Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Voi siete una stirpe eletta,
un sacerdozio regale, nazione santa,
popolo acquistato da Dio
per proclamare le sue meraviglie.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dalla prima lettera di Paolo ai Corinzi 7,25-31

Riguardo alle vergini, non ho alcun comando dal Signore, ma do un consiglio, come uno che ha ottenuto misericordia dal Signore e merita fiducia. Penso dunque che sia bene per l'uomo, a causa delle presenti difficoltà, rimanere così com'è. Ti trovi legato a una donna? Non cercare di scioglierti. Sei libero da donna? Non andare a cercarla. Però se ti sposi non fai peccato; e se la giovane prende marito, non fa peccato. Tuttavia costoro avranno tribolazioni nella loro vita, e io vorrei risparmiarvele.
Questo vi dico, fratelli: il tempo si è fatto breve; d'ora innanzi, quelli che hanno moglie, vivano come se non l'avessero; quelli che piangono, come se non piangessero; quelli che gioiscono, come se non gioissero; quelli che comprano, come se non possedessero; quelli che usano i beni del mondo, come se non li usassero pienamente: passa infatti la figura di questo mondo!

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Voi sarete santi
perché io sono santo, dice il Signore.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Paolo, dopo aver affrontato il tema del matrimonio nelle diverse situazioni, si rivolge ora ai giovani e alle giovani che stanno per sposarsi e propone loro l'ideale della verginità come comunione con Cristo senza distrazioni e come attesa della sua venuta alla fine dei tempi. Il celibato - afferma Paolo - annuncia che il Regno di Dio è già presente, che lo Spirito del Risorto è già all'opera, che il fermento dell'eternità - il tempo eterno ove non ci si sposa più perché contempliamo il Signore - è già presente nella vita della comunità cristiana. L'apostolo mostra la grande stima del celibato liberamente accettato per amore del Regno. Scegliere di non sposarsi vuol dire mostrare con la propria vita che solo Dio basta. Potremmo dire che colui che sceglie il celibato mostra che la Chiesa non ha bisogno di altro sostegno, di altro aiuto, che di Dio. Solo Dio è il suo sostegno. È quel che il celibe, pur con tutti i suoi limiti, mostra con la sua scelta. Paolo comunque afferma con chiarezza che non è un comandamento dato dal Signore a tutti. In ogni caso, l'apostolo ripropone ai cristiani di Corinto - e questo sì, è un comandamento evangelico - il primato del Regno di Dio nella propria vita e in quella della comunità. L'apostolo dice ai Corinzi, ed anche alle nostre comunità cristiane all'inizio di questo nuovo millennio, che il tempo si è fatto breve. Sì, siamo all'inizio di un millennio, eppure il tempo si è fatto breve per vivere e comunicare il Vangelo del Regno. Non bisogna lasciarsi prendere dalla schiavitù della nostra psicologia, dei nostri ritmi, delle nostre abitudini che portano a rallentare la sequela del Signore. La libertà del cristiano è obbedire al comando del Signore e, in fretta, comunicare il Vangelo a tutti andando sino ai confini della terra. Obbedendo a questo comando del Signore saremo a lui graditi.


07/09/2016
Preghiera con i Santi


Calendario della settimana
NOV
27
domenica 27 novembre
Liturgia della domenica
NOV
28
lunedì 28 novembre
Preghiera per i poveri
NOV
29
martedì 29 novembre
Preghiera con Maria, madre del Signore
NOV
30
mercoledì 30 novembre
Preghiera degli Apostoli
DIC
1
giovedì 1 dicembre
Preghiera per la Chiesa
DIC
2
venerdì 2 dicembre
Preghiera della Santa Croce
DIC
3
sabato 3 dicembre
Vigilia del giorno del Signore
DIC
4
domenica 4 dicembre
Liturgia della domenica