Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
25 Novembre 2014

"Pace, accoglienza, dignità della persona e del lavoro nel messaggio del papa all'Europa"

Marco Impagliazzo commentando le parole di papa Francesco a Strasburgo: per dare speranza al futuro riscoprire le radici ideali e rispettare la dignità di tutti. L’esempio positivo del rifiuto della pena di morte

 
versione stampabile

“Nel cordiale messaggio di speranza e di incoraggiamento che papa Francesco ha rivolto oggi all’Europa ho ritrovato con rinnovata gratitudine alcuni temi del discorso che il vescovo di Roma rivolse alla nostra Comunità nel corso della sua visita lo scorso 15 giugno. Anche allora il papa si rivolgeva ad un'Europa 'stanca', 'invecchiata', e la esortava a ritrovare le proprie radici per ringiovanirsi combattendo la 'cultura dello scarto' e rivitalizzando le sue energie più nascoste, compresi i giovani, gli anziani, i migranti”. Così il presidente della Comunità di Sant’Egidio Marco Impagliazzo, commentando i due discorsi pronunciati oggi da papa Francesco nel corso della visita a Strasburgo al Parlamento Europeo e al Consiglio d’Europa.

“Oggi il papa sa di rivolgersi ancora ad un’Europa ferita, stanca e pessimista – ha proseguito Impagliazzo –; ma la invita a non darsi per vinta, indicando nel recupero dei propri valori originari la via per tornare a svolgere un ruolo fondamentale in un mondo globalizzato, che rischia di smarrire i suoi ideali di fronte al prevalere di tecnicismi burocratici, pressione del potere finanziario, sordità di fronte alle emergenze del momento: la pace, un bene da conquistare continuamente, la salvaguardia dei diritti umani, la tutela della dignità della persona e del lavoro, il terrorismo di matrice religiosa, il traffico di esseri umani, le migrazioni. Con la denuncia della ‘globalizzazione dell’indifferenza’ e con l’appello ad una libertà responsabile che tenga viva la democrazia dei popoli europei fondandola sui principi di solidarietà e sussidiarietà, torniamo alle origini del magistero di Francesco. Ricordo che la denuncia della globalizzazione dell’indifferenza fu lanciata per la prima volta da papa Francesco l’8 luglio del 2013 davanti alle vittime del naufragio di Lampedusa: una ferita che ancora sanguina nella coscienza dell’Europa”.

“Facciamo nostro – ha concluso Impagliazzo – l’appello del papa ad evitare che il Mediterraneo diventi un grande cimitero; chiediamo all’Europa di programmare un’accoglienza generosa e responsabile, di mettere in campo tutte le sue energie per far sì che la legittima tutela dei propri cittadini non pregiudichi il dovere dell’accoglienza di chi fugge da situazioni di conflitto, dalla miseria, dalla fame. Già oggi l’Europa dei diritti è l’unico continente senza pena di morte: un esempio positivo. Continuando su questa strada e tornando ad essere se stessa, l’Europa potrà contribuire a dare speranza al futuro”.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
12 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Giubileo degli emarginati: Papa Francesco chiede perdono ai poveri a nome di tutti i cristiani

IT | ES | DE | FR | PT | HU
11 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Aids, il Premio Feltrinelli al programma DREAM ''per un'impresa eccezionale di alto valore morale e umanitario''

8 Novembre 2016
MADRID, SPAGNA

A Sant'Egidio la chiesa della Madonna de las Maravillas a Madrid: una casa di preghiera aperta a tutta la città

IT | ES | DE | FR | PT
2 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Firmato l'Accordo di amicizia tra Sant'Egidio e Rissho Kosei-kai: dialogo e passione per le sfide del nostro tempo

IT | ES | DE | FR | PT | RU
12 Ottobre 2016

Le parole di un testimone del 1986: il card. Stanislao Dziwisz si unisce alla preghiera per la pace nello spirito di Assisi

IT | ES | DE | PT
8 Ottobre 2016

Lettera del Patriarca Ecumenico Bartolomeo a Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant'Egidio

IT | EN | ES | DE
tutte le news
• STAMPA
1 Dicembre 2016
Famiglia Cristiana

Non solo aborto, nella lettera anche poveri e Bibbia

26 Novembre 2016
Notizie Italia News

Commenti: La novità del primo papa della globalizzazione

25 Novembre 2016
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Andrea Riccardi: Francesco è il primo Papa globale. Vuole una Chiesa larga, misericordiosa e attrattiva

22 Novembre 2016
L'Eco di Bergamo

«Bibbia testo prezioso, leggiamolo di più»

20 Novembre 2016
Avvenire

Marco Impagliazzo: Non consegniamoci alle post-verità

17 Novembre 2016
Famiglia Cristiana

Andrea Riccardi: Trump presidente, ma papa Francesco....

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
23 Novembre 2016

Migranti: il Premio Galileo 2000 alla Comunità di Sant'Egidio

2 Novembre 2016 | ROMA, ITALIA

Firma dell'Accordo di Amicizia tra la Rissho Kosei-kai e la Comunità di Sant’Egidio

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• NO PENA DI MORTE
4 Ottobre 2015
STATI UNITI

Il Governatore del Missouri commuta la condanna di Kimber Edwards

24 Settembre 2015
STATI UNITI

Papa Francesco al Congresso Usa: “Abolite la pena di morte. La vita è sacra!"

25 Marzo 2015
GIAPPONE

Messaggio a 1 anno dalla liberazione di Iwao Hakamada

2 Luglio 2014

Sant'Egidio nella "task force" per la lotta alla pena di morte istituita dal governo italiano per il semestre europeo

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Intervista a Papa Francesco in occasione del viaggio apostolico in Svezia

Non muri ma ponti: il messaggio di Andrea Riccardi al 4° congresso di 'Insieme per l'Europa'

Marco Impagliazzo: Il sogno di un'Europa che promuova la società del vivere insieme e la pace

Walter Kasper

Laudatio per il prof. Andrea Riccardi in occasione del conferimento del Premio Umanesimo 2016 a Berlino

Saluto di Marco Impagliazzo al termine della liturgia per il 48° anniversario della Comunità di Sant’Egidio

tutti i documenti
• LIBRI

Uno sguardo su Cuba. L'inizio del dialogo





Francesco Mondadori

Comprendre le pape François





DDB
tutti i libri

FOTO

148 visite

155 visite

170 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri