Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - amici in carcere - liberare...gionieri - nampula ...tre mesi contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Nampula (Mozambico) - Continua l'impegno della Comunità di Sant'Egidio nelle carceri africane: sono 25 i prigionieri liberati in questi ultimi tre mesi


 
versione stampabile

Nampula (Mozambico) - Continua l'impegno della Comunità di Sant'Egidio nelle carceri africane: sono 25 i prigionieri liberati in questi ultimi tre mesi
21 novembre 2010

In Mozambico continua l’impegno della Comunità per visitare i prigionieri nelle carceri. In questi anni è cresciuta l’amicizia con tanti di loro. Amicizia che continua anche quando vengono trasferiti in carceri fuori dalla città, in altri distretti. Anche quando la famiglia non li può andare a trovare, le persone della Comunità continuano a fargli visita, nonostante le distanze.
Il sistema giuridico mozambicano prevede che una parte della pena detentiva possa essere estinta con un’ammenda. Questo permetterebbe a chi ha già passato oltre la metà della pena in carcere di uscire, con il pagamento di una multa.

Ma tanti non possono affrontare una spesa che si aggira attorno a un centinaio di euro. Una grossa somma per chi non ha niente. E allora la Comunità si fa carico di questa spesa, permettendo ai più poveri di tornare a casa in tempi ragionevoli.

E' successo a A. D., ragazza madre, con due gemelli di meno di un anno. La Comunità ha pagato la multa ed ha evitato così un mese di prigione in più. Dopo la liberazione A. ci ha detto: «Oggi sono molto felice, non solo pe rme, ma per i miei bambini, che potranno crescere in un ambiente normale, non tra le pareti di un carcere».
A
lcuni detenuti liberati dall’intervento della Comunità sono minorenni, altri sono malati di AIDS.

Uno di loro ha dichiarato «Sono molto felice: ho ricevuto la luce di Dio nel momento esatto in cui ero più disperato».
Infatti molti raccontano della disperazione che li prende, soprattutto quando, essendo  lontano dalla famiglia, non si ricevono visite.

Ma in Mozambico, la Comunità di Sant'Egidio è una famiglia larga, che vive in centinaia di cittadine e di villaggi. Questo  consente di visitare i detenuti anche quando finiscono in zone "remote". E' accaduto a C. che ha detto: «Io non speravo che i fratelli della Comunità venissero ancora a visitarmi, pensavo che mi avrebbero dimenticato a causa della distanza che separa Nampula da Muecate, ma ora sì, io credo che Dio è padre».


Amici in carcere

Campagna Liberare i
Prigionieri in Africa



Sostieni il programma Liberare i prigionieri con una donazione

NEWS CORRELATE
10 Agosto 2011

Umanizzare il carcere: proseguono gli aiuti ai detenuti di Angoche, in Mozambico

IT | DE | FR | RU
28 Aprile 2011

Umanizzare il carcere: da Haiti all'Africa cresce il lavoro della Comunità nelle prigioni e cambia la realtà

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
7 Agosto 2010

Viaggio nelle prigioni africane: l'amicizia della Comunità di Sant'Egidio di Angoche, in Mozambico, con i detenuti

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL
27 Aprile 2010

Mozambico: Il progetto “Diritti umani dei reclusi”, perchè la vita non finisca con il carcere

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID | CS
7 Aprile 2010

Mozambico: Il lavoro della Comunità di Sant'Egidio nelle carceri del paese a sostegno e per la liberazione dei detenuti

IT | DE | FR | PT | NL
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
17 Novembre 2017
Novaraoggi
Biblioteca Marazza un sabato di incontri
13 Ottobre 2017
L'Azione
La pace è unità
5 Ottobre 2017
Avvenire
Il Mozambico rinato: quella pace che ha fatto storia
4 Ottobre 2017
Avvenire
Quando il Mozambico scelse pace e sviluppo
4 Ottobre 2017
L'huffington Post
I 25 anni dalla fine della guerra in Mozambico dimostrano che la pace è sempre possibile
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

185 visite

249 visite

161 visite

160 visite

174 visite
tutta i media correlati