Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - homeless - l'amiciz...a strada contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

L'amicizia per la strada


 
versione stampabile

L'amicizia per strada

Il primo impegno della Comunità è essere per chi è senza dimora una presenza vicina e amichevole, restituendo ad ognuno la dignità di persona con i gesti semplici del rispetto e dell'amicizia. Ogni membro della Comunità è coinvolto in questa solidarietà verso chi vive per strada anche attraverso l'aiuto parziale e episodico dell'elemosina, del sorriso, della parola.

L'elemosina, gesto rilevante nella vita cristiana, impedisce di chiudere gli occhi di fronte a chi ha bisogno: per questo ci umanizza e permette una relazione personale anche se breve e sporadica con chi è povero. L'elemosina non è che il segno più semplice e meno impegnato della solidarietà.

La condizione di solitudine e di isolamento è comune a tutte le persone senza tetto: a volte è così profonda che alcuni non solo hanno perso ogni contatto con la famiglia ma spesso hanno scarsissimi rapporti con il mondo intorno. Fermarsi, scambiare qualche parola con loro, può sembrare poco in una vita ricca di relazioni. Chi vive per strada spesso invece non ha occasione di parlare con nessuno se non per chiedere aiuto - e a volte senza risposta - e non è mai chiamato per nome da nessuno. Il nome viceversa rappresenta la persona, la sua storia. Salutare, atto umano di civiltà, presentarsi, chiedere il nome e dire il proprio, spezzano il disprezzo di cui queste persone spesso sono circondate e sono segno di rispetto e di riconoscimento della loro dignità. Questo è il primo grande aiuto che possiamo dare a questi poveri: restituire loro la dignità di persone e l'attenzione che è loro dovuta proprio a causa delle dure condizioni in cui vivono.

Tutti, quando sono in difficoltà, hanno bisogno di qualcuno che gli dia una mano: chi vive per strada ha accumulato nella sua vita delusioni e fallimenti e si trova quotidianamente a combattere con problemi di difficile soluzione: quelli della sopravvivenza, del rapporto con gli altri, della intolleranza del mondo intorno. Avere qualcuno a cui chiedere aiuto e che sappia ascoltare senza pensare di conoscere già la soluzione è tanto raro quanto fondamentale.

Non è vero che chi vive così ha perso il desiderio di avere una vita normale, ma la grande quantità di problemi da affrontare e l'assenza di sostegno provocano una rassegnata disperazione che viene spesso scambiata per rifiuto. La fedeltà nell'amicizia e la  rispettosa ricerca di soluzioni concrete ai problemi di ciascuno permette di costruire un futuro migliore anche in situazioni dove un cambiamento sembra impossibile.

L'incontro umano e la vicinanza fedele e paziente, segno della tenerezza di Dio per i suoi piccoli, permettono di ritessere relazioni significative anche con persone che a causa dell'isolamento prolungato non sembrano inizialmente accettare volentieri un contatto o un aiuto concreto.

Amici per la strada

MEDIAGALLERY


 LEGGI ANCHE
• NEWS
27 Marzo 2017
ROMA, ITALIA

Anziani romani e migranti insieme per dire NO al razzismo

17 Marzo 2017
ROMA, ITALIA

I mediatori interculturali sono ponti a due sensi: aiutano gli immigrati ma anche le istituzioni italiane

IT | HU
15 Marzo 2017
ROMA, ITALIA

Immigrazione, Sant’Egidio inaugura con il ministro Fedeli due corsi universitari per mediatori interculturali

4 Marzo 2017
LUCCA, ITALIA

I Giovani per la Pace di Lucca e i profughi siriani incontrano il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

3 Marzo 2017
ITALIA

Incendio nella baraccopoli in Puglia: è inaccettabile la morte di due migranti africani

IT | ES | DE
11 Febbraio 2017

Decreto immigrazione, l'appello di Impagliazzo al Parlamento: ''Si ispiri a princìpi di umanità e integrazione''

tutte le news
• STAMPA
24 Marzo 2017
Corriere della Sera

Insinna: io sto con gli oppressi E diventa icona di Sinistra Italiana

17 Marzo 2017
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Andrea Riccardi: Le politiche sulle migrazioni devono partire dai giovani africani che usano Internet e il cellulare

11 Marzo 2017
La Repubblica - Ed. Genova

Raddoppiati i bambini tra i nuovi poveri

27 Febbraio 2017
L'huffington Post

Andrea Riccardi: Un anno di corridoi umanitari. L'integrazione protegge più dei muri

23 Febbraio 2017
Main-Post

Abschiebung in die Ungewissheit

13 Febbraio 2017
Roma sette

Migrantes e Sant’Egidio: delusione per interventi su migranti

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
31 Marzo 2017 | RAMACCA, ITALIA

Il Mediterraneo, le religioni e l'accoglienza: inaugurazione della mostra ''Migrants'' di Liu Bolin

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

La Comunità di Sant'Egidio e i poveri in Liguria - report 2015

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Le persone senza dimora a Roma

La povertà in Italia

tutti i documenti
• LIBRI

Trialoog





Lannoo Uitgeverij N.V

Dopo la paura, la speranza





San Paolo
tutti i libri

FOTO

1168 visite

1134 visite

1199 visite

1183 visite

1125 visite
tutta i media correlati