change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - münster... di pace contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
18/12/2017
Preghiera per la pace

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile
11 Settembre 2017 09:30 | Westfaelische-Wilhelms-Universitaet - Hoersaal JO 1

Intervento di Tep Vong



Tep Vong


Patriarca del buddismo cambogiano
- Santità e stimati Leader religiosi,
- Venerabili 
- Eccellenze
- Illustri ospiti 
- Signore e signori
 
La guerra è sempre un 'INUTILE STRAGE'.
Tutti gli esseri, non solo l'umanità, vogliono vivere in pace, felicità e prosperità. Anche se questo é ciò che desiderano, tutti gli esseri ma particolarmente quelli umani, hanno sempre commesso nel corso della storia dei crimini drammatici contro l'umanità e ancora stanno continuando a farlo nel presente e forse continueranno anche nel futuro, se non ci saranno l’amore, la compassione e la cortesia reciproche. 
Qui vorrei invitarvi a conoscere un po' di storia drammatica e amara del passato della Cambogia, riguardo alla guerra che ha completamente distrutto la società cambogiana e il Paese, e continua ad affliggere la società cambogiana e l’intero Paese fino ad oggi.
 
L'inizio del massacro in Cambogia.
Era il 18 marzo 1970, quando il maresciallo Lon Nol fece un colpo di stato contro il re Norodom Sihanouk, capo di stato, con la forza, e proclamò subito la Repubblica Khmer. Poi, la guerra civile esplose in tutto il paese. La guerra tra la Repubblica Khmer condotta dal Maresciallo Lon Nol e la Cambogia Democratica condotta da Pol Pot durò per cinque anni ed è costata la vita a molte persone innocenti, con l’interruzione e la distruzione della vita dell’intera nazione.
Il 17 aprile 1975, la Cambogia Democratica ha vinto la guerra ed  ha preso potere. La gente in Cambogia e molti leader del mondo speravano che la guerra fosse terminata.
Purtroppo la guerra non era finita; ma era solo l'inizio del regime genocidario. Quando ha preso la città di Phnom Penh e le altre città della provincia, il regime di Pol Pot ha iniziato ad evacuare tutti gli abitanti delle città in campagna. Durante questa evacuazione delle persone dalle città in campagna, tantissime sono state uccise e sono morte per la fame perché la gente non aveva abbastanza cibo per mangiare e non aveva abbastanza acqua da bere. Alcune persone sono morte lungo il cammino, per la stanchezza, per essere state costrette a camminare per una lunga distanza e per gli stenti a causa della malattia. Il regime di Pol Pot o la Cambogia Democratica è durato solamente per cinque anni ma con stermini brutali e di  massa che abbiamo chiamato “campi di sterminio”.
 
Fino a quando il 7 gennaio 1979, il regime di Pol Pot fu sconfitto dal Fronte di salvezza cambogiano di Samdech Heng Samrin, Samdech Chea Sim e Samdech Hun Sen. Sebbene il regime di Pol Pot venisse sconfitto, la guerra civile in Cambogia è continuata per più di due decenni e durante la continuazione della guerra per questi due decenni e più, le persone sono state uccise quasi ogni giorno e le infrastrutture sono state distrutte. Solo nel 1998 la guerra civile fu definitivamente conclusa per il paese intero.
 
