Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
21 Luglio 2004

Tre bambini dall'Uganda in Italia per cure mediche grazie alla campagna "Immagina un mondo senza bambini soldato" realizzata dalla Comunità di Sant'Egidio e dal Comune di Roma

 
versione stampabile

Sabato 17 luglio sono arrivati a Roma tre ragazzi da Gulu (Uganda), che hanno riportato ferite gravi durante la guerra e saranno curati in Italia grazie alla campagna che i giovani di Città Scuola Parola hanno portato avanti nel 2003 dal titolo 'IMMAGINA UN MONDO SENZA BAMBINI SOLDATO'.

Il 4 febbraio 2003 i giovani avevano presentato al Sindaco di Roma, Walter Veltroni, 11.000 firme, raccolte nei licei, durante una campagna di sensibilizzazione effettuata a Roma, Firenze, Milano, Genova, Livorno, Trieste, Padova, e Palermo. Nell'appello si richiamava l'attenzione sul dramma dei 300.000 bambini soldato che attualmente combattono in diversi paesi del mondo, si chiedeva l'impegno delle istituzioni locali per la riduzione della vendita delle armi leggere nei paesi in conflitto e infine si proponeva l'adozione di alcuni bambini soldato da parte dei Comuni italiani. In quell'occasione il Sindaco si è impegnato a far venire a Roma tre ragazzi che avessero bisogno di cure mediche che non era possibile ottenere nei loro paesi.

I tre ragazzi arrivati a Roma grazie a questo progetto sono stati duramente colpiti dalla terribile guerra civile che affligge l'Uganda del Nord da 17 anni.  Tutti e tre hanno perduto le famiglie nel corso della guerra e sono ospiti di religiosi missionari.

Due di loro saranno curati presso l'Ospedale di Pisa, grazie alla collaborazione tra la Comunità di Sant'Egidio, la Regione Toscana, il Comune di Roma, l'Azienda Ospedaliera Pisana e l'Istituto Redini e dovranno trascorrere un lungo periodo in Italia per la riabilitazione. Un'altro sarà operato presso il Policlinico Umberto I di Roma. Nell'intervallo tra un ricovero e l'altro i tre ragazzi saranno ospiti della 'Tenda di Abramo', la casa di accoglienza per rifugiati che è stata recentemente inaugurata dalla Comunità

Letizia Quintas

______________________
L'Appello

 

Comunità di Sant’Egidio
Città Scuola Parole
 

 

Immagina un mondo senza bambini soldato

 

 -         Nel mondo 300.000 bambini sono impegnati a combattere nelle guerre (dati ONU).

 

 -         I bambini e le bambine imparano presto ad usare le armi leggere, automatiche, che costano relativamente poco.

 

 -         L’utilizzo dei bambini soldato è, tra l’altro, una delle forme più drammatiche di sfruttamento illegale di minori.

 

 -         Molti paesi nel mondo non hanno ancora ratificato il protocollo opzionale alla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia che proibisce il reclutamento militare e l’impiego durante le ostilità dei minori di 18 anni.

 

 -         L’Italia ha ratificato il protocollo opzionale alla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia ma continua ad essere il terzo esportatore mondiale di armi leggere.

 

  Per questo chiediamo:

 

 1)     Una moratoria italiana delle esportazioni di armi leggere e “per uso civile” nei paesi in cui sono ancora reclutati i bambini soldato, sia negli eserciti regolari sia in quelli di opposizione armata.

 

 2)     L’impegno delle istituzioni italiane per regolamentare il commercio internazionale di armi leggere e contro l’utilizzo dei bambini soldato nel mondo.

 3)     Che l’Italia “adotti” 300 bambini soldato (l’uno per mille) per un programma di rieducazione, riabilitazione e formazione professionale che preveda un futuro reinserimento nei paesi d’origine.

 

 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
20 Marzo 2017
ROMA, ITALIA

Concluso a Roma il convegno dei rappresentanti delle Comunità di Sant'Egidio dell'Africa e dell'America Latina

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL
9 Marzo 2017
MAPUTO, MOZAMBICO

Cibo e rose nel carcere femminile di Ndlavela in Mozambico, dove la povertà è fatta anche di abbandono

IT | ES | DE | PT
3 Marzo 2017
ADJUMANI, UGANDA

I bambini della School of Peace nel campo profughi di Nyumanzi studiano tutti i giorni e ne sono orgogliosi

IT | ES | DE | NL
21 Febbraio 2017
EL SALVADOR

25 anni di pace in Salvador: Sant'Egidio li festeggia inviando aiuti umanitari ai detenuti

IT | ES | DE | FR | PT | NL | RU
14 Febbraio 2017
ROMA, ITALIA

Firmato un accordo di collaborazione per l'invio di aiuti umanitari nel sud della Libia

IT | ES | DE | FR | PT | HU
3 Febbraio 2017
GOMA, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

Lettera da Goma, in Congo: Siamo diventati i portavoce degli anziani abbandonati nella periferia della città

IT | EN | ES | DE | FR
tutte le news
• STAMPA
18 Marzo 2017
Radio Vaticana

Telemedicina: nuova frontiera per la cooperazione in Africa

17 Marzo 2017
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Andrea Riccardi: Le politiche sulle migrazioni devono partire dai giovani africani che usano Internet e il cellulare

1 Dicembre 2016
Zenit

Africa: 300mila sieropositivi curati da Sant’Egidio

16 Novembre 2016
Münstersche Zeitung

"Grazie mille, Papa Francesco"

11 Novembre 2016
Radio Vaticana

Aids in Africa: premiato progetto Dream di Sant'Egidio

10 Novembre 2016
Vatican Insider

Aids, il Premio “Antonio Feltrinelli” dell’Accademia dei Lincei al programma DREAM di S.Egidio

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
31 Ottobre 2014

Inaugurata a Bukavu la campagna "Città per la vita"

12 Ottobre 2014
All Africa

Africa: How the Death Penalty Is Slowly Weakening Its Grip On Africa

20 Settembre 2014

Ciad: il nuovo codice penale prevede l'abolizione della pena di morte

20 Settembre 2014
AFP

In Ciad rischio criminalizzazione gay, ma abolizione pena morte

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Burkina Faso - La Paix est l'avenir: Rencontre des religions pour la paix

Comunicato stampa contro i linciaggi in Mali

The Goal of a DREAM

Dichiarazione dell'Unione Africana sul Patto Repubblicano firmato a Bangui

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

tutti i documenti
• LIBRI

Eine Zukunft für meine Kinder





Echter Verlag
tutti i libri

FOTO

1318 visite

1301 visite

1223 visite

1522 visite

1358 visite
tutta i media correlati