Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
14 Settembre 2015 | GERMANIA

Profughi in Germania: l'impegno di Sant'Egidio per l'accoglienza e l'integrazione

Distribuzioni di generi di prima necessità, scuola di lingua per i nuovi arrivati, accompagnamento dei minori. Di fronte all'emergenza profughi le Comunità tedesche rispondono con la solidarietà.

 
versione stampabile

Hanno fatto il giro del mondo le immagini dei profughi in cammino verso la Germania dopo un viaggio lungo e pericoloso, prima passando per l'Egeo e poi attraverso i Balcani. La Comunità di Sant'Egidio in Germania è impegnata nell'accoglienza dei nuovi arrivati, donne, bambini, uomini, che per lo più fuggono da zone di guerra, come la Siria e l'Iraq.

Nel mese di agosto, a Zellerau, un quartiere della città di Würzburg, in cui Sant'Egidio oltre trenta anni fa ha cominciato il suo servizio ai poveri ed in cui oggi è presente con la Scuola della Pace, l'aiuto agli anziani, la mensa per i senzatetto e la scuola di tedesco per i migranti, le autorità hanno montato un tendone per accogliere duecento profughi provenienti in larga maggioranza dalla Siria. La Comunità ha quindi avviato distribuzioni di cibo e di vestiario. Alcuni siriani sono stati accompagnati a fare delle visite mediche. Fin da subito sono stati attivati anche dei corsi di lingua nel campo, nei quali sono stati coinvolti anche i molti cittadini tedeschi che si sono rivolti a Sant'Egidio per aiutare i profughi. Sono state realizzate anche delle gite per rendere meno dura la situazione di chi vive in una tenda dopo un viaggio lungo e difficile.

Nelle ultime settimane la Comunità di Sant'Egidio di Monaco di Baviera ha intensificato la propria presenza accanto ai profughi in arrivo alla stazione ferroviaria, approdo di tanti, soprattutto siriani, iracheni e afgani, in arrivo in Germania con treni provenienti dall'Austria. Lo stesso sta avvenendo a Berlino, dove i Giovani per la Pace si sono rivolti in particolare ai minori non accompagnati, organizzando con loro delle feste e costruendo ponti di amicizia. Si tratta soprattutto di giovani eritrei, molti di loro oggi partecipano alla preghiera della Comunità di Sant'Egidio. A Würzburg, la Comunità ha organizzato una preghiera per ricordare i parenti di una famiglia eritrea morti nel deserto nel tentativo di raggiungere la Libia. Una preghiera che arriva anche a Innsbruck, in Austria, dove la Comunità di Sant'Egidio insieme al vescovo dedica una volta al mese la preghiera alla pace e alla memoria dei profughi scomparsi durante il viaggio verso la salvezza.

A Bremen, dove negli ultimi mesi è nata una forte amicizia con molti giovani eritrei, la preghiera della Comunità si svolge in tedesco e in inglese così da permettere la partecipazione numerosa dei "nuovi europei". In molte città i bambini dei profughi hanno cominciato a frequentare le Scuole della Pace, mentre i più grandi hanno iniziato ad aiutare altri poveri insieme a Sant'Egidio. Alcuni di loro visitano gli anziani tedeschi in istituto, come avviene a Mönchengladbach, o aiutano nella mensa per i poveri a Würzburg e a Mönchengladbach, anche cucinando i loro piatti tradizionali molto graditi dagli ospiti.

OGGETTI ASSOCIATI

 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Luglio 2017
ROMA, ITALIA

Madri e figli rifugiati: dall'accoglienza all'inclusione. Non un'utopia ma una realtà possibile

2 Novembre 2015
RIMINI, ITALIA

Corridoi umanitari: Sant'Egidio, Chiesa Valdese e Comunità Giovanni XXIII insieme per salvare vite umane

IT | ES | DE | FR | PT | CA | RU
6 Dicembre 2016
GINEVRA, SVIZZERA

Sant’Egidio diventa Osservatore permanente al Consiglio dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

IT | ES | DE | FR | PT
22 Dicembre 2015

Scuola e alloggio per i profughi: il lavoro di Sant’Egidio in Germania e Austria

15 Dicembre 2015

Cosa sono i corridoi umanitari? Intervista a Daniela Pompei

IT | EN | ES
28 Gennaio 2017

Profughi, corridoi umanitari: lunedì mattina altri 40 arrivi a Fiumicino

IT | DE | FR
tutte le news
• STAMPA
12 Luglio 2016
OSCE

Beyond Good Intentions: Creating Safe Passage to Italy

19 Ottobre 2017
La Croix

Migrants: « le pape François appelle les politiques à sortir du cynisme ». Entretien avec Marco Impagliazzo

3 Ottobre 2017
L'huffington Post

A 27 anni dalla riunificazione il voto tedesco ne svela le paure immotivate

17 Settembre 2017
La Vanguardia

Corredores de paz

6 Luglio 2017
Vida Nueva

Francia ya cuenta con su corredor humanitario para refugiados

24 Giugno 2017
Magyar Kurir

„Akik a remény útján haltak meg” – Ökumenikus imaórát tartottak Budapesten a menekültekért

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Comunità di Sant'Egidio

Cinque proposte sull’immigrazione

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

tutti i documenti

FOTO

300 visite

323 visite

300 visite

332 visite
tutta i media correlati