Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
5 Ottobre 2015 | NIGERIA

Dalla parte dei poveri e delle periferie in Nigeria

La risposta di Sant'Egidio alla violenza che percorre il paese è creare occasioni di solidarietà con i più deboli e costruire una cultura della convivenza e della pace

 
versione stampabile

Alla vigilia del Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco, in occasione della festa dell'indipendenza della Nigeria e di San Francesco, amico dei poveri e della pace, le Comunità di Sant'Egidio nigeriane hanno dato vita a una serie di  iniziative con i poveri in diverse città del paese.

Molto toccante è stata la festa con i giovani detenuti nella città di Jos (Plateau State): segnati da una vita vissuta in contesti violenti questi ragazzi furono poi abbandonati dalle loro famiglie. La festa, come le frequenti visite da parte della Comunità, sono l'occasione per ricostruire un tessuto di amicizia e solidarietà attorno a questi giovani, in vista della loro riabilitazione nella società. Importante è stata anche la presenza di amici musulmani che con Sant'Egidio hanno vissuto questo momento di festa, testimoniando il sogno di voler costruire una societa pacificata tra cui cristiani e musulmani.


Nei pressi di Minna (Niger State), Sant'Egidio ha portato la festa nazionale dentro il lebbrosario del villaggio di Chanchaga. E' stato un giorno speciale per i tanti anziani malati, che hanno condiviso con i più giovani i ricordi della loro infanzia durante l'era coloniale. Le condizioni di vita nel lebbrosario sono estremamente precarie: i malati vivono in piccole capanne di fango senza luce né acqua e manca un presidio sanitario in grado di fornire un'adeguata assistenza.

I festeggiamenti hanno coinvolto anche i poveri di Abuja, la capitale della Nigeria, dove la Comunità di Sant'Egidio ha distribuito il pranzo alle persone senza dimora, che per l'occasione hanno anche ricevuto dei regali. Un gesto di amicizia che vuole essere anche un ponte di dialogo con i tanti musulmani che vivono per le strade di Abuja, sempre più convinti che vivere insieme nella pace tra cristiani e musulmani è possibile


 LEGGI ANCHE
• NEWS
21 Marzo 2011

Jos (Nigeria) Conferenza sulla pace, il servizio ai poveri e il dialogo interreligioso

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL
30 Settembre 2016
ABUJA, NIGERIA

Lo Spirito di Assisi in Africa: i giovani di Sant'Egidio danno voce alla ''Sete di Pace'' della Nigeria

10 Marzo 2014
ABUJA, NIGERIA

Una festa con la speranza che venga presto la pace

IT | FR
16 Giugno 2017
JOS, NIGERIA

Sant'Egidio porta l'acqua corrente nel carcere minorile di Jos in Nigeria

IT | ES | DE | FR
3 Maggio 2017
ABUJA, NIGERIA

Nigeria: consegnati aiuti alle donne detenute nel carcere di Suleja

IT | EN | ES | DE | PT | NL
tutte le news
• STAMPA
26 Febbraio 2014
Avvenire

L'intervista: «Così strumentalizzano la religione»

19 Giugno 2017
OnuItalia

Nigeria: Sant’Egidio regala un serbatoio per acqua potabile ai detenuti del carcere minorile di Jos

7 Gennaio 2017
La Stampa

“Destinata alla strada, ora faccio la sarta”

4 Aprile 2015
Corriere della Sera

Il momento di chiederci cosa possiamo fare

15 Gennaio 2015
Radio Vaticana

Comunità S.Egidio: “Siamo tutti nigeriani” contro terrorismo

15 Gennaio 2015
Avvenire

Stasera la Messa a Roma per le vittime. Sant'Egidio: «Siamo tutti nigeriani»

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
28 Settembre 2016

Abuja (Nigeria): cristiani e musulmani in dialogo per i trent'anni dello Spirito di Assisi

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

L'omelia di mons. Matteo Zuppi

tutti i documenti

FOTO

105 visite

92 visite

85 visite

89 visite

91 visite
tutta i media correlati