change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - sarajevo...o e pace contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani: perché tutti siano una cosa sola

Dal 18 al 25 gennaio le preghiere e gli incontri ecumenici con i cristiani delle diverse confessioni. Gli appuntamenti con Sant'Egidio

Emergenza freddo: in tutta Italia raccolta e distribuzione di coperte ai senza dimora

Come aiutare

 
versione stampabile
10 Settembre 2012 09:30 | Mayor Seminar of Sarajevo (Hall Paul VI)

Contributo Tep Vong



Tep Vong


Patriarca del buddismo cambogiano

Signore e signori,


é un grande privilegio ed un onore essere qui con voi tutti.
Siamo qui convenuti per esprimere la nostra unità, la nostra solidarietà e il nostro sentirci in comunione con i nostri amici provenienti da tutto il mondo a questo meeting. Lo ripeto sinceramente è per me un privilegio essere qui. Estendiamo a voi la nostra più profonda gratitudine per questo felice incontro al quale siamo arrivati da varie parti del mondo. Proveniamo da culture differenti ed abbiamo visioni del mondo diverse. Tuttavia, siamo una cosa sola nella nostra comune appartenenza al genere umano, pur parlando lingue e dialetti diversi e con differenti accenti. Siamo una cosa sola nella lingua del cuore.


Ci riuniamo per il bene delle persone di buona volontà, qualsiasi sia lo spirito o la tradizione religiosa cui appartengono. Cerchiamo un mondo in cui tutte le creature possano vivere nella gioia e in pace. Proprio condividendo le nostre diversità e differenze iniziamo a sentire la bellezza della nostra umanità comune. Crescendo nell’amicizia e nella comprensione reciproca realizziamo la nostra unità e la nostra comunione. La nostra unità, in maniera semplice, la possiamo trovare in tutti gli insegnamenti religiosi e da lì possiamo apprenderla. Sì, essa trova radici nella mente, una mente colta ed un cuore gentile ci portano a stare insieme e ci fanno rimanere vicini.
Dal punto di vista del Buddismo, la mente è il precursore, la parte più importante che aiuta a prendere le decisioni nella vita di ogni giorno. Negli insegnamenti buddisti è chiaro che l’età non è la prima preoccupazione, la mente è la cosa più importante.  Se una persona vive cento anni con una mente malvagia non è meglio di una che vive anche un solo giorno ma ha una mente ben disposta.


Allo stesso modo è un cuore gentile che ci permette di accogliere e di celebrare le nostre diversità e differenze.
Si dice che noi buddisti dobbiamo trovare il coraggio di uscire dai nostri tempi ed entrare nei tempi dell’esperienza umana, tempi che sono pieni di sofferenze. Buddha ci ha insegnato che la sofferenza ci può educare alla compassione. Compassione per la sofferenza dei nostri simili è di solito il primo passo sulla via della pace. La compassione deve esprimersi in azioni sagge, la saggezza e la compassione, infatti, camminano di pari passo. Siamo profondamente toccati dalle sofferenze che le persone hanno patito in ogni parte del mondo, è necessaria saggezza per poter evitare che ciò possa accadere di nuovo.  Quello che apprendiamo in questi giorni ci accompagnerà per sempre.


Come ci ha insegnato Buddha “il mondo è guidato dalla mente. E’ condotto da una parte e dall’altra dalla mente. La mente è quel fenomeno sotto il cui potere avviene ogni cosa”. Fintanto che la mente è ben educata e controllata in maniera profonda, si avranno pace, prosperità e felicità. Dunque, gli esseri umani sono legati l’un l’altro indipendentemente dall’età. In Cambogia si dice “Il vecchio bamboo genera il nuovo bamboo e di conseguenza quest’ultimo lo sostituirà. Tra i giovani e gli anziani c’è una grossa alleanza perché sono pilastri importanti della società che sostengono ogni cosa per il bene del mondo.
Possiamo diffondere la bellezza e la saggezza dei grandi insegnamenti religiosi attraverso le nostre azioni di saggezza e compassione.


Possano tutte le creature vivere nella gioia e in pace.


Vi ringrazio per la vostra attenzione.

Messaggio del papa per l'Incontro di Sarajevo
Benedetto XVI

Programma Italiano
PDF

PROGRAMMA DELLE DIRETTE WEB

NEWS CORRELATE
19 Gennaio 2017
ROMA, ITALIA

''L'amore di Cristo ci spinge verso la riconciliazione'': meditazione del pastore valdese Paolo Ricca


A Santa Maria in Trastevere per la settimana di preghiera per l'unità dei cristiani
17 Gennaio 2017

Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani: perché tutti siano una cosa sola


Dal 18 al 25 gennaio le preghiere e gli incontri ecumenici con i cristiani delle diverse confessioni. Gli appuntamenti con Sant'Egidio
IT | ES | DE
9 Gennaio 2017

Zygmunt Bauman: scompare un grande umanista impegnato nel dialogo tra laici e credenti sulla frontiera del vivere insieme e della pace

IT | EN | ES | DE | FR | RU
21 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

"Una luce accesa da Dio nella notte profonda del mondo" meditazione del pastore valdese Paolo Ricca


alla preghiera della Comunità di Sant'Egidio in Santa Maria in Trastevere. Testo e podcast
19 Novembre 2016

Il patriarca della Chiesa assira Mar Gewargis III visita Sant'Egidio: "Questa fraternità ci dà speranza"

IT | ES | DE | PT | CA | HU
4 Novembre 2016
LOME, TOGO

Lo Spirito di Assisi continua a soffiare in Africa: l'incontro ''Sete di Pace'' in Togo

IT | ES
tutte le news correlate

NEWS IN EVIDENZA
21 Gennaio 2017 | LONDRA, REGNO UNITO

Londra: dagli artisti disabili una proposta di arte per connettere mondi diversi

20 Gennaio 2017 | ROMA, ITALIA

Le memorie dei beati martiri di Pariacoto, in Perù, affidate alla basilica di San Bartolomeo all'Isola


Michał Tomaszek e Zbigniew Strzałkowski, i due giovani frati missionari uccisi nel 1991 in Perù dai guerriglieri ''perché predicavano la pace alla gente''. Ieri la cerimonia di consegna delle memorie.
IT | DE
19 Gennaio 2017 | ROMA, ITALIA

''L'amore di Cristo ci spinge verso la riconciliazione'': meditazione del pastore valdese Paolo Ricca


A Santa Maria in Trastevere per la settimana di preghiera per l'unità dei cristiani

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
14 Dicembre 2016
Vatican Insider
S.Egidio firma un protocollo con i Carabinieri su pace e diritti umani
28 Novembre 2016
FarodiRoma
La preghiera per la pace da Wojtyla a Bergoglio in un libro di Paolo Fucili
18 Novembre 2016
Avvenire
Il convegno. Cattolici ed evangelici il dialogo «del fare»
18 Novembre 2016
L'Osservatore Romano
Insieme per la pace
18 Novembre 2016
SIR
Ecumenismo: mons. Spreafico, “una spinta per le nostre Chiese ad uscire”
tutta la rassegna stampa correlata

LIBRI
La parola di Dio ogni giorno 2017



San Paolo
Martiri d'Albania (1945-1990)



La Scuola
altri libri

21/01/2017
Vigilia del giorno del Signore

Preghiera ogni giorno


COME SEGUIRE L'EVENTO
Sarajevo 2012

Si Ringrazia