change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - cipro 2008 contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Gli appuntamenti per ricordare Modesta Valenti e quanti sono morti a causa della povertà e della vita per strada

Il Patriarca della Chiesa etiope Abuna Mathias a Sant'Egidio: Abbiamo visto come mettete in pratica il Vangelo

L'omelia del patriarca nella basilica di Santa Maria in Trastevere.

Sant'Egidio fa festa per i 49 anni con il popolo della Comunità

Basilica di San Giovanni affollata di giovani e anziani, senza dimora e profughi venuti con i corridoi umanitari. Marco Impagliazzo: ''Crediamo in una città dove non esiste il noi e il loro, ma dove si può costruire insieme una grande forza di pace''
21/02/2017
Preghiera con Maria, madre del Signore

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile
16 Novembre 2008 16:30 | University of Cyprus – Sport Centre

Saluto di Sua Eccellenza il Signor Vujianovic, Presidente del Montenegro



Filip Vujanovic


Presidente della Repubblica del Montenegro

Signore Eccellenze Stimati Rappresentanti delle Chiese e delle Religioni,
Illustri Presidenti di Stati,
Gentili partecipanti alla Conferenza Internazionale,
Signore e Signori,

Vorrei esprimere il mio apprezzamento e la mia gratitudine alla Chiesa Ortodossa di Cipro e alla Comunità di Sant’Egidio per aver organizzato questa straordinaria conferenza internazionale dedicata alla pace e al dialogo tra religioni e culture.

Condivido la gioia di tutti per questa conferenza internazionale, certo del suo successo. C’è più di un motivo di contentezza, tra questi ne enumero in particolare tre.

Innanzitutto quest’incontro ha luogo nell’anno in cui celebriamo i 60 anni della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e i 40 anni dalla sua introduzione nel diritto internazionale. Dichiarazione che è stata il risultato di un Dialogo Politico e che si basa sui valori universali propri della religione e della cultura.

Inoltre, (esprimo la mia contentezza) per il fatto che questa conferenza ha luogo nel Mediterraneo, crocevia di diverse civiltà, religioni, culture, popoli, la cui storia è stata segnata da eventi tragici e conflitti così come dalla riconciliazione e l’armonia.

Il fatto che siamo qui a Cipro mi fa particolarmente piacere, poiché si trova nel centro del Mediterraneo orientale, la cui storia riflette questi sviluppi. Questa storia ci indirizza e ci obbliga a salvaguardare la civiltà della pace, proprio attraverso il dialogo.

Infine, questa è l’occasione per promuovere esempi virtuosi di convivenza armoniosa, basata su un’armonia religiosa, politica e culturale. Come Presidente del Montenegro sono orgoglioso del fatto che il Montenegro rappresenti uno di questi esempi e che l’armonia interetnica, interreligiosa e interculturale rappresenti il fondamento della nostra complessiva stabilità e la garanzia per la sua prosperità.

Porgendo nuovamente il mio rispetto a ognuno dei  presenti, estendo le mie congratulazioni per la riuscita di questa conferenza.