Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 

Memoria di san Nil, staretz russo (+1508). Fu padre di monaci ai quali insegnò il grande amore del Signore per gli uomini, esortandoli a chiedere a Dio lo stesso sentimento (in greco macrotimia). Ricordo della preghiera per i nuovi martiri del Novecento presieduta da Giovanni Paolo II al Colosseo a Roma assieme ai rappresentanti delle Chiese cristiane.


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Lo Spirito del Signore è su di te,
chi nascerà da te sarà santo.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dalla lettera di Paolo ai Filippesi 4,4-9

Rallegratevi nel Signore, sempre; ve lo ripeto ancora, rallegratevi. La vostra affabilità sia nota a tutti gli uomini. Il Signore è vicino! Non angustiatevi per nulla, ma in ogni necessità esponete a Dio le vostre richieste, con preghiere, suppliche e ringraziamenti; e la pace di Dio, che sorpassa ogni intelligenza, custodirà i vostri cuori e i vostri pensieri in Cristo Gesù.

In conclusione, fratelli, tutto quello che è vero, nobile, giusto, puro, amabile, onorato, quello che è virtù e merita lode, tutto questo sia oggetto dei vostri pensieri. Ciò che avete imparato, ricevuto, ascoltato e veduto in me, è quello che dovete fare. E il Dio della pace sarà con voi!

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Ecco, Signore, i tuoi servi:
avvenga a noi secondo la Tua Parola.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Paolo non risparmia parole per esortare la comunità di Filippi alla gioia: “Rallegratevi nel Signore, sempre; ve lo ripeto: rallegratevi!”. Sapendo le difficoltà che vivevano sia Paolo che la stessa comunità, potrebbe meravigliare l’insistenza dell’invito alla gioia. Eppure, è la gioia che libera il cuore dall’amore per sé e lo apre all’“affabilità” verso tutti. Il motivo della gioia, infatti, risiede nella certezza che “il Signore è vicino”. Questa vicinanza non è solo la ragione della gioia del discepolo, è anche la forza per poter cambiare il proprio cuore e vincere la tristezza che avvolge il mondo. Come, però, non angustiarsi di fronte a una vita spesso difficile? Come non rattristarsi nella debolezza del nostro corpo e nella fiacchezza dei nostri sentimenti? La gioia della vicinanza di Gesù apre le porte alla preghiera incessante. Paolo ci invita ad esporre a Dio ogni nostra richiesta per trovare quella pace che il mondo non sa dare. Ecco perché la preghiera deve stare al centro della vita di ogni credente e di ogni comunità. Da essa sgorgano sentimenti e pensieri nuovi, “nobili, giusti, puri, amabili, onorati”. E in essa, con un cuore e con pensieri rinnovati, lodiamo Dio e rendiamo pacifica la vita del mondo. “Il Dio della pace sarà con voi!” afferma l’apostolo.


07/05/2013
Memoria della Madre del Signore


Calendario della settimana
GEN
15
domenica 15 gennaio
Liturgia della domenica
GEN
16
lunedì 16 gennaio
Preghiera per la pace
GEN
17
martedì 17 gennaio
Preghiera con Maria, madre del Signore
GEN
18
mercoledì 18 gennaio
Preghiera con i Santi
GEN
19
giovedì 19 gennaio
Preghiera per la Chiesa
GEN
20
venerdì 20 gennaio
Preghiera della Santa Croce
GEN
21
sabato 21 gennaio
Vigilia del giorno del Signore
GEN
22
domenica 22 gennaio
Liturgia della domenica