Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
9 Ottobre 2015 | ROMA, ITALIA

Rifugiati: Il primo nucleo di profughi, ospiti della Comunità, partito oggi da Ciampino per la Svezia

La "ricollocazione" è un segnale positivo per l'accoglienza e l'integrazione

 
versione stampabile

Una delegazione della Comunità di Sant’Egidio ha accompagnato stamattina il gruppo di profughi eritrei, partiti da Trastevere dove erano ospiti della Comunità, all’aeroporto di Ciampino. Felici, ed emozionati hanno ringraziato e compiuto l’ultima parte del viaggio in sicurezza.

La Comunità di Sant’Egidio ritiene che si tratti di un primo passo importante per la soluzione del dramma dei rifugiati, accanto all’impegno ad affrontare le cause che provocano la fuga di tanti, lavorando per la pace incentivando la cooperazione internazionale e aprendo canali umanitari e sponsorizzazioni per evitare le morti e i terribili disagi durante i viaggi verso l’Europa.

La Comunità di Sant’Egidio esprime apprezzamento per l’inizio della “ricollocazione” dei profughi arrivati in Italia all’interno degli altri paesi della Comunità Europea.

Il primo nucleo di profughi è partito oggi da Ciampino per raggiungere la Svezia.

La “ricollocazione” è una delle risposte più serie all’esodo umano che in questi ultimi anni ha coinvolto vari paesi, soprattutto della sponda sud dell’Europa.

Il dramma dei rifugiati non ha soluzione nello sforzo di un solo paese ma rappresenta un problema comune a tutta l’Europa da affrontare con una politica comune.

La ricollocazione dei profughi è la dimostrazione che è possibile trovare soluzioni condivise che rendano possibile l’accoglienza e l’integrazione.

 

 

 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Luglio 2017
ROMA, ITALIA

Madri e figli rifugiati: dall'accoglienza all'inclusione. Non un'utopia ma una realtà possibile

19 Giugno 2017

Giornata Mondiale del Rifugiato 2017. Dichiarazione ecumenica congiunta: superare la paura dello straniero

IT | EN | ES | DE
22 Maggio 2017
MILANO, ITALIA

Milano risponde al razzismo con un #20maggiosenzamuri: il realismo dell’accoglienza

IT | ES | CA
17 Luglio 2017
MILANO, ITALIA

Il Memoriale della Shoah di Milano riapre le porte per l'accoglienza ai profughi

IT | ES
21 Giugno 2017
ROMA, ITALIA

Morire di Speranza: preghiera in memoria di quanti perdono la vita nei viaggi verso l'Europa

IT | ES | DE | FR | CA | HU
4 Luglio 2017
ROMA, ITALIA

Accolti oggi a Fiumicino altri 52 profughi siriani con i corridoi umanitari: ''Da oggi siete nuovi italiani''

IT | ES | DE | PT | CA
tutte le news
• STAMPA
6 Luglio 2017
Vida Nueva

Francia ya cuenta con su corredor humanitario para refugiados

17 Agosto 2017
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Sotto la stazione, contro l'indifferenza

24 Giugno 2017
Magyar Kurir

„Akik a remény útján haltak meg” – Ökumenikus imaórát tartottak Budapesten a menekültekért

28 Maggio 2017
Catalunya Cristiana

Els corredors, una gran esperança

22 Agosto 2017
Corriere della Sera

Per il Papa l’integrazione è il processo chiave

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
25 Agosto 2017 | VILLA LITERNO, ITALIA

Memoria di Jerry Masslo e di tutti i profughi morti nei viaggi verso l'Europa

27 Luglio 2017 | VENTIMIGLIA, ITALIA

Preghiera a Ventimiglia in memoria delle vittime dei viaggi della speranza

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

tutti i documenti
• LIBRI

Dopo la paura, la speranza





San Paolo
tutti i libri

FOTO

1260 visite

1205 visite

1224 visite

1218 visite

1305 visite
tutta i media correlati