Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
17 Giugno 2015 | ROMA, ITALIA

COMUNICATO STAMPA

Profughi, Sant'Egidio: il degrado non è di chi fugge dalle guerre, ma di chi non è capace di accogliere e integrare

Ci uniamo a Papa Francesco che invita a “chiedere perdono per chi chiude le porte” ai profughi. Le proposte di Sant'Egidio nella conferenza stampa con il presidente Marco Impagliazzo, giovedì 18 giugno alle 17.30, a Santa Maria in Trastevere.

 
versione stampabile

ROMA - In questi giorni si è parlato troppo di “degrado” accostandolo, in modo più o meno aperto, alla presenza dei profughi approdati sulle nostre coste, in fuga da guerre e condizioni di vita impossibili in alcuni Paesi mediorientali e africani. Si tratta di parole gravi, alimentate dalla scarsa conoscenza della realtà, e a volte pronunciate da chi, per dovere istituzionale o politico, dovrebbe invece preoccuparsi di gestire l’accoglienza in modo sostenibile.

L’Europa, a partire dai Paesi più grandi e autorevoli, sta rivelando miopia e disumanità di fronte a presenze gestibili con meno paura, maggiore attenzione e più umanità. L’opinione pubblica italiana appare disorientata di fronte a chi grida, ingiustamente, all’invasione e ai Comuni che chiudono le porte mentre Roma è alle prese con Mafia Capitale che si serve dei poveri invece di servirli.

Occorre arrestare una pericolosa deriva nei rapporti sociali: i più deboli devono essere difesi e non strumentalizzati. E’ necessario dare voce non solo a chi reagisce con il rifiuto, ma ai tanti italiani che in queste ore, con grande generosità, stanno offrendo il loro tempo e la loro solidarietà a chi arriva dal Sud del mondo.

Per questo ci uniamo a Papa Francesco, che invita oggi a “chiedere perdono” per chi chiude le porte ai profughi e chiama la comunità internazionale ad intervenire “per prevenire le cause delle migrazioni forzate”.

La Comunità di Sant’Egidio renderà pubbliche le sue proposte domani, alle 17.30, presso la Basilica di Santa Maria in Trastevere dove, poco dopo, si svolgerà - insieme a tutte le associazioni che accolgono i profughi e al cardinale Antonio Maria Vegliò - la preghiera “Morire di speranza”, in memoria di tutti gli scomparsi in mare degli ultimi anni, alla vigilia della Giornata mondiale del rifugiato. Perché chi fugge dalla guerra e dalla fame non sia più condannato a rischiare nuovamente la sua vita.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Luglio 2017
ROMA, ITALIA

Madri e figli rifugiati: dall'accoglienza all'inclusione. Non un'utopia ma una realtà possibile

19 Giugno 2017

Giornata Mondiale del Rifugiato 2017. Dichiarazione ecumenica congiunta: superare la paura dello straniero

IT | EN | ES | DE
17 Luglio 2017
MILANO, ITALIA

Il Memoriale della Shoah di Milano riapre le porte per l'accoglienza ai profughi

IT | ES
21 Giugno 2017
ROMA, ITALIA

Morire di Speranza: preghiera in memoria di quanti perdono la vita nei viaggi verso l'Europa

IT | ES | DE | FR | CA | HU
3 Luglio 2017
ROMA, ITALIA

Profughi, nuovo arrivo con i corridoi umanitari - Per un'Europa che sappia salvare, accogliere e integrare

IT | ES
22 Giugno 2017
ROMA, ITALIA

Non si può Morire di Speranza! A Santa Maria in Trastevere la memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

IT | FR
tutte le news
• STAMPA
6 Luglio 2017
Vida Nueva

Francia ya cuenta con su corredor humanitario para refugiados

17 Agosto 2017
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Sotto la stazione, contro l'indifferenza

24 Giugno 2017
Magyar Kurir

„Akik a remény útján haltak meg” – Ökumenikus imaórát tartottak Budapesten a menekültekért

28 Maggio 2017
Catalunya Cristiana

Els corredors, una gran esperança

4 Maggio 2017
AlfayOmega

Un año salvando vidas: el éxito de los corredores humanitarios. Todo a punto en España

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
10 Agosto 2017 | LEUCA, ITALIA

A Santa Maria di Leuca per costruire un ponte nel Mediterraneo

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Comunità di Sant'Egidio

Cinque proposte sull’immigrazione

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

tutti i documenti
• LIBRI

Il grande viaggio





Leonardo International
tutti i libri

FOTO

356 visite

380 visite

359 visite

458 visite

433 visite
tutta i media correlati