Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
30 Settembre 2015 | UNGHERIA

Sant'Egidio con i profughi in Ungheria: i muri crollano con la solidarietà

Continua l'accoglienza ai rifugiati in transito verso il Nord Europa

 
versione stampabile

Nell'Ungheria dove un muro di 175 km vorrebbe fermare la speranza di donne, uomini e bambini che fuggono la guerra e la violenza terroristica, Sant'Egidio continua, con mezzi poveri ma con tenacia, a rappresentare un punto di riferimento e di accoglienza.

Camminare con loro, incontrarli, offrire loro non solo il ristoro di bevande calde e cibi nutrienti, ma anche il calore di un abbraccio che aiuti ad allontanare il rumore della guerra e il dolore dell'ostilità inaccogliente.

Per questo, un gruppo delle Comunità di Sant'Egidio dell'Ungheria ha raggiunto Bicske, una località non lontana da Budapest, dove è stato allestito un centro per richiedenti asilo che ha visto il passaggio di migliaia di profughi ed oggi ospita 175 persone. 

"Welcome, vi vogliamo bene", "Eid Mubarak” (tradizionale augurio per la festa musulmana Eid al-Adha, cioè la festa del Sacrificio): è bastato poco perchè scoppiasse una gioia incontenibile, sottolineata da canti e balli delle proprie terre.

Nei giorni dopo, rappresentanti della Comunità da Roma, Brno, Budapest e Pécs si sono recati a Hegyeshalom-Nickelsdorf, al confine con l'Austria, ed hanno attraversato a piedi la frontiera insieme a loro a simboleggiare il legame di fraternità e il comune destino.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Dicembre 2016
GINEVRA, SVIZZERA

Sant’Egidio diventa Osservatore permanente al Consiglio dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

IT | ES | DE | FR | PT
5 Dicembre 2016

Salvare vite umane dalla guerra in Siria si può: con i #corridoiumanitari

IT | ES | PT | CA
2 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

Ecco i volti e le voci dei profughi siriani fuggiti dalla guerra, oggi in Italia con i #corridoiumanitari

IT | ES | DE | FR | PT | CA | RU | HU
23 Novembre 2016
BARCELLONA, SPAGNA

L'integrazione dei profughi è un segno del Giubileo: la storia di Diana, giovane rifugiata da Aleppo a Barcellona

IT | ES | CA | HU
3 Novembre 2016
BUDAPEST, UNGHERIA

Spirito di Assisi in Ungheria: cristiani, ebrei e musulmani si incontrano a tavola con i poveri di Budapest

IT | ES | DE | FR | RU
22 Ottobre 2016
ROMA, ITALIA

In arrivo altri 130 profughi in salvo dalla guerra in Siria e dal traffico di esseri umani grazie ai corridoi umanitari!

IT | FR
tutte le news
• STAMPA
1 Dicembre 2016
OnuItalia

Corridoi umanitari: 40 profughi a Fiumicino; Sant’Egidio, modello per Europa

22 Novembre 2016
Osnabrücker Kirchenbote

Eine Kerze für jeden toten Flüchtling

20 Novembre 2016
Catalunya Cristiana

«Ser refugiada és començar de zero»

16 Novembre 2016
Münstersche Zeitung

"Grazie mille, Papa Francesco"

25 Ottobre 2016
La Vanguardia

Una iniciativa ecuménica lleva refugiados a Roma y los recibe un ministro

18 Ottobre 2016
Avvenire

Nei «Games4Peace» vince l'integrazione

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

Le vittime dei viaggi della speranza - grafici

tutti i documenti

FOTO

94 visite

96 visite

107 visite

102 visite

93 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri