change language
vous êtes dans: home - l'oecum...dialogue - rencontr...tionales - munich 2011 contactsnewsletterlink

Soutenez la Communauté

  

Visite virtuelle de la crèche de Sant'Egidio : Jésus accueilli par les pauvres, les malades, les sans logis et les hommes de toutes confessions

Sant'Egidio et la Muhammadiyah signent à Djakarta un nouvel accord pour la paix et le dialogue interreligieux

une délégation de la Communauté menée par Marco Impagliazzo se trouve en Indonésie

Sant'Egidio au conseil de sécurité de l'ONU pour un point sur la République centrafricaine

Mauro Garofalo : "Le succès de ce premier désarmement garantit la crédibilité de l'ensemble du processus en actes"

Donner à manger aux personnes âgées au Mozambique : distribuitions d'aides alimentaires aux plus pauvres dans la ville de Beira

Aidons les réfugiés rohingyas au Bangladesh

La Communauté de Sant’Egidio lance une collecte de fonds pour envoyer des aides dans les camps de réfugiés au Bangladesh, en collaboration avec l’Eglise locale

Tous les textes de la rencontre #Pathsofpeace

L'assemblée d'inauguration de la rencontre internationale Chemins de Paix

Chemins de 2017 : tout sur la rencontre internationale des religions du monde pour la paix

Le programme, les intervenants et les événements en direct streaming

Global friendship, #MoreYouthMorePeace : le message et l’engagement des Jeunes pour la paix à Barcelone

rendez-vous l’année prochaine à Rome !
14/12/2017
Prière pour l'Église

La prière chaque jour


 
version imprimable
12 Septembre 2011 16:00 | Théâtre Cuvilliès - Münchner Residenz

I1 punto di vista di un umanista che si occupa di strategia - di Paolo Borzatta



Paolo Borzatta


Senior Partner de “The European House-Ambrosetti”, Italie

Sintesi per punti dell'intervento

Desidero portare il mio contributo partendo dalla mia esperienza professionale oltre che dalla mia convinzione di non credente.

La strategia si occupa di progettare come raggiungere nel modo migliore gli obiettivi che una società (istituzione, azienda, città, paese, ecc.) si é data. Una visione più
ampia dice che la strategia si occupa anche del come darsi quali obiettivi. In questo mio ragionamento seguo quest'ultima visione.

La convivenza tra diversi credenti e non credenti (umanisti ovvero un tipo diverso di non credenti) può essere affrontata da due punti di vista completamente diversi (non necessariamente alternativi).

I1 primo è quello delle "regole di convivenza", ovvero come fare per vivere in pace insieme nel migliore modo possibile. In questo caso il razionale è che ognuno possa raggiungere i propri obiettivi senza disturbarsi. A questo approccio fa capo la
discussione sul velo e sui simboli religiosi.

I1 secondo punto di vista - quello che a me interessa oggi - è quello del cercare di darsi un obiettivo comune da raggiungere insieme portando ognuno, vari credenti e umanisti, il contributo della propria esperienza e delle proprie convinzioni.

Questo credo sia il punto di vista più fecondo perchè costruisce qualcosa che è voluto e riconosciuto importante da tutti.

Inoltre proprio la strategia ci dice che una società riesce a definire meglio anche i propri meccanismi di funzionamento (le regole di convivenza ne sono una parte) se è chiaro e accettato l'obiettivo che la società si è data.

Questa è una grande opportunità per le società occidentali (e non solo) oggi.
L'Occidente è in declino e nel confronto con l'Asia oggi e forse con l'Africa domani non riesce ad avere incisività proprio perchè quelle società hanno obiettivi chiari (costruirsi una vita migliore - più ricca e più felice) che permettono di superare i
particolarismi e gli egoismi.

L'Occidente però ha saputo trovare "coesione" quando progettava e avviava la società moderna. Ha saputo esprimere una performance altissima nell'ultima parte del secolo scorso quando ha voluto costruire una società libera e ricca.

Oggi questi obiettivi sono raggiunti e quindi all'interno delle società occidentali si litiga come comari sulle regole e sulle conseguenti ripartizioni del "bottino" (economico e di potere): dai Tea Party negli Stati Uniti ai vari gruppi ultraconservatori e populisti (e spesso razzisti) dell'Europa.

La conseguenza è un malessere diffuso di cui l'estrema allegoria sono stati i moti di Londra e dell'lInghilterra di un mese fa. Come ha detto Cameron: "c'è qualcosa di storto nella nostra società"!

L'opportunità per credenti e umanisti è quindi di mettere mano insieme a un progetto di sviluppo dell'Occidente e delle sue società per produrre un nuovo concetto di società che credo debba avere tra i suoi fini la felicità degli uomini e la loro massima realizzazione, spirituale in primis.

La libertà reciproca e le regole di pacifica convivenza non sono quindi il fine della società, ma le necessarie premesse per progettare prima e realizzare poi la prima società "avanzata" (come altro chiamarla?) del nostro mondo.

I valori dei credenti e degli umanisti sono uno straordinario patrimonio ideale e spirituale che possono veramente "fare la differenza" nella progettazione delle basi di una società avanzata.

D'altro canto non possiamo (noi occidentali) competere con società povere nell'intensità di energia da immettere nel sistema per creare semplicemente ricchezza: loro sono affamati e la vogliono, noi l'abbiamo già e ci basterebbe difenderla.

L'Occidente è invece affamato d'altro: di uno scopo per costruire qualcosa e non solo per vivere.

 


{PROGRAMMA_BOX_PP}

NOUVELLES EN RELATION
24 Octobre 2011

L'Esprit d'Assise : 25 années de prière pour la paix

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
24 Juillet 2010

La prochaine rencontre de Prière pour la paix entre les religions mondiales se tiendra à Barcelone, en Espagne, du 3 au 5 octobre, sur le thème : "Famille de peuples, Famille de Dieu"

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL
20 Juillet 2016

Les religions mondiales retournent à Assise pour faire entendre la soif de paix des peuples


Présentation aujourd’hui de la rencontre internationale pour la paix qui se tiendra du 18 au 20 septembre, trente ans après la prière historique voulue par Jean-Paul II
IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL
14 Juin 2011

Dresde (Allemagne) : l'engagement pour la vie, la défense des Roms, les thèmes de Sant'Egidio au Kirchentag 2011 de l'Eglise protestante allemande

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
7 Mai 2011

Anvers (Belgique) - La manifestation "Ramer pour la paix" réunit des jeunes de toute origine ethnique, culturelle et religieuse

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
27 Mai 2010

Le synode de l'Eglise luthérienne soutient l'appel de la Communauté de Sant'Egidio pour de meilleures conditions de vie dans les prisons en Italie

IT | ES | DE | FR | PT | CA
toutes les nouvelles connexes

14/12/2017
Prière pour l'Église

La prière chaque jour