Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - i più giovani - adozioni a distanza - guinea b...distanza contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Guinea Bissau: Reportage da Catiò - In visita ai bambini adottati a distanza


 
versione stampabile

14/02/2007
Guinea Bissau
Reportage da Catiò:
In visita ai bambini adottati a distanza

L'adozione a distanza fa la differenza nella vita dei bambini e delle loro famiglie in un villaggio della Guinea Bissau: qui ora la scuola funziona tutto l'anno e ha potuto allungare di due anni il ciclo scolastico.


Per coprire i 280 Km di distanza da Bissau, la capitale, alla missione di São Bento di Catiò, occorrono circa 6 ore, a causa della strada che è costellata di buche di ogni dimensione e profondità. Nel pomeriggio, l’ingresso in città mette molta allegria: la macchina procede lentamente e il nostro arrivo attira l’attenzione della gente, soprattutto dei bambini che ci conoscono, ci salutano e ci corrono dietro per un breve tratto. Catiò è rimasto immutato: il mercatino, il meccanico, la scuola statale, la piazza dove campeggia l’antica chiesa portoghese, il piccolo ospedale ...


La mattina, visita alla scuola frequentata dai bambini grazie alle adozioni a distanza: Arrivano di corsa, ognuno con la sua cartella. e si capisce che sono elettrizzati da una visita attesa e preparata con cura. Si dispongono per classe di appartenenza, dall’asilo alla 6°, combattuti se rimanere in fila o uscirne per vedere meglio la loro ospite: sono circa 200. Osservando le diverse classi salta subito all’occhio che sono molti i bambini insolitamente alti rispetto alla classe di appartenenza: spesso i bambini venivano iscritti a scuola in ritardo, dipendeva dalla condizione e dalle necessità della famiglia.

Ma finalmente comincia la festa! E’ un benvenuto ma anche un ringraziamento a tutti i sostenitori delle adozioni a distanza di Catiò! Iniziano i più piccoli con danze tradizionali e canti a cui partecipano anche i professori. Una di queste canzoni dice: “Buongiorno amica mia, come stai? La nostra amicizia non finirà mai!”. Anche i più grandi, della 5 e 6 classe, hanno preparato una danza e un canto ai quali i più piccoli assistono incantati.

C’è gioia nel ritrovarsi, nel ricordare il nome e nel toccare con mano che veramente l’amicizia e il sostegno delle adozioni a distanza attraverso la Comunità di Sant’Egidio non finiscono. Dopo la festa, a gruppi, i bambini salgono sul furgone della scuola: ci fermeremo a casa di ognuno di loro per salutare la famiglia e fare una bella fotografia. Partiamo cantando in coro e attraversiamo Catiò che sorride divertita da questa insolita gita dei bambini della scuola di São Bento. Durante il tragitto colpiscono i tantissimi bambini che a quell’ora non sono a scuola, ma in strada: a giocare i più piccoli o impegnati in piccole faccende i più grandi. In ogni casa incontriamo una famiglia che è molto larga: oltre ai genitori e ai fratelli, spesso ci sono zii, cugini, nonni e molti, molti fratelli e sorelle. Le mamme cercano un bel vestito da indossare e studiano un angolo del cortile o della casa che possa offrire un giusto sfondo alla fotografia da mandare alle famiglie italiane che li hanno aiutati. Nell’attesa si fanno le presentazioni, si chiacchiera e si scherza.

Molti ringraziano per l’aiuto che l’adozione assicura, soprattutto per la possibilità che i loro figli hanno di frequentare una buona scuola, una scuola che funziona per l’intero anno scolastico. Infatti, quest’anno le scuole di Bissau sono cominciate solo l’8 gennaio, a causa dello sciopero indetto dai professori che non ricevono regolarmente lo stipendio; anche lo scorso anno scolastico avevano funzionato 2 trimestri su 3 con grave danno per l’istruzione dei bambini e dei ragazzi.

Con parole toccanti ce lo ripete, il giorno successivo, il signor Armando che viene con le sue due bambine a salutarci. Non era in casa quando siamo passate per la fotografia, ma ci teneva a ringraziarci personalmente: “Io spero che questa opera della Comunità di Sant’Egidio continui – dice – perchè è veramente l’opera di Dio”. Ci ringrazia perchè in questi anni, con il sostegno dell’adozione a distanza, ha visto estendere i corsi della scuola di São Bento dalla 4° alla 6° classe e sogna che un giorno si possa arrivare fino al liceo. Il sogno di Armando è anche il nostro sogno e un impegno per il futuro.

Adozioni a distanza


 

NEWS CORRELATE
6 Dicembre 2011

Regala un'adozione a distanza!

IT | EN | ES | DE | FR | ID
31 Ottobre 2011

Bogor (Indonesia) - Un convegno con i giovani cresciuti con il programma di Adozioni a Distanza

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL | ID
18 Ottobre 2011

Adozioni a distanza: vacanze al mare per i bambini della casa famiglia di Antananarivo (Madagascar)

IT | ES | DE | CA | NL | RU | UK
28 Settembre 2011

El Salvador - A La Herradura, un' area rurale priva di presidi sanitari, una “Giornata della Salute” per i bambini adottati a distanza

IT | ES | DE | FR | CA | NL
16 Agosto 2011

Conakry (Guinea Conakry): I bambini e i ragazzi adottati a distanza alla Festa del Paese dell’Arcobaleno

5 Agosto 2011

Adozioni a distanza e diritto allo studio: in Indonesia 27 tra i primi ragazzi "adottati" oggi frequentano l'università

IT | ES | DE | CA | NL
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
11 Novembre 2014
Regió7
La comunitat de Sant Egidi comença a recollir joguines
1 Luglio 2014
L'Osservatore Romano
Risposte da dare
24 Maggio 2014
Il Piccolo
Comunità di Sant'Egidio 25 anni di impegno in aiuto ai più deboli
19 Febbraio 2014
Famiglia_Cristiana.it
Fuori dall'ombra con Sant'Egidio
5 Gennaio 2014
La Stampa.it
Ecco chi resiste alla fuga dalle scuole
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

154 visite

198 visite

153 visite

202 visite

142 visite
tutta i media correlati

Per adottare a distanza un bambino ci si può rivolgere a:

Segreteria delle
adozioni a distanza
Comunità di Sant'Egidio
lun-gio-ven h.9,30-13.30
Tel. 06.5814217

oppure tramite e-mail