Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
28 Aprile 2015 | BARCELLONA, SPAGNA

In Spagna, preghiera e solidarietà per i migranti morti nel Mediterraneo

Le testimonianze di chi è riuscito ad arrivare in Europa dopo i viaggi della speranza e la preghiera per chi ha perso la vita lungo la strada.

 
versione stampabile

Dopo la grande tragedia della morte di centinaia di immigrati nel Mediterraneo, Mathew, un amico congolese “senza fissa dimora” che dorme tra i cartoni nella stazione del Norte di Barcellona, commosso per le notizie si chiedeva pensieroso: “Il naufragio del Titanic ancora si ricorda dopo 80 anni e se ne ha fatto un film; chi ricorderà il naufragio di lunedì?”

Per ricordare e costruire una società più accogliente, Sant’Egidio, con i “Giovani per la Pace” e i “nuovi europei” delle Scuole di Lingua e Cultura, ha proposto momenti di solidarietà e preghiera a Barcellona, Madrid, Manresa e Tarragona. si sono aggiunte anche altre associazioni che lavorano con gli immigrati.

Nella preghiera hanno risuonato le testimonianze dei “nuovi europei” che prendono la via del mare per arrivare in Europa. Aliou, del Senegal, 9 anni fa, ha viaggiato rischiando la morte con suo fratello, per 13 giorni, tra Senegal e le isole Canarie e ha sottolineato che è stato salvato grazie a “una mano tesa nei momenti difficili”.  Tarek, arrivato dalla Siria due anni fa, chiedeva per i suoi concittadini che “possano vivere in pace come me”.

Omarou, del Burkina Fasso, dopo un viaggio molto pericoloso ha incontrato Josep, un anziano, la cui amicizia lo ha salvato dalla disperazione e dalla solitudine.

Alcuni amici della Scuola di Lingua e Cultura hanno ricordato i loro morti nel mare nei naufragi degli ultimi mesi.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Dicembre 2016
GINEVRA, SVIZZERA

Sant’Egidio diventa Osservatore permanente al Consiglio dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

IT | ES | DE | FR | PT
21 Ottobre 2016

Immigrazione: diminuiscono gli arrivi per lavoro (che non c'è), crescono integrazione e cittadinanza

25 Agosto 2016
VILLA LITERNO, ITALIA

Memoria di Jerry Masslo, nell'anniversario della sua uccisione, nel 1989

10 Agosto 2016
VENTIMIGLIA, ITALIA

Accoglienza è ... insegnare il francese ai migranti alla frontiera di Ventimiglia. Lo fanno i Giovani per la Pace di Genova

IT | FR | HU
9 Agosto 2016
NAPOLI, ITALIA

Estate in Campania fa rima con solidarietà: la proposta di Sant'Egidio che fa bene a chi aiuta e chi è aiutato

1 Luglio 2016

Recuperati i resti delle vittime del terribile naufragio dell'aprile 2015: un atto di alta umanità

IT | ES | DE | HU
tutte le news
• STAMPA
22 Novembre 2016
Corriere della Sera

La casa di pace che accoglie tutti: l'utopia (possibile) di Sant'Egidio

26 Ottobre 2016
L'Eco di Bergamo

Se la politica ha perso il senso del tragico

21 Ottobre 2016
L'huffington Post

Immigrazione: diminuiscono gli arrivi per lavoro (che non c'è), crescono integrazione e cittadinanza

15 Marzo 2016
Avvenire

L`enfasi dello schiaffo ad Angela Merkel e la realtà: fate bene i conti, i tedeschi sono accoglienti

13 Marzo 2016
Avvenire - Ed. Lazio Sette

«Guai cedere alla paura e alla cultura del sospetto»

7 Marzo 2016
La Nazione

La sfida di Livorno nel Mediterraneo

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Medì 2016: I RELATORI

Medì 2016: PROGRAMMA

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

Le vittime dei viaggi della speranza - grafici

tutti i documenti
• LIBRI

Le città vogliono vivere





Giuliano Ladolfi Editore

Il grande viaggio





Leonardo International
tutti i libri

VIDEO FOTO
14:27
Martin Schulz incontra i rifugiati a Sant'Egidio

440 visite

417 visite

404 visite

412 visite

1568 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri