Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
30 Settembre 2015 | UNGHERIA

Sant'Egidio con i profughi in Ungheria: i muri crollano con la solidarietà

Continua l'accoglienza ai rifugiati in transito verso il Nord Europa

 
versione stampabile

Nell'Ungheria dove un muro di 175 km vorrebbe fermare la speranza di donne, uomini e bambini che fuggono la guerra e la violenza terroristica, Sant'Egidio continua, con mezzi poveri ma con tenacia, a rappresentare un punto di riferimento e di accoglienza.

Camminare con loro, incontrarli, offrire loro non solo il ristoro di bevande calde e cibi nutrienti, ma anche il calore di un abbraccio che aiuti ad allontanare il rumore della guerra e il dolore dell'ostilità inaccogliente.

Per questo, un gruppo delle Comunità di Sant'Egidio dell'Ungheria ha raggiunto Bicske, una località non lontana da Budapest, dove è stato allestito un centro per richiedenti asilo che ha visto il passaggio di migliaia di profughi ed oggi ospita 175 persone. 

"Welcome, vi vogliamo bene", "Eid Mubarak” (tradizionale augurio per la festa musulmana Eid al-Adha, cioè la festa del Sacrificio): è bastato poco perchè scoppiasse una gioia incontenibile, sottolineata da canti e balli delle proprie terre.

Nei giorni dopo, rappresentanti della Comunità da Roma, Brno, Budapest e Pécs si sono recati a Hegyeshalom-Nickelsdorf, al confine con l'Austria, ed hanno attraversato a piedi la frontiera insieme a loro a simboleggiare il legame di fraternità e il comune destino.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
16 Settembre 2015
BUDAPEST, UNGHERIA

Sant'Egidio in Ungheria risponde all'appello del papa e accoglie i profughi in transito per Budapest

IT | EN | ES | DE | FR | HU
24 Novembre 2015

Sant’Egidio in Ungheria apre dei varchi nel muro di inaccoglienza e chiede di investire nella solidarietà

IT | DE
28 Luglio 2016
RÖSZKE, UNGHERIA

Gli aiuti di Sant'Egidio alle famiglie di profughi al confine tra Serbia e Ungheria, che cercano la pace in Europa

IT | ES | FR | PT
13 Maggio 2016
RÖSZKE, UNGHERIA

Al di là del filo spinato, tra i rifugiati sul confine ungherese che cercano una nuova vita in Europa

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | HU
15 Maggio 2017
PÉCS, UNGHERIA

In Ungheria una marcia per non dimenticare la deportazione degli ebrei di Pécs

IT | ES | DE | HU
tutte le news
• STAMPA
24 Giugno 2017
Magyar Kurir

„Akik a remény útján haltak meg” – Ökumenikus imaórát tartottak Budapesten a menekültekért

29 Settembre 2015
Avvenire

Carri armati alle frontiere. «Profughi in balia dei militari»

29 Settembre 2015
Avvenire

Diario di viaggio: i migranti in Ungheria, smacco europeo

17 Settembre 2017
La Vanguardia

Corredores de paz

6 Luglio 2017
Vida Nueva

Francia ya cuenta con su corredor humanitario para refugiados

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

tutti i documenti

FOTO

117 visite

126 visite

121 visite

112 visite

107 visite
tutta i media correlati