Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - il ricor... valenti - il ricor... modesta - roma - l...stevere. contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Roma - Le immagini della liturgia in ricordo di Modesta e di coloro che sono morti per la durezza della vita in strada a Santa Maria in Trastevere.


 
versione stampabile

Roma, 30 gennaio 2011:

Nella basilica di Santa Maria in Trastevere il ricordo di coloro che,  vissuti senza dimora, sono morti per la durezza della vita in strada.

Domenica: la basilica di Santa Maria in Trastevere è gremita. Da tutta Roma persone senza dimora e i loro amici si sono raccolti per ricordare coloro che hanno perso la vita dopo averla trascorsa nella durezza della strada.

Si ricorda una donna, Modesta Valenti, morta per strada perchè le furono rifiutati i soccorsi: era troppo sporca, dissero. E con lei i tanti poveri "amici per la strada", che la Comunità incontra ogni giorno dell'anno, nelle mense, con le cene per la strada, nei centri di aiuto.

«Se la loro vita appare modesta - dice don Vittorio Ianari durante l'omelia - non lo è per noi e per il Signore. Tutti si danno da fare per cercare la gioia per sè, ma il Signore ci dice di spendere la nostra vita per gli altri, perchè solo così ci sarà la gioia».

Chi è scomparso viene ricordato per nome. La lista è lunga, lunghissima, perchè nessuno è dimenticato. Chi vive per la strada ha almeno questa certezza. Per questo ogni anno accorrono qui, in tanti, per ricordare, sapendo di essere amati e ricordati.

    Visualizza la galleria di immagini >>

 - Gli appuntamenti  nel mondo

- Dossier: Storie e dati su chi vive per la strada a Roma

- Guarda i video:

La storia di Nereo >> La storia di Carmelo >>

 ......................................................................................................................

La storia di Modesta

La memoria di coloro che hanno perso la vita si rinnova ogni anno, a partire dalla morte di una donna, Modesta Valenti, che viveva in strada e che il 31 gennaio 1983 morì alla Stazione Termini: ebbe un malore, ma non fu soccorsa, solo perché aveva i pidocchi.

La sua morte ha segnato profondamente l’amicizia della Comunità di Sant’Egidio con chi è senza dimora. Per questo, nell’anniversario della sua scomparsa, si fa memoria nella liturgia di tutti gli “amici per la strada” a cui la Comunità si è fatta prossima che hanno perso la vita, ricordando ciascuno per nome.Con loro la Comunità, attraverso il servizio delle mense, le cene itineranti, i luoghi di accoglienza, ha intessuto negli anni rapporti di prossimità e di familiarità, nel tentativo di migliorare le difficili condizioni della loro vita.

Alla memoria di Modesta, divenuta simbolo di tutti coloro che, privi di tutto, vivono e muoiono per la strada, a cui la Comunità vuole dedicare una particolare cura e amicizia, è dedicata anche una scultura collocata nella mensa di Via Dandolo a Roma, visitata lo scorso anno da papa Benedetto XVI.

Amici per la strada


NEWS CORRELATE
28 Febbraio 2017

La memoria dei senza dimora morti sulla strada in tante città italiane: cresce una cultura della misericordia


Le immagini di Novara, Aversa e Genova
27 Febbraio 2017
PADOVA, ITALIA

Il "Dove" per chi è senza casa o in difficoltà a Padova è online.


Una giuida con tanti indirizzi utili per chi ha bisogno di aiuto o chi vuole aiutare
25 Febbraio 2017
BOLOGNA, ITALIA

In memoria di Tancredi, del piccolo David e di quanti hanno perso la vita per strada a Bologna


La liturgia celebrata da mons. Matteo Zuppi: ''guardiamo negli occhi i tanti poveri Lazzaro che vivono 'a modo mio' alle porte dei ricchi''
22 Febbraio 2017
CATANIA, ITALIA

Il ricordo di chi è scomparso si addolcisce nell'amicizia : 'Noi viviamo per strada, ma con voi ci sentiamo a casa'

16 Febbraio 2017
ITALIA

'L'incontro con i poveri ha trasformato le nostre vite. Per questo li ricordiamo tutti per nome'


Gli universitari di Bari raccontano la loro amicizia con le persone senza dimora. #periferiealcentro
16 Febbraio 2017
INDONESIA

Li chiamano 'gli uomini dei carretti', per noi sono semplicemente amici.


Sono le persone senza dimora che vivono nell'area metropolitana di Jakarta. La Comunità li incontra la sera, con la distribuzione della cena e nella mensa, aperta da poco più di un anno. #periferiealcentro
IT | ES | DE | PT | ID | HU
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
26 Febbraio 2017
Il Mattino
Sant'Egidio: 270 clochard morti in Campania negli ultimi anni
11 Febbraio 2017
Internazionale
Chi ha voglia di ascoltare le storie di chi vive per strada?
10 Febbraio 2017
FarodiRoma
Sant’Egidio ricorda Modesta Valenti, “caduta per l’inaccoglienza”
6 Febbraio 2017
Avvenire
Roma. Sant'Egidio: una candela in ricordo dei senzatetto morti
5 Febbraio 2017
La Repubblica - Ed. Roma
Roma, S.Egidio: centinaia senzatetto in chiesa contro l'indifferenza
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

1518 visite

1510 visite

1517 visite

1591 visite
tutta i media correlati