Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Questo è il Vangelo dei poveri,
la liberazione dei prigionieri,
la vista dei ciechi,
la libertà degli oppressi.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dal vangelo di Luca 6,27-38

Ma a voi che ascoltate, io dico: Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano. A chi ti percuote sulla guancia, porgi anche l'altra; a chi ti leva il mantello, non rifiutare la tunica. Dà a chiunque ti chiede; e a chi prende del tuo, non richiederlo. Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro. Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se fate del bene a coloro che vi fanno del bene, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se prestate a coloro da cui sperate ricevere, che merito ne avrete? Anche i peccatori concedono prestiti ai peccatori per riceverne altrettanto. Amate invece i vostri nemici, fate del bene e prestate senza sperarne nulla, e il vostro premio sarà grande e sarete figli dell'Altissimo; perché egli è benevolo verso gl'ingrati e i malvagi.

Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro. Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato; date e vi sarà dato; una buona misura, pigiata, scossa e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con cui misurate, sarà misurato a voi in cambio".

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Il Figlio dell'uomo
è venuto a servire,
chi vuole essere grande
si faccia servo di tutti.

Alleluia, alleluia, alleluia !

L’evangelista Luca, subito dopo le beatitudini, riprende le idee essenziali giù proposte da Matteo nel brano parallelo nel quale Gesù proclama la novità del regno che Gesù è venuto a inaugurare. Senza riprendere le “antitesi” usate da Matteo, Luca riporta le parole di Gesù in una versione molto diretta. Gesù dice: “Amate i vostri nemici, fate del bene a quelli che vi odiano”. Sono parole chiare e dirette, del tutto estranee alla cultura di questo mondo e, per questo, anche sbeffeggiate. Quante volte anche noi diciamo: “Sono affermazioni belle ma non certo realistiche”. Eppure, solo in queste parole il mondo può trovare salvezza, motivi per bloccare le guerre e, soprattutto, impulso a costruire una pace e una convivenza tra gli uomini e tra i popoli che sia duratura. Per Gesù non ci sono più nemici da odiare e da combattere. Per lui - e quindi per ogni discepolo - ci sono solo fratelli e sorelle da amare, semmai da correggere, e comunque sempre da aiutare nel cammino della salvezza. Le altre indicazioni che seguono derivano tutte da un amore che non solo non conosce reciprocità (“Fate del bene e prestate senza sperarne nulla”, dice Gesù) ma che soprabbonda su tutto (“A chi ti percuote sulla guancia, offri anche l’altra; a chi ti strappa il mantello, non rifiutare neanche la tunica”, sta scritto). Per questo il Vangelo è radicalmente alternativo alla mentalità egocentrica che accomuna tutti. Questa alterità non può essere né diluita né annacquata. Dice ancora Gesù: “Se amate quelli che vi amano, quale gratitudine vi è dovuta? Anche i peccatori fanno lo stesso”. La ragione unica che giustifica un tale atteggiamento risiede in Dio stesso. Dio per primo, infatti, si comporta con misericordia e benevolenza verso tutti, anche “verso gli ingrati e i malvagi”. Gesù presenta ai discepoli di ogni tempo un ideale che è alto come il cielo: “Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso”. Non è un’esortazione morale; è uno stile di vita. Da questo dipende la nostra stessa salvezza.


10/09/2012
Memoria dei poveri


Calendario della settimana
GEN
15
domenica 15 gennaio
Liturgia della domenica
GEN
16
lunedì 16 gennaio
Preghiera per la pace
GEN
17
martedì 17 gennaio
Preghiera con Maria, madre del Signore
GEN
18
mercoledì 18 gennaio
Preghiera con i Santi
GEN
19
giovedì 19 gennaio
Preghiera per la Chiesa
GEN
20
venerdì 20 gennaio
Preghiera della Santa Croce
GEN
21
sabato 21 gennaio
Vigilia del giorno del Signore
GEN
22
domenica 22 gennaio
Liturgia della domenica