Riccardi Andrea: en la web

Riccardi Andrea: en las redes sociales

Riccardi Andrea: revista de prensa

change language
usted está en: home - noticias cómo contactarnosnewsletterlink

Sostiene la Comunidad

  
16 Abril 2013 | ROMA, ITALIA

La belleza de la integración: la tradicional fiesta sikh de Baisakhi por las calles de la capital

"Venimos de países y religiones diferentes, vivimos en Italia y nos sentimos responsables de este país: juntos italianos e inmigrantes"

 
versión para imprimir

Vaisakhi è una festa popolare celebrata in tutto il subcontinente indiano settentrionale anche da indu e buddisti. Ricorda la nascita della religione ed è una delle cinque feste più importanti del sikhismo, cade verso la metà di aprile ed è occasione, secondo l’antico calendario della festa della primavera, per ringraziare dei raccolti agricoli ottenuti.
La religione Sikh è monoteista e nasce nel XV secolo in India. La parola sikh deriva dal sanscrito e significa "discepolo”. Vaisakhi  ricorda pure la creazione nel 1699 da parte del Guru (guida spirituale) Gobind Singh della Khalsa Panth cioè la confraternita dei puri dediti all’osservanza rigorosa dei principi della religione.

In Italia vivono circa 80.000 indiani di religione Sikh, per numero di presenze è la seconda comunità in Europa dopo la Gran Bretagna. E’ una comunità molto laboriosa conosciuta per le capacità e la cura verso l’agricoltura e la zoofilia.
Negli ultimi anni vanno aumentando i ricongiungimenti familiari e molti sono i giovani di seconda generazione. Alla festa ha partecipato qualche migliaio di fedeli con i loro coloratissimi abiti tradizionali e i turbanti, hanno formato una processione dietro a un carro in cui viene trasportato, tra la devozione di tutti, il Libro Sacro.
Molti fedeli accompagnano il corteo a piedi scalzi, gruppi di devoti precedono il corteo spazzando la strada e spruzzando liquidi disinfettanti e profumanti.
Ai lati  giovani sikh offrono ai passanti frutta fresca e secca, succhi di frutta, caramelle e bevande fresche in segno di accoglienza e di servizio.  In questo periodo, in tutta Italia, varie comunità sikh svolgono queste celebrazioni.

L'amicizia tra la Comunità di Sant'Egidio e la comunità dei Sikh è di lunga data, nasce con la frequentazione della scuola di lingua e cultura italiana a Ladispoli di un gruppo di lavoratori agricoli della zona ed è cresciuta in questi anni con le visite al tempio Sikh, la partecipazione alle marce della Pace del 1 Gennaio e alle assemblee organizzate da "Genti di Pace" sui temi della convivenza (alcune a seguito di aggressioni razziste di cui sono stati vittime), sulle leggi per le regolarizzazioni, per il ravvedimento operoso e la cittadinanza.

L’ami

cizia si è allargata a tutta la Comunità Sikh in Italia con la visita di una delegazione di Genti di Pace al Tempio che costruito - seguendo il modello dell’architettura sikh - nella zona di Novellara (Reggio Emilia) e a Cremona, dove recentemente è stato inaugurato il tempio più grande d’Europa.

La Comunità Sikh collabora con Genti di Pace alle iniziative per il dialogo e l’amicizia tra le genti, condivide l’impegno civile e per il cambiamento della legge della cittadinanza.
Tradizionale è la partecipazione alla festa di Vaisakhi degli studenti provenienti da vari paesi della Scuola di lingua e cultura Italiana della Comunità. E’ una occasione importante per tutti per conoscere la religione, la cultura e le tradizioni dei Sikh. 

A nome di Genti di Pace, Zeinab Ahmed Dolal, italiana originaria dell'Etiopia, ha detto: “Veniamo da paesi e religioni diverse, viviamo in Italia e ci sentiamo responsabili di questo paese, con i cittadini italiani stiamo vivendo questo tempo di crisi che colpisce tutti. Noi vogliamo uscirne fuori insieme. La crisi si vince con la solidarietà: italiani e immigrati insieme per costruire un futuro più giusto per noi e per i nostri figli”.

Anche Mario Marazziti ha ricordato e ringraziato per il sacrificio di molti soldati Sikh che nella Seconda guerra mondiale combatterono con le truppe alleate per la liberazione dell’Italia e dell’Europa dall’occupazione nazista.


 LEA TAMBIÉN
• NOTICIAS
30 Noviembre 2016

El 30 de noviembre EN DIRECTO desde el Coliseo la campaña mundial de Ciudades por la vida en contra de la pena de muerte

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
15 Octubre 2016
ROMA, ITALIA

Acto de recuerdo de la deportación de los judíos romanos que tuvo lugar el 16 de octubre de 1943: una raíz de humanidad contra la indiferencia

IT | ES | DE | FR | PT | RU
23 Junio 2016

Morir de esperanza: Oración en recuerdo de las víctimas de los viajes hacia Europa.

IT | ES | FR | PT | CA
1 Junio 2016
ROMA, ITALIA

Llamamiento de Sant'Egidio: pedimos a todo el mundo una nueva mentalidad, atención en casa y una red de protección para los ancianos

IT | ES | FR | HU
31 Mayo 2016
ROMA, ITALIA

Ancianos: quedarse en casa es un derecho. Guía online e iniciativas para proteger a los más frágiles del calor que está llegando

IT | ES
12 Febrero 2016
BARCELONA, ESPAÑA

La Escuela de la paz, testimonio de convivencia en la periferia

IT | ES | DE | CA
todas las noticias
• PRENSA
5 Diciembre 2016
Corriere della Sera

La chiave sotto una campana di vetro. Misteriose opere di artisti disabili

3 Diciembre 2016
FarodiRoma

Disabilità. Sant’Egidio inaugura a Ostia “La forza degli anni"

1 Diciembre 2016
Avvenire

Città illuminate contro il buio delle esecuzioni

1 Diciembre 2016
Roma sette

Anche Roma tra le “Cities for life”, contro la pena capitale

30 Noviembre 2016
Radio Vaticana

Pena di morte, Sant’Egidio: oggi oltre 2.100 città del mondo si mobilitano per “Cities for Life 2016”

29 Noviembre 2016
Il Messaggero

Piano freddo in ritardo, l'allarme dei volontari: «Nessuna convocazione»

todos los comunicados de prensa
• DOCUMENTOS

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Guida DOVE Mangiare, dormire, lavarsi - Roma 2016

"Non rassegnamoci al declino di Roma": l'intervento di Marco Impagliazzo alla manifestazione Antimafia Capitale

Le persone senza dimora a Roma

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

todos los documentos
• LIBROS

Le città vogliono vivere





Giuliano Ladolfi Editore

Trialoog





Lannoo Uitgeverij N.V
todos los libros

FOTOS

313 visitas
todos los medios de comunicación afines

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri