change language
sei in: home - amicizia...i poveri - amici in carcere - roma - u...t'egidio newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  

Roma - Un gruppo di funzionari del dipartimento penitenziario iracheno, nell'ambito di un corso sull'amministrazione della giustizia, incontrano la Comunità di Sant'Egidio


 
versione stampabile

Roma: Un gruppo di funzionari del dipartimento penitenziario iracheno, nell'ambito di un corso sull'amministrazione della giustizia, incontrano la Comunità di Sant'Egidio

Venerdì 6 novembre si è tenuto a Roma, presso la Comunità di Sant'Egidio, un incontro con 10 alti funzionari del dipartimento penitenziario irakeno, direttori di carceri e funzionari di alto livello, provenienti da Bagdhad, Nassiriya e da altre città dell'Irak.

L'incontro, parte di una missione integrata dell'Unione Europea denominata EUJUST-LEX, è realizzato a cura del Ministero della Giustizia, dall'Istituto Superiore di Studi Penitenziari.

L'iniziativa si colloca nell'ambito della partecipazione italiana a missioni umanitarie e internazionali.

Il Dap ha organizzato un corso di formazione per 10 funzionari penitenziari iracheni, prevedendo attività divesificate tra le quali un incontro che permetta loro di conoscere la Comunità di Sant'Egidio, con particolare riferimento all'attenzione verso i problemi dei detenuti in ambito nazionale e internazionale e all'impegno per l'abolizione della pena di morte.

Nel corso dell'incontro, Mario Marazziti ha ricordato l'antica amicizia tra la Comunità di Sant'Egidio e il popolo iracheno, iniziata negli anni '80 con l'accoglienza a Roma ai profughi della guerra. Presentando l'impegno internazionale di Sant'Egidio per i poveri, la pace e per l'umanizzazione delle carceri ha sottolineato il grande valore della visita, che aiuta a sperare per il proprio e altrui futuro.

La visita infatti apre un varco di luce nella vita di un uomo indurito e può portare il desiderio di essere migliori. Mentre le lettere aiutano a immaginare che c'è ancora vita quando si è nei bracci della morte,
come lè avvenuto a migliaia di condannati che hanno trovato amicizia attraverso le lettere della campagna "Scrivi a un condannato a morte".

Particolare interesse ha suscitato la campagna "Liberare i prigionieri in Africa", proposta dalla Comunità di Sant'Egidio ai detenuti italiani, che con piccole cifre pagano il riscatto dei loro fratelli africani più poveri.

Da parte irachena, si è mostrato apprezzamento soprattutto per la campagna per l'abolizione della pena di morte, che la Comunità di Sant'Egidio porta avanti da molti anni. A questo riguardo è stata anche richiesta la collaborazione della Comunità  per avviare un processo che permetta di eliminare la pena di morte in Iraq.

Amici in carcere


NEWS CORRELATE
13 Luglio 2009

"LIBERARE I PRIGIONIERI IN AFRICA" Una campagna di solidarietà con i detenuti africani nelle carceri italiane

IT | ES | DE | FR | PT
27 Novembre 2017
Comunicato Stampa

Domani il convegno internazionale "Un mondo senza pena di morte". Live streaming


Il convegno si tiene alla nuova aula dei gruppi parlamentari della Camera dei Deputati. Inizio alle ore 9,45
17 Ottobre 2017

Invitiamo a firmare l'appello per salvare la vita di Anthony Shore, condannato a morte nel Texas


L'appello si firma online. GRAZIE!
IT | DE
13 Ottobre 2017
Le parole di Papa Francesco

La pena di morte è una misura disumana che umilia la dignità personale. E' in sé stessa contraria al Vangelo


perché viene deciso volontariamente di sopprimere una vita umana che è sempre sacra agli occhi del Creatore
IT | DE | FR | PT | ID
4 Aprile 2017

Fermiamo le 8 esecuzioni previste in Arkansas subito dopo Pasqua. FIRMA L'APPELLO ONLINE

IT | EN | DE
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
2 Gennaio 2018
Il Messaggero - ed. Civitavecchia
La comunità di Sant'Egidio offre il pranzo ai detenuti
29 Dicembre 2017
Avvenire
Kenya, Natale in cella. Adesso arriva l'acqua
29 Dicembre 2017
La Stampa
Sant’Egidio e il pranzo della serenità nel carcere
2 Dicembre 2017
Corriere della Sera - Ed. Roma
Al Colosseo artisti contro la pena di morte
30 Novembre 2017
Corriere della Sera - Ed. Roma
Live contro la pena di morte
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

516 visite

474 visite

502 visite

546 visite

510 visite
tutta i media correlati