Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - i più giovani - adozioni a distanza - notizie ...n ruanda contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Notizie dalla casa famiglia di Butare, in Ruanda


 
versione stampabile

Notizie dalla casa famiglia di Butare, in Ruanda
11 febbraio 2011

Comunità di S.Egidio - Casa famiglia di Butare (Rwanda)La vita in strada è ormai solo un lontano ricordo per i 14 ragazzi che, sostenuti con le adozioni a distanza, vivono nella casa famiglia della Comunità di Sant'Egidio, a Butare, in Ruanda. Avevano perduto il legame con le loro famiglie per l'instabilità politica, lo spostamento di popolazioni, le ricorrenti violenze. La casa della Comuntià a Butare era stata, per tutti loro, un approdo in una realtà inimmaginabile: un luogo confortevole e ricco di calore umano. 

Quest'anno tutti - tranne uno, il più giovane, che ancora frequenta la scuola media - hanno superato brillantemente gliesami dell'istruzione di base e sono iscritti alle Scuole Superiori.

Gli stessi insegnanti sono stati stupiti di un così massiccio successo scolastico. Pochi infatti credevano che la loro vita sarebbe potuta cambiare in modo così radicale.

Le adozioni a distanza hanno permesso di ricostruire attorno a loro una famiglia che ha sperato e sognato per il loro futuro.

Oggi questi sogni cominciano a realizzarsi. Compreso quello di diventare giovani che comunicano e operano per la pace. In questo spirito, hanno iniziato ad occuparsi loro stessi, insieme ad altri giovani della Comunità di Sant'Egidio di Butare, dei bambini  - tanti - che vivono ancora per la strada nella loro città.

GALLERIA DI IMMAGINI
                      
   
 Comunità di S.Egidio - Casa famiglia di Butare (Rwanda)  Comunità di S.Egidio - Casa famiglia di Butare (Rwanda)
 

I più Giovani

MEDIAGALLERY



 

 

NEWS CORRELATE
6 Dicembre 2016
GINEVRA, SVIZZERA
Comunicato Stampa

Sant’Egidio diventa Osservatore permanente al Consiglio dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni


Firmato un Memorandum di intesa per promuovere e realizzare nuove attività di assistenza rivolte ai migranti in difficoltà
IT | PT
6 Dicembre 2016

A Natale aiuta una madre a far nascere un bambino sano: regala un'adozione a distanza!


Con la terapia offerta nei centri DREAM in Africa preveniamo la trasmissione del virus HIV al bambino
6 Dicembre 2016

Natale si avvicina! Prepariamo il pranzo con i poveri. Vuoi aiutarci? Ecco i luoghi dove portare il tuo regalo


I centri di raccolta della Comunità di Sant'Egidio a Roma e...
IT | ES | DE
6 Dicembre 2016

Il Pranzo di Natale della Comunità di Sant'Egidio: prepariamo insieme una tavola larga come il mondo


Tutti i modi per aiutare: i centri di raccolta dei regali, il Rigiocattolo, come donare, come contattarci
6 Dicembre 2016

Ospiti del 06/12/2016

6 Dicembre 2016

Tutti gli appuntamenti del Rigiocattolo per regalare un gioco a un bambino e un aiuto all'Africa

tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
5 Dicembre 2016
Corriere della Sera
La chiave sotto una campana di vetro. Misteriose opere di artisti disabili
4 Dicembre 2016
Planeta.ru
Рождество-2017 для бедных и бездомных людей
4 Dicembre 2016
Vatican Insider
Profughi, un nuovo corridoio umanitario con l’Etiopia
4 Dicembre 2016
Famiglia Cristiana
Andrea Riccardi: La scomparsa del leader Fidel e il giudizio della storia
3 Dicembre 2016
Avvenire
Corridoi umanitari, quota 500 Arrivano da Homs e Aleppo
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
Preghiera ecumenica e Cerimonia finale della Preghiera per la pace ad Assisi
Conferimento della Laurea honoris causa al Patriarca Bartolomeo I
Assemblea di apertura, intervento di Baleka Mbete

101 visite

98 visite

107 visite

107 visite

100 visite
tutta i media correlati

Per adottare a distanza un bambino ci si può rivolgere a:

Segreteria delle
adozioni a distanza
Comunità di Sant'Egidio
lun-gio-ven h.9,30-13.30
Tel. 06.5814217
oppure tramite e-mail

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri