare veri e propri suicidi per la solitudine e la disperazione.

Amici per la strada


NEWS CORRELATE
14 Ottobre 2014
GENOVA, ITALIA

A Genova alluvionata una rete di solidarietà per sostenere anziani, senza-dimora e rom


Giovani per la Pace e tanti "nuovi europei" hanno lavorato in questi giorni per soccorrere la popolazione colpita dalle inondazioni
IT | ES | DE | PT
9 Ottobre 2014
Comunicato stampa

60 anni della Convenzione di New York: proposte di Sant’Egidio per riconoscimento dello status di apolide in Italia


L’attuale legislazione è lenta e restrittiva concede il riconoscimento a sole 900 persone sulle stimate 12/15 mila aventi diritto
3 Ottobre 2014
LAMPEDUSA, ITALIA

A Lampedusa, la preghiera per non morire di speranza. Mai più


L'omelia del cardinale Vegliò in ricordo delle vittime del naufragio del 3 ottobre 2013 in cui persero la vita 366 persone. IL VIDEO
IT | EN
3 Ottobre 2014
LAMPEDUSA, ITALIA

Oggi a Lampedusa preghiera in memoria delle vittime del naufragio del 3 ottobre 2013


A un anno dalla morte di 366 persone, e dopo infiniti altri naufragi, preghiamo con i sopravvissuti, con coloro che li hanno soccorsi e con tutti gli uomini di buona volontà. Presiede il card. Antonio M. Vegliò. Parrocchia di San Gerlando, ore 16.30
IT | PT
3 Ottobre 2014

Dossier Lampedusa

30 Settembre 2014
GENOVA, ITALIA

La Scuola di lingua e cultura italiana di Sant'Egidio a Genova compie 30 anni


La gratuità e la solidarietà sono il "made in Italy" che esporta in ogni parte del mondo, dicono gli studenti
IT | DE
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
20 Ottobre 2014
Europa

Nel governo c'è chi non vuole chiudere Mare Nostrum
15 Ottobre 2014
Internazionale

Sottosegretario Giro. Mare Nostrum va salvaguardato
14 Ottobre 2014
Il Piccolo

Studenti stranieri diplomi di italiano
12 Ottobre 2014
Avvenire

Storia. Così dopo san Francesco la povertà non fu più un marchio infamante
9 Ottobre 2014
Famiglia Cristiana

Ritorno a Lampedusa
tutta la rassegna stampa correlata