Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
24 Gennaio 2015 | GENOVA, ITALIA

Il vescovo armeno di Damasco: "Non chiudiamoci, noi cristiani possiamo convivere con l'Islam"

Il vescovo Armash Nalbandian, a Genova con la Comunità di Sant'Egidio per la settimana di preghiera per l'unità dei cristiani, ha parlato dei cristiani in Siria e ha ricordato la strage degli armeni

 
versione stampabile

«La tolleranza non è abbastanza. La vendetta non è giusta. E neanche rinchiudersi in un ghetto è la soluzione. I cristiani devono prendere consapevolezza del ruolo che hanno avuto e che possono ancora avere nella convivenza con l’Islam in Medio Oriente».

A pochi mesi dal centenario del genocidio degli armeni, il vescovo armeno ortodosso di Damasco, Armash Nalbandian, ha portato in Italia la testimonianza dei cristiani siriani e ha provato a ragionare sul futuro, senza nascondere che quello che è in atto nel suo Paese «è come un nuovo genocidio». L’occasione è stata la conferenza “A 100 anni dal genocidio degli armeni una testimonianza dalla Siria in guerra”, organizzata a Genova dalla Comunità di Sant’Egidio, in occasione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, e seguita da una preghiera ecumenica nella basilica dell’Annunziata.

Il vescovo Nalbandian proviene da una delle comunità cristiane più antiche e da un paese, la Siria, con una lunga storia di convivenza interreligiosa, in cui «i cristiani non si sentono un corpo estraneo». Ha raccontato delle conseguenze del Medz Yeghern – il "Grande Male", quando vennero massacrati un milione e mezzo di armeni e 500 mila siriaci – del vuoto che si costruì attorno al suo popolo, del silenzio del mondo, delle difficoltà attuali a riconoscere l’entità del dramma.

A fine aprile, a un secolo esatto dagli episodi più cruenti dell’eccidio, la Chiesa armena canonizzerà i martiri del genocidio «santi per la pace e per la patria». Un modo per portare luce su vicende dolorose e tragicamente ignorate dalla comunità internazionale, ma anche per riflettere sulle sofferenze attuali delle donne e degli uomini in Medio Oriente: la Siria, ha raccontato il Primate di Damasco, è devastata da un conflitto lacerante – con rapimenti, stragi, fughe in massa – che in quattro anni ha distrutto 85 chiese, 1800 moschee e lasciato senza casa circa otto milioni di siriani. «Oggi più di quattro milioni di nostri concittadini vivono delle elargizioni del World Food Program – ha spiegato – in un paese che per anni è stato completamente autosufficiente: le vittime non siamo solo noi cristiani, ma tutti gli abitanti della Siria».

A Genova, il vescovo ha visitato anche la chiesa di San Bartolomeo degli Armeni, dove ha pregato di fronte alla veneratissima icona del Santo Volto e ha incontrato alcuni armeni “figli della diaspora”. «Siamo un piccolo gregge – ha spiegato congedandosi – ma io non sono spaventato dalle sfide. Abbiamo un’arma potente che è la preghiera: continuate a pregare per noi».


 LEGGI ANCHE
• NEWS
19 Gennaio 2017
ROMA, ITALIA

''L'amore di Cristo ci spinge verso la riconciliazione'': meditazione del pastore valdese Paolo Ricca

17 Gennaio 2017

Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani: perché tutti siano una cosa sola

IT | ES | DE
9 Gennaio 2017
VENTIMIGLIA, ITALIA

Non smetteremo mai di accogliere! I Giovani per la Pace con i profughi a Ventimiglia

21 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

"Una luce accesa da Dio nella notte profonda del mondo" meditazione del pastore valdese Paolo Ricca

19 Novembre 2016

Il patriarca della Chiesa assira Mar Gewargis III visita Sant'Egidio: "Questa fraternità ci dà speranza"

IT | ES | DE | PT | CA | HU
8 Ottobre 2016

Lettera del Patriarca Ecumenico Bartolomeo a Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant'Egidio

IT | EN | ES | DE
tutte le news
• STAMPA
19 Gennaio 2017
ANSA

Coperte per senzatetto raccolte a Genova

2 Gennaio 2017
Il Secolo XIX

Marcia della pace, in 1.500 con i profughi

1 Gennaio 2017
La Repubblica - Ed. Firenze

Genova, anche i migranti alla marcia della pace di Sant'Egidio

31 Dicembre 2016
Il Secolo XIX

La pace è un cantiere aperto che attende i suoi artefici

26 Dicembre 2016
Ristretti Orizzonti

Genova: i cenoni in trasferta di Sant'Egidio, festa con migranti e detenuti

18 Dicembre 2016
ANSA

Natale,appello S.Egidio generosità città

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

La Comunità di Sant'Egidio e i poveri in Liguria - report 2015

La Guida Dove mangiare, dormire, lavarsi - Genova 2016: alcuni dati

Guida DOVE Mangiare, dormire, lavarsi - Genova 2016

Milano 2015: Preghiera e incontri ecumenici con i poveri

Saluto del Patriarca di Mosca e di tutte le Russie, Kirill, al prof. Andrea Riccardi in occasione dell’udienza del 31 ottobre 2014

tutti i documenti
• LIBRI

Il martirio degli armeni





La Scuola

La strage dei cristiani





Edizioni Laterza
tutti i libri

VIDEO FOTO
1:38
Paolo VI e Athenagoras - lo storico incontro
1:21
Sant'Egidio a Gerusalemme

329 visite
tutta i media correlati