Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
9 Aprile 2015 | ROMA, ITALIA

La Pasqua è entrata al CIE di Ponte Galeria

Per la prima volta, uomini e donne ospiti del centro, hanno potuto partecipare insieme alla liturgia di Pasqua

 
versione stampabile

Per la prima volta, domenica 5 aprile, uomini e donne ospiti del centro hanno potuto partecipare insieme alla liturgia di Pasqua.
La liturgia, si è svolta nella mensa delle donne, ed è stata celebrata da Don Emanuele Giannone, responsabile della Caritas della Diocesi di Porto-Santa Rufina.  Ha raccolto insieme circa 50 persone trattenute nel centro di identificazione ed espulsione, insieme a un folto gruppo della Comunità di Sant’Egidio e agli operatori del centro.

L’annuncio della Resurrezione è stato accolto con i canti del coro composto da nigeriane, cinesi, rom e da uomini e donne di vari paesi dell’Europa dell’Est e dell’America Latina. Il Vangelo è stato proclamato in diverse lingue in un clima di grande attenzione. In molti annuivano e rispondevano alle domande che Don Emanuele poneva nella sua predicazione, parlando dell’amore materno delle donne che vanno al sepolcro.

Come accade spesso in questi momenti di festa, le persone trattenute nel centro confidano la nostalgia e la pena per le famiglie e i figli lasciati a casa, la disperazione e la paura del rimpatrio e, per chi esce dal carcere, la voglia di cominciare una nuova vita.  Mario Marazziti vice presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sui Cie e i Cara ha visitato gli alloggi dei trattenuti e ha raccolto testimonianze delle loro situazioni.
Dopo la liturgia di Pasqua a tutti gli ospiti del Cie è stato offerto un rinfresco pasquale e tra canti, balli la festa è arrivata, anche nel settore maschile dove ad attendere c’erano gli uomini provenienti da Marocco, Algeria, Bangladesh e diversi paesi africani. Alla fine è stato donato a tutti un fiore che, come ha detto un ragazzo marocchino, rappresenta la pace da curare e far crescere nel cuore.

Da quando il tempo di permanenza massimo  nei CIE è stato portato a tre mesi, il clima nel centro è migliorato. La scuola e i colloqui che svolgiamo ogni sabato sono un punto di partenza per chi uscirà, una nuova possibilità di integrazione che continua poi nelle nostre scuole  e nel movimento Genti di Pace in tutta Italia.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Dicembre 2016
GINEVRA, SVIZZERA

Sant’Egidio diventa Osservatore permanente al Consiglio dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

IT | ES | DE | FR | PT
30 Novembre 2016

Il 30 novembre DIRETTA STREAMING dal Colosseo di Città per la Vita contro la pena di morte

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
21 Ottobre 2016

Immigrazione: diminuiscono gli arrivi per lavoro (che non c'è), crescono integrazione e cittadinanza

15 Ottobre 2016
ROMA, ITALIA

Memoria della deportazione degli ebrei romani del 16 ottobre 1943: una radice di umanità contro l'indifferenza

IT | ES | DE | FR | PT | RU
25 Agosto 2016
VILLA LITERNO, ITALIA

Memoria di Jerry Masslo, nell'anniversario della sua uccisione, nel 1989

10 Agosto 2016
VENTIMIGLIA, ITALIA

Accoglienza è ... insegnare il francese ai migranti alla frontiera di Ventimiglia. Lo fanno i Giovani per la Pace di Genova

IT | FR | HU
tutte le news
• STAMPA
5 Dicembre 2016
Corriere della Sera

La chiave sotto una campana di vetro. Misteriose opere di artisti disabili

3 Dicembre 2016
FarodiRoma

Disabilità. Sant’Egidio inaugura a Ostia “La forza degli anni"

1 Dicembre 2016
Avvenire

Città illuminate contro il buio delle esecuzioni

1 Dicembre 2016
Roma sette

Anche Roma tra le “Cities for life”, contro la pena capitale

30 Novembre 2016
Radio Vaticana

Pena di morte, Sant’Egidio: oggi oltre 2.100 città del mondo si mobilitano per “Cities for Life 2016”

29 Novembre 2016
Il Messaggero

Piano freddo in ritardo, l'allarme dei volontari: «Nessuna convocazione»

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Guida DOVE Mangiare, dormire, lavarsi - Roma 2016

"Non rassegnamoci al declino di Roma": l'intervento di Marco Impagliazzo alla manifestazione Antimafia Capitale

Le persone senza dimora a Roma

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

tutti i documenti
• LIBRI

La resistenza silenziosa





Guerini e Associati

Johannes Paul II.





Echter Verlag
tutti i libri

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri