Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - homeless - conarky ...t'egidio contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Conarky (Guinea) - Una lettera dei mendicanti di Conakry alla Comunità di Sant'Egidio


 
versione stampabile

Conarky (Guinea) - Lettera dei medicanti di Conakry alla Comunità
30 giugno 2011

Il 29 febbraio 2009, un gruppo di più di duecento mendicanti (tra i quali molti handicappati), con le loro famiglie e i loro bambini, furono cacciati dal Marché Niger, al centro di Conakry. Come avviene purtroppo in tante altre città europee, anche nella capitale della Guinea, la motivazione è stata quella di “preservare il decoro urbano”. I mendicanti furono caricati a forza su dei camion, le loro povere cose disperse, vennero portati all’estrema periferia e abbandonati a se stessi.

La Comunità di Sant'Egidio ha da più di dieci anni un forte legame di amicizia con questi poveri senza casa. P
roprio il giorno stesso dello sgombero, aveva richiesto al Ministero degli Affari Sociali di poter recuperare uno spazio per loro nella cosiddetta “Città della Solidarietà”, una struttura povera, in parte fatiscente, alla periferia di Conakry, nel quartiere di Taouyah.

Da allora, molte iniziative sono state prese dalla Comunità per sostenere e  per aiutare queste persone: il pozzo per l’acqua potabile, la sistemazione di alcune delle strutture della “Città della Solidarietà”, l’acquisto di ombrelloni per proteggerli dal sole e dalla pioggia, la scolarizzazione dei bambini, la scuola della pace, un costante aiuto sanitario; e poi vestiario e sostegno alimentare per tutti. Nell’estate del 2009, i mendicanti sono stati inseriti per sei mesi nel piano di aiuti per l’emergenza alimentare, promosso dall’Ambasciata italiana a Dakar.

In occasione di una recente visita, i mendicanti, che si sono costituiti in Associazione (ASHADESG:  Association des Handicapés Deminus Sociaux de Guinée) hanno voluto esprimere in una lettera la loro riconoscenza alla Comunità, per tutto ciò che è stato fatto per loro, ma soprattutto per la fedeltà a un’amicizia che dura ormai da più di dieci anni.

La lettera, letta davanti a tutti, con emozione  e con voce forte dal presidente dell’associazione Mamadou Diallo, parla della gioia per “le visite continue dei giovani della Comunità di Sant’Egidio”, che “ci aiutano da anni, e non si stancano di aiutarci e di stare con i nostri bambini per aiutarli a studiare”.

Esprime la “gioia di essere visitati, curati e aiutati da voi, noi che siamo stati cacciati e umiliati come degli estranei e mostrati così alla televisione nazionale”.

“Ogni anno – continua – siamo al pranzo di Natale, al quale siamo invece accompagnati come  ospiti d’onore”.

E si conclude con la richiesta a Dio “perché benedica la Comunità di Sant’Egidio e tutti i suoi giovani volontari che servono i poveri”.

 

ALTRE IMMAGINI  

MEDIAGALLERY


NEWS CORRELATE
14 Luglio 2016
ROMA, ITALIA

Il presidente della Guinea, Alpha Condé, visita Sant'Egidio: si parla di pace, di DREAM e di abolire la pena di morte


il cordiale incontro con Marco Impagliazzo
IT | ES | DE | CA
5 Luglio 2016

Pena di morte: un passo importante verso l'abolizione in Guinea-Conakry


Il ministro della Giustizia Cheik Sako annuncia la moratoria di diritto e ringrazia Sant’Egidio per aver sostenuto il processo in atto
IT | EN | ES | DE | FR | CA
31 Maggio 2016
CONAKRY, GUINEA

La Porta Santa della Misericordia nella prigione centrale di Conakry

IT | ES | DE | FR | PT | HU
8 Marzo 2016
MOSCA, RUSSIA

La memoria di Lilia e dei poveri morti per strada a Mosca

IT | EN | DE | FR | RU
23 Dicembre 2015
ROMA, ITALIA

E' l’isolamento sociale la prima causa della povertà. Misericordia vuol dire ricostruire le reti sociali


Il presidente di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo, ha presentato la 26° edizione della “Guida Michelin dei poveri”. I dati sulla povertà a Roma
22 Dicembre 2015
CONFERENZA STAMPA

INSIEME CONTRO L’ISOLAMENTO CHE CREA POVERTA’.


Dati e proposte per Roma e l’Italia: Il Natale della misericordia, la nuova Guida “DOVE mangiare, dormire, lavarsi” per chi non ha casa. Oggi, 11,30 Piazza Sant'Egidio 3 nella Sala della Pace
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
7 Dicembre 2016
Il Secolo XIX
Spettro povertà, l'aiuto riparta dalle periferie
1 Dicembre 2016
Il Piccolo
«Chi chiede l'elemosina è vittima di pregiudizi»
22 Novembre 2016
Giornale di Sicilia
«In difficoltà soprattutto gli anziani che per anni hanno aiutato figli e nipoti»
18 Ottobre 2016
Affari Italiani
A Roma non c'è spazio per i nuovi poveri. Mense affollate e pochi dormitori
7 Ottobre 2016
ASCA
Comunità di Sant'Egidio: nessuno è vaccinato contro la povertà
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

424 visite

227 visite

394 visite

241 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri