Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - i più giovani - la comun... giovani - la casa famiglia contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

La casa famiglia


 
versione stampabile

La casa famiglia

 

La casa famiglia per minori "Petit Soeur Magadeleine", inaugurata dalla Comunità di Sant'Egidio nel 1990 a Roma, è stata realizzata come una casa vera e propria dove abitano insieme due "mamme" e dieci minori, affiancati da una "famiglia" larga di amici che aiutano negli studi, organizzano feste e gite e aiutano a crescere sereni.

Tutta la casa è pensata a misura dei bambini e degli adolescenti. Nella grande sala comune dove ci sono i giochi e si può perfino scrivere sulle pareti-lavagne, si ricevono gli ospiti, si mangia insieme e si vede la TV. Al piano superiore le camere da letto sono tutte personalizzate. Un'ala della casa è riservata agli adolescenti, garantendo loro i necessari spazi di autonomia.

I bambini e gli adolescenti che vi abitano hanno avuto spesso alle spalle delle storie di abbandono o gravi problemi familiari. Sono arrivati alla casa famiglia su segnalazione del Tribunale per i Minorenni o dei servizi sociali, altri sono arrivati dagli ospedali, perché malati (a volte di AIDS) o handicappati. Nella casa famiglia hanno trovato non solo una nuova casa ma anche una famiglia accogliente che aiuta a superare le difficoltà delle diverse storie personali.


Come nasce?

Negli anni, abbiamo incontrato minori che trovandosi in situazioni particolarmente drammatiche, erano stati allontanati dal nucleo familiare ed inseriti in istituti. Comprendevamo che per loro non bastava un sostegno, che rischiava di essere parziale, ma era necessario purtroppo l'allontanamento dalla famiglia. Tuttavia vedevamo anche la necessità di inserire il minore in un nuovo ambiente di vita che potesse rispondere a tutte le sue necessità. La nostra casa famiglia vuole essere proprio questo: un luogo di accoglienza per i minori, che sappia guarire le ferite delle difficoltà del passato e ridare ai minori le energie per affrontare il futuro.

Nella casa famiglia si vive come in famiglia, anche se non si vuole sostituirla: molti bambini e adolescenti infatti in questi anni hanno lasciato la nostra casa perché sono stati felicemente adottati o affidati. Il lavoro della comunità però ha anche permesso di intervenire nelle situazioni familiari, laddove era possibile, per garantire ai minori di tornare ad abitare con i loro genitori.

Per questo non è un istituto, né solo una casa di accoglienza temporanea, ma un ambiente bello, a misura di bambino (o di adolescente, nell'ala a loro riservata) che si fa carico dei più giovani, aiutandoli a crescere e ad avere un futuro migliore.

I più Giovani


 LEGGI ANCHE
• NEWS
16 Agosto 2011

Conakry (Guinea Conakry): I bambini e i ragazzi adottati a distanza alla Festa del Paese dell’Arcobaleno

5 Agosto 2011

Adozioni a distanza e diritto allo studio: in Indonesia 27 tra i primi ragazzi "adottati" oggi frequentano l'università

IT | ES | DE | CA | NL
8 Luglio 2011

Garoua (Camerun):Alla Scuola della Pace si impara ad essere solidali con i più poveri: una visita ai bambini abbandonati nell'istituto pubblico della città

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL
5 Dicembre 2011

Solidarietà e ecologia: torna Il "Rigiocattolo". Appuntamenti in Italia e nel mondo

IT | ES | DE | FR | CA
4 Luglio 2011

Jakarta (Indonesia) - In tanti si sono raccolti nella manifestazione del Paese dell'Arcobaleno per dire "Io amo la Pace"

IT | DE | FR | NL | ID
10 Giugno 2011

Manila (Filippine) - In festa con i bambini della Scuola della Pace di Cainta

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL | RU
tutte le news
• STAMPA
21 Agosto 2017
La Repubblica - Ed. Roma

A Rocca di Papa l'estate di studio per i bambini rom

8 Giugno 2017
La Repubblica - Ed. Genova

Il Cep in festa con la Scuola della pace

9 Settembre 2016
Popoli e Missione

William Quijano: Nel paese degli scontri un giovane coltiva l’arte dell’incontro

7 Marzo 2016
Corriere di Novara

Una marcia della pace con oltre 2mila bambini delle scuole novaresi

2 Dicembre 2015
Il Gazzettino - ed. Padova

Don Bizzotto: «Pensiamo ai bimbi e non alle statuine di cartapesta»

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI
Comunità di Sant'Egidio

La mensa per i poveri di Via Dandolo

Saluto del Presidente Mario Monti

L'omelia di mons. Matteo Zuppi

Bambini e ragazzi di origine straniera per una legge sulla cittadinanza nell’interesse del Paese

tutti i documenti

FOTO

1089 visite

881 visite

1052 visite

902 visite

1087 visite
tutta i media correlati