Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - immigrati e rom - immigrat... e sinti - delegazi...alabria) contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Delegazione di Sant'Egidio e Genti di Pace visita gli immigrati colpiti dagli episodi di violenza a Rosarno (Calabria)


 
versione stampabile

Una delegazione della Comunità di Sant'Egidio e di Genti di Pace visita gli immigrati vittime degli episodi di violenza a Rosarno, in Calabria
11 gennaio 2010

Sabato 9 e domenica 10 gennaio, una delegazione della Comunità di Sant'Egidio e di Genti di Pace si è recata in Calabria, per incontrare gli immigrati e i rifugiati che, nei giorni scorsi, sono stati oggetto di gravi episodi di violenza a Rosarno, ed esprimere loro la solidarietà della Comunità.

La delegazione ha visitato i centri di accoglienza gestiti da diversi gruppi e associazioni cattoliche - tra cui le Misericordie - a Crotone, dove circa 150 immigrati hanno cercato rifugio nelle ore immediatamente seguenti all'aggressione.

I giovani  - spesso giovanissimi - per lo più provengono dall'Africa subsahariana: Ghana, Burkina Faso, Guinea Conakry. Molti sono arrivati in Italia dalla Libia, dopo aver attraversato il deserto.

Ma dal giorno del loro arrivo ad oggi, la maggior parte si è regolarizzata oppure ha in corso un processo di regolarizzazione, come richiedente asilo, o per motivi umanitari, e comunque con permessi provvisori con possibilità di lavoro.

Infatti la maggior parte degli immigrati di Rosarno sono lavoratori stagionali, che durante l’anno si muovono su tutto il territorio nazionale secondo i raccolti che, in ogni stagione, interessano regioni diverse.
 
La delegazione ha anche visitato l’ospedale di Poseidonia, dove sono ricoverati i feriti, alcuni dei quali sono gravi. Uno di loro, un ragazzo di 23 anni, era nei pressi della stazione, appena sceso dal treno, proveniente dal nord Italia, dove lavora, per visitare il fratello, quando è stato colpito da un colpo di arma da fuoco.
 
Nei prossimi giorni, grazie al sostegno delle Comunità di Sant’Egidio della Calabria verranno effettuate nuove visite per cercare di venire incontro alle necessità più urgenti dei feriti e dei malati.

NEWS CORRELATE
25 Maggio 2017
ROMA, ITALIA

Presentazione del libro "Rifugi e ritorni" di Filippo Grandi. IL VIDEO

22 Maggio 2017
MILANO, ITALIA

Milano risponde al razzismo con un #20maggiosenzamuri: il realismo dell’accoglienza


Anche Sant'Egidio alla manifestazione antirazzista per l'integrazione: ''Più la città diventa una comunità, più è sicura''
IT | ES | CA
17 Maggio 2017
ANVERSA, BELGIO

Prove di convivenza e integrazione nelle periferie multietniche del Belgio


Le iniziative di Sant'Egidio ad Anversa
IT | ES | FR | CA
13 Maggio 2017
ROMA, ITALIA

Per una città senza violenza: in memoria delle tre sorelle rom morte nel rogo di Centocelle


Photogallery, Video
12 Maggio 2017
ROMA, ITALIA

''Un futuro migliore per i bambini e le bambine rom che vivono nella nostra città''. Le parole di Marco Impagliazzo


alla preghiera in ricordo delle sorelline uccise nel rogo di Centocelle
12 Maggio 2017
ROMA, ITALIA

Photogallery della veglia di preghiera in ricordo di Francesca, Angelica ed Elisabeth


uccise nell'incendio del loro camper a Roma
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
19 Maggio 2017
Corriere della Sera On Line
Rom, con una casa un futuro diverso è possibile
18 Maggio 2017
Famiglia Cristiana
Bruciate vive? Erano rom.
12 Maggio 2017
Il Messaggero
La tragedia di Centocelle. Il dolore della madre
12 Maggio 2017
La Repubblica - Ed. Roma
Rom uccise, dolore e polemiche
12 Maggio 2017
Roma sette
Rogo di Centocelle: Roma prega per le sorelle arse vive
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

1207 visite

1151 visite

1174 visite

1169 visite

1253 visite
tutta i media correlati