Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
11 Febbraio 2004

S.Francisco (USA) Il programma DREAM contro l’AIDS presentato alla C.R.O.I., l'11° Conferenza Internazionale sui Retrovirus e le Infezioni Opportunistiche

 
versione stampabile

Si tiene in questi giorni a San Francisco dall’8 all’11 febbraio, l’undicesima conferenza internazionale su i retrovirus e le infezioni opportunistiche: CROI (Conference on Retroviruses and Opportunistic Infection). E’ considerato uno dei maggiori appuntamenti scientifici mondiali, per alcuni il più importante, su quanto si sta facendo nel mondo contro l’AIDS. E’ il punto scientifico annuale sulle difficoltà e i progressi internazionali contro la pandemia.

Una delegazione della Comunità di Sant’Egidio formata dal prof. Leonardo Palombi e dai medici e ricercatori Gianni Guidotti e Giuseppe Liotta è al CROI per presentare i principali risultati del Programma DREAM (Drug Resource Enhancement against AIDS and Malnutrition), il cui main sponsor e partner sono il Gruppo UniCredit e la Fondazione Unidea), che in due anni è diventata la seconda esperienza nell’Africa sub-sahariana per numero di persone in assistenza e terapia (rispettivamente 7000 e 3000, su un totale di 70 mila in tutto il continente), e la prima per percentuali di successo nell’interrompere la trasmissione del virus da madre sieropositiva a bambino (97-98%), di aderenza alla terapia nel tempo (94%) e sopravvivenza anche in casi di AIDS conclamato (90%).

Alla conferenza CROI, dove partecipano circa 3000 scienziati, ricercatori e operatori da tutto il mondo, sono state accettate, dall’Europa non di lingua inglese, solo tre relazioni, due dall’Italia (DREAM/Sant’Egidio e San Raffaele, con un intervento non relativo all’Africa) e una dalla Francia. Da altri paesi europei, come Spagna e Germania, sono state accettate solo comunicazioni brevi su poster. Alla Comunità di Sant’Egidio e alla sua esperienza di cura in Africa, oltre alla relazione in assemblea generale è stato chiesto anche un contributo sotto forma di poster su altri aspetti della terapia e dell’organizzazione del programma, che si caratterizza per la sua replicabilità in altre zone dell’Africa, dopo essere stato messo a punto in Mozambico con efficacia. DREAM si sta estendendo in queste settimane, dal Mozambico ad Angola, Tanzania, Guinea Bissau, Guinea Conakry, Malawi, Sudafrica e Swaziland.

Mercoledì 11 febbraio nella sessione ”Global Aids :Epidemiology, Virology, and Clinical Aspect.”, il Prof. Leonardo Palombi parlerà sul tema “Un anno di Haart in Mozambico: sopravvivenza, risultati virologici ed immunologici di DREAM, il programma per adulti e bambini in Mozambico”

Il secondo lavoro che viene in questi giorni presentato, nella sessione Mother to Child Trasmission, ha per titolo “Results from DREAM program in Mozambique”.

Su richiesta degli organizzatori, 
Mercoledì 11 febbraio si terrà al Moscone Center di San Francisco, sede della Convention on AIDS
una
Conferenza stampa
sul modello africano
di cura dell’AIDS
della Comunità di Sant’Egidio.

L’invito rappresenta un riconoscimento internazionale importante del lavoro della Comunità di Sant’Egidio in Mozambico e negli altri paesi africani dove DREAM comincia ad espandersi ed è la conferma di un modello efficace anche dal punto di vista scientifico.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Dicembre 2016

A Natale aiuta una madre a far nascere un bambino sano: regala un'adozione a distanza!

IT | ES
1 Dicembre 2016

1 dicembre, Giornata Mondiale contro l'AIDS 2016. Per il futuro dell'Africa

IT | DE | FR | HU
23 Novembre 2016
GOMA, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

Floribert, giovane martire della corruzione: aperta ufficialmente la causa di beatificazione dal vescovo a Goma

IT | ES | DE | FR | PT | HU
21 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Pace in Centrafrica: i leader religiosi di Bangui a Sant'Egidio rilanciano la piattaforma per la riconciliazione

IT | ES | DE | FR | PT | CA
19 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Centrafrica: incontro lunedì a Sant’Egidio. Dissociare le religioni dalla guerra e lanciare un modello di riconciliazione

IT | ES | FR | PT | CA
18 Novembre 2016
ABIDJAN, COSTA D'AVORIO

Costa d'Avorio, il pellegrinaggio dei bambini delle bidonvilles di Abidjan al termine del Giubileo

IT | ES | DE
tutte le news
• STAMPA
1 Dicembre 2016
Zenit

Africa: 300mila sieropositivi curati da Sant’Egidio

11 Novembre 2016
Radio Vaticana

Aids in Africa: premiato progetto Dream di Sant'Egidio

10 Novembre 2016
Vatican Insider

Aids, il Premio “Antonio Feltrinelli” dell’Accademia dei Lincei al programma DREAM di S.Egidio

20 Settembre 2016
L'Eco di Bergamo

Il grido di dolore dell'Africa: «Aiuti ma anche pari dignità»

19 Settembre 2016
Notizie Italia News

Vivere insieme tra religioni diverse: la speranza viene dal cuore dell’Africa

6 Settembre 2016
Roma sette

In un libro la vita delle Saveriane italiane uccise in Burundi

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
31 Ottobre 2014

Inaugurata a Bukavu la campagna "Città per la vita"

12 Ottobre 2014
All Africa

Africa: How the Death Penalty Is Slowly Weakening Its Grip On Africa

20 Settembre 2014

Ciad: il nuovo codice penale prevede l'abolizione della pena di morte

20 Settembre 2014
AFP

In Ciad rischio criminalizzazione gay, ma abolizione pena morte

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Burkina Faso - La Paix est l'avenir: Rencontre des religions pour la paix

Comunicato stampa contro i linciaggi in Mali

The Goal of a DREAM

Dichiarazione dell'Unione Africana sul Patto Repubblicano firmato a Bangui

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

Impagliazzo Marco

Marco Impagliazzo: Afrique: terre d’opportunités

tutti i documenti
• LIBRI

Eine Zukunft für meine Kinder





Echter Verlag
tutti i libri

FOTO

1346 visite

1366 visite

1323 visite

1333 visite

1257 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri