Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 

Memoria di sant’Antonio delle grotte di Kiev (+1073). Padre dei monaci russi, insieme a san Teodosio, è considerato il fondatore del Monastero delle Grotte.


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Lo Spirito del Signore è su di te,
chi nascerà da te sarà santo.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dal libro del profeta Geremia 8,14-23

"Perché ce ne stiamo seduti?
Riunitevi, entriamo nelle fortezze
e moriamo in esse,
poiché il Signore nostro Dio ci fa perire.
Egli ci fa bere acque avvelenate,
perché abbiamo peccato contro di lui.
Aspettavamo la pace, ma non c'è alcun bene;
l'ora della salvezza, ed ecco il terrore".
Da Dan si sente
lo sbuffare dei suoi cavalli;
al rumore dei nitriti dei suoi destrieri
trema tutta la terra.
Vengono e divorano il paese e quanto in esso si trova,
la città e i suoi abitanti.
"Ecco, io sto per mandarvi
serpenti velenosi
contro i quali non esiste incantesimo,
ed essi vi morderanno"
dice il Signore.

Cercai di rasserenarmi, superando il mio dolore,
ma il mio cuore vien meno.
Ecco odo le grida della figlia del mio popolo
da una terra lunga e larga:
"Forse il Signore non si trova in Sion,
il suo re non vi abita più?".
Perché mi hanno provocato all'ira con i loro idoli
e con queste nullità straniere?
E' passata la stagione della messe, è finita l'estate
e noi non siamo stati soccorsi.
Per la ferita della figlia del mio popolo sono
affranto,
sono costernato, l'orrore mi ha preso.
Non v'è forse balsamo in Gàlaad?
Non c'è più nessun medico?
Perché non si cicatrizza
la ferita della figlia del mio popolo?
Chi farà del mio capo una fonte di acqua,
dei miei occhi una sorgente di lacrime,
perché pianga giorno e notte
gli uccisi della figlia del mio popolo?

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Ecco, Signore, i tuoi servi:
avvenga a noi secondo la Tua Parola.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Nella difficoltà e di fronte alla minaccia di morte quali risposte si possono dare? Il pensiero istintivo di Israele è attribuire a Dio la causa della propria disgrazia: “Radunatevi ed entriamo nelle città fortificate e moriamo in esse, poiché il Signore nostro Dio ci fa perire”. Quante volte anche noi abbiamo attribuito a Dio la causa di un momento difficile della vita, una morte improvvisa, una malattia? Forse ci saremmo potuti unire alle parole di Israele: “Aspettavamo la pace, ma non c’è alcun bene, il tempo della guarigione, ed ecco il terrore!”. È facile e quasi istintivo lamentarsi e attribuire la colpa del male a qualcun altro. Certo, non siamo noi i responsabili del male del mondo, ma occorre interrogarci di fronte ad esso. La Bibbia sembra talvolta attribuirne la causa a Dio. Infatti nella concezione biblica tutto è legato a Dio, anche se nei primi capitoli della Genesi si chiarisce definitivamente che il male viene dal maligno e dal peccato dell’uomo, perché la volontà di Dio è solo il bene. Non abbiamo tutte le risposte. La presenza del male è anche un mistero, al cui interno si intrecciano molte cause. La vicenda dolorosa di Giobbe insegna che nel male Dio non è lontano, anche se sembra permetterlo. È Giobbe a non accorgersi della sua presenza e non riesce a vederlo accanto a sé. Noi sentiamo echeggiare nella parole del profeta la forza del male che è nel mondo, il grido di dolore che sale da tante donne e uomini che soffrono: “Senza rimedio cresce il mio dolore, e il mio cuore viene meno. Ecco, odo le grida della figlia del mio popolo da una terra sconfinata: Non c’è il Signore in Sion, il suo re non vi abita più”. Ascoltiamo anche noi il grido di dolore di tanti che soffrono e che sembrano abbandonati persino da Dio, tanto è grande la loro sofferenza. Talvolta fatichiamo a trovare un rimedio, ma ciò non è impossibile, anche se questo ci riempie di tristezza. No, Dio non ha abbandonato nessuno al male. Egli ascolta il grido del povero, come ascoltò quello del suo popolo nella schiavitù dell’Egitto.


23/07/2013
Memoria della Madre del Signore


Calendario della settimana
DIC
4
domenica 4 dicembre
Liturgia della domenica
DIC
5
lunedì 5 dicembre
Preghiera per i malati
DIC
6
martedì 6 dicembre
Preghiera con Maria, madre del Signore
DIC
7
mercoledì 7 dicembre
Preghiera con i Santi
DIC
8
giovedì 8 dicembre
Festa dell'Immacolata Concezione di Maria
DIC
9
venerdì 9 dicembre
Preghiera della Santa Croce
DIC
10
sabato 10 dicembre
Vigilia del giorno del Signore
DIC
11
domenica 11 dicembre
Liturgia della domenica

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri