Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
11 Agosto 2015 | BUDAPEST, UNGHERIA

'Welcome in Ungheria'. Giovani migranti e una società civile che sa accogliere

Il numero degli arrivi tramite la frontiera meridionale del Paese ha raggiunto i 70 mila dall’inizio di quest’anno

 
versione stampabile

Nelle ultime settimane si è moltiplicato drammaticamente il numero di richiedenti asilo in Ungheria. Il numero degli arrivi tramite la frontiera meridionale del Paese ha raggiunto i 70 mila dall’inizio di quest’anno. I profughi, tante famiglie con bambini, provengono da paesi martoriati da guerre e miseria, in particolare da Afganistan e Pakistan, ma anche paesi africani come il Congo o il Senegal.

Sui giornali e in televisione c’è chi grida all'invasione. La risposta delle autorità fino ad ora è stato innalzare un filo spinato sul confine serbo-ungherese e con l'inasprimento delle leggi sull'immigrazione e i richiedenti asilo. Ma c'è una parte della società civile che sta reagendo in modo completamente diverso, con gesti di solidarietà e umanità a volte inaspettati. Anche la Comunità di Sant'Egidio ha cominciato a rispondere, fermandosi ogni settimana alla stazione ferroviaria di Nyugati, a Budapest, dove i profughi arrivano per poi transitare verso i centri di accoglienza dove saranno temporaneamente accolti.

Con l'aiuto di tante persone di buona volontà, ai giovani profughi non mancano bibite, frutta, dolci ma soprtattutto parole, sorrisi e gesti di amicizia. Molti di loro non parlano nemmeno inglese eppure la parola 'welcome' provoca sorrisi e fa capire loro che esiste un’Europa, un’Ungheria in cui loro non sono solo un problema da risolvere o da allontanare ma persone in difficoltà, donne, uomini, bambini. Ospiti da accogliere.
 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
27 Aprile 2017
ROMA, ITALIA

I corridoi umanitari, volto umano dell'Italia che salva. Tanti i bambini arrivati oggi dalla Siria

IT | DE | RU
27 Aprile 2017
ROMA, ITALIA

VIDEO della conferenza stampa del nuovo arrivo dei profughi dalla Siria attraverso i #corridoiumanitari

26 Aprile 2017
ROMA, ITALIA

Il 27 aprile nuovo arrivo di 125 profughi siriani dal Libano con i corridoi umanitari a Fiumicino

IT | ES
22 Aprile 2017
ROMA, ITALIA

Il Papa con profughi: un sopravvissuto di Lampedusa gli dona una cartolina con i volti delle vittime dei naufragi

IT | ES | FR | PT | NL
22 Aprile 2017
ROMA, ITALIA

La preghiera di Papa Francesco per i martiri del nostro tempo. Le immagini della visita

IT | EN | ES | DE | FR | PT | HU
22 Aprile 2017
ROMA, ITALIA

Papa Francesco a San Bartolomeo per pregare in memoria dei Nuovi Martiri. TESTI, VIDEO, FOTO

IT | EN | ES | DE | FR | PT | NL | RU
tutte le news
• STAMPA
24 Aprile 2017
L'Osservatore Romano

Nella basilica romana di San Bartolomeo all’Isola Tiberina il Papa prega per i nuovi martiri - Uccisi solo perché discepoli di Gesù

23 Aprile 2017
Radio Vaticana

Papa a San Bartolomeo. Mons. Paglia: testimoni della fede per vincere il male

23 Aprile 2017
Corriere della Sera

Papa Francesco: «Campi profughi come quelli di concentramento»

22 Aprile 2017
Domradio.de

"Was braucht die Kirche heute?"

4 Aprile 2017
L'Osservatore Romano

Ospitalità ai rifugiati siriani

4 Aprile 2017
Avvenire

Vaticano. Famiglie accolte dal Papa hanno trovato una nuova casa

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

tutti i documenti
• LIBRI

Il grande viaggio





Leonardo International
tutti i libri

FOTO

418 visite

1578 visite

406 visite

1508 visite

467 visite
tutta i media correlati