Inno 

Gesù andava per città e villaggi,
predicando il Vangelo del regno
e guarendo ogni ammalato,
e le folle lo seguivano.

Vedendole come pecore
abbandonate, senza pastore,
disse: "La messe è tanta,
ma gli operai sono pochi".

Chiamati a sé i dodici,
diede loro ogni potere
per scacciare gli spiriti
e guarire ogni malattia.

Essi sono Pietro e Andrea, 
Giacomo, Giovanni, Filippo, 
Bartolomeo, Taddeo, Tommaso, Matteo, 
Giacomo, Simone e Giuda che poi lo tradì.

Beato è Pietro che lo riconobbe,
non la carne né il sangue
gli hanno rivelato che Gesù
è davvero il figlio di Dio.

Beati Pietro, Giacomo e Giovanni,
sul monte assieme al Signore,
quando il suo volto si trasfigurò
ed udirono la voce del Padre.

Essi hanno lasciato tutto
e lo hanno seguito ovunque
e siederanno con lui alla fine
e riceveranno la vita eterna.

I capi dominano le nazioni,
ma tra i discepoli non sia così,
ma chi vuoI essere grande,
si faccia servo di tutti.

Beato Pietro che ha pianto
per aver paura di confessarlo,
triste Giuda che per paura
lo ha venduto per trenta denari.

Beato è Paolo sulla via di Damasco,
ha incontrato quel Signore,
accanito com'era nella tradizione,
e lo ha poi annunciato al mondo.

Concordi nella preghiera, gli Apostoli
assieme alla Madre di Dio,
furono ripieni di Spirito Santo
e cominciarono a parlare al popolo.

 

 


 pagina precedente pagina successiva