Come la guerra affligge  la società e il paese dei Cambogiani?
I cattivi effetti della guerra sulla società cambogiana e sul paese sono questi:
  1. Molte persone sono state uccise e sono morte: durante il regime di Pol Pot per 3 anni 8 mesi e 20 giorni, più di due milioni di persone su sette milioni di cambogiani sono stati uccisi.
  2. Distruzione delle infrastrutture sociali: prima dello sviluppo delle nazioni, la Cambogia era considerata una tigre in termini di sviluppo economico nella regione dell'Asia sudorientale. Ma a causa della guerra, quasi tutte le infrastrutture sociali sono state completamente distrutte sia nelle città che nelle località più piccole.
  3. Grande perdita di risorse umane: per vivere in pace e felicità e soprattutto per costruire una società prosperosa, sono necessarie soprattutto delle risorse umane. Ma, in Cambogia, con la Cambogia Democratica o quando il regime di Pol Pot era al potere, hanno cominciato a uccidere tutte le persone altamente qualificate in tutto il paese perché pensavano che se lo facevano non ci sarebbe stata alcuna rivoluzione come queste volevano.
  4. La distruzione del sistema di istruzione: prima della guerra e del regime di Pol Pot, il sistema educativo in Cambogia era molto migliore in qualità e le scuole erano diffuse ovunque nel paese. Ma dopo l’inizio della guerra e quando il regime di Pol Pot cominciò a controllare il paese, tutti coloro che erano istruiti vennero uccisi e le scuole, gli edifici e tutto il sistema scolastico sono stati completamente distrutti, quindi l'istruzione è stata interrotta. In quel periodo, solo i bambini sono stati ammessi a frequentare la scuola per studiare e il regime ha offerto agli studenti di studiare solo dal primo al sesto grado. Dopo aver finito il loro studio al sesto grado, tutti i giovani adulti sono stati costretti a lavorare nei campi di riso come le persone anziane. Poiché la maggior parte degli edifici scolastici e degli altri edifici furono distrutti, gli studenti erano sistemati per le lezioni nelle case degli ex abitanti dei villaggi e sotto grandi alberi. Dopo la caduta del regime di Pol Pot, il sistema educativo e la sua qualità in Cambogia erano ancora molto poveri. In molti posti gli studenti del paese hanno continuato a studiare sotto le case e gli alberi dei villaggi. Questo problema non si è risolto negli anni '90 e riguarda anche il presente.
  5. Sviluppo economico disturbato: Come ho già detto, prima della guerra, l'economia cambogiana andava bene, ma durante la guerra essa ha subito impatti sconvolgenti. Durante il regime di Pol Pot, ogni comunità in tutto il paese era obbligata a mangiare insieme in un unico posto. La maggior parte delle persone erano disposte a mangiare riso cotto, ma solo una ciotola di porridge per volta e tre volte al giorno, ecco perché così tante persone sono morte di fame in quel momento. Dopo la caduta del regime di Pol Pot, la carestia e l’impoverimento dell’economia continuò, e ciò ha avuto anche un impatto parziale sull'attuale economia della Cambogia.
  6. Nessun adeguato ospedale e cure mediche: la gente non mangiava abbastanza e i cibi non erano adatti ed era costretta a  lavorare pesantemente. Quindi, molte persone sono cadute in malattia e poi sono state lasciate senza cure e lasciate morire senza che fosse dato loro alcun trattamento medico.
  7. Nessuna pratica religiosa: subito dopo aver ottenuto il controllo del paese, il regime di Pol Pot non ha permesso di praticare nessuna religione, fede o culto. Hanno ucciso tutti i monaci buddisti altamente istruiti e forzato semplici monaci e novizi a lasciare l’abito. Se un monaco non li seguiva, lo uccidevano. Non solo i buddisti  non potevano praticare la propria religione, ma anche le altre religioni e fedi.
  8. Il trauma causato dalle atrocità e dalla sofferenza: nel regime di Pol Pot il popolo cambogiano vedeva spesso uccidere le persone davanti ai propri occhi, e a volte i familiari erano trascinati via e uccisi non lontano. Quindi, erano molto sconvolti da quella scena. Di conseguenza, durante e dopo quel regime, i cambogiani tendono di solito a stare tranquilli quando vedono qualche brutto incidente che si verifica nella società, e se gli viene chiesto di dire qualcosa o di testimoniare su ciò che è successo loro non parlano o lo fanno raramente perché non si sentono sicuri.
  9. Creazione di stress emotivo e fisico: poiché sotto il regime di Pol Pot non era permesso al popolo di avere conoscenza e abilità e le persone erano costrette a lavorare tanto e con tanta fatica, non è stato permesso di mangiare abbastanza cibo, il regime ha commesso violenze crudeli su di loro, e sono stati separati dalla famiglia etc., così, la salute mentale e fisica della gente era molto precaria. Di conseguenza, era molto facile per loro soffrire per lo stress, le troppe emozioni, commettere violenza ed essere sensibili alla rabbia. 
Questo ha avuto un impatto sulla giovane generazione nella famiglia e nella società oggi.
In conclusione, a causa della guerra civile, la Cambogia ha sofferto dolorosamente la perdita della sua gente, delle risorse umane, delle infrastrutture sociali, del sistema educativo, dello sviluppo economico, delle cure mediche, delle pratiche religiose e della creazione di traumi e stress. Queste cose influenzano la Cambogia al giorno d'oggi e probabilmente continueranno per il futuro, per un periodo di tempo senza limitazioni. Così, la guerra è sempre una 'Strage inutile '. 
Siamo i leaders di stato e leaders religiosi che nel mondo devono lavorare insieme per fermare ogni forma di guerra.
 
Grazie per la vostra attenzione!!!
 

#peaceispossible #stradedipace
PROGRAMMA in PDF


RASSEGNA STAMPA CORRELATA
25 Dicembre 2017
GNZ
Im Mittelpunkt steht das Gebet für den Frieden
8 Novembre 2017
Avvenire
Islam-Cristianesimo. Il grande imam di Al-Azhar: non c'è alternativa al dialogo
8 Novembre 2017
Vatican Insider
Il Grande Imam di al-Azhar: “Il mio caro fratello Francesco, un uomo simbolo”
30 Ottobre 2017
Notizie Italia News
Il tempo del dialogo, 500 anni dopo ...
15 Ottobre 2017
Herder Korrespondenz
Sant'Egidio: Auf der Suche nach der Gemeinsamkeit
tutta la rassegna stampa correlata


Giovani x la Pace