Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
22 Dicembre 2015

Scuola e alloggio per i profughi: il lavoro di Sant’Egidio in Germania e Austria

 
versione stampabile

Tanti sono i profughi che raggiungono l’Austria e la Germania anche in queste settimane. Le Comunità di Sant’Egidio sono state al loro fianco fin dall’inizio lavorando per l’accoglienza e per l’inserimento, organizzando corsi di tedesco per adulti, giovani e bambini e favorendo gli incontri con la popolazione locale.

A Würzburg, in Germania, dove i profughi si trovano da quest’estate nei locali di una palestra, sovraffollati e con pochi servizi, la Comunità di Sant’Egidio si è impegnata per l’inserimento a scuola dei bambini e dei giovani. Le autorità locali infatti, volendo prima trovare delle sistemazioni più stabili ai profughi, non affrontano la questione urgente della scolarizzazione dei minori. I bambini e i giovani, che da tempo non vanno a scuola, considerando anche le settimane o i mesi di viaggio e nel caso di molti siriani la chiusura della scuola nel loro Paese a causa della guerra, passano le giornate per strada. Sant’Egidio ha provveduto a registrare tutti i minori mettendosi in contatto con gli uffici comunali. Parlando poi con le scuole e gli insegnanti si è ottenuto l’inserimento scolastico di tutti i minori. E’ un grande dono natalizio per i bambini che adesso, con le loro cartelle e i loro quaderni, frequentano felici la scuola. Un’iniziativa importante che promuove l’integrazione e che può diventare un incoraggiamento anche per altre città tedesche.

A Innsbruck, in Austria, i profughi, soprattutto iracheni e siriani vivono da mesi in condizioni estremamente precarie: locali sovraffollati, poco riscaldati e con scarse possibilità di lavarsi. L’arrivo dell’inverno ha reso drammatica la situazione. Sant’Egidio da quest’estate visita i profughi. Da quest’estate la preghiera della Comunità si tiene in tedesco e in arabo con la partecipazione di molti profughi. Nelle ultime settimane la Comunità ha lanciato un appello rivolto alla città, ai religiosi, alle parrocchie perché si trovi una sistemazione più dignitosa e confortevole per le diverse centinai di siriani e iracheni presenti. L’appello ha provocato una catena di solidarietà così che in poche settimane tutti i profughi hanno trovato una sistemazione migliore.

Nell’anno della Misericordia nei tanti pranzi di Natale, che si terranno in Germania e in Austria, siederanno la tavola si allargherà a tanti profughi.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
10 Ottobre 2016

Giubileo della Misericordia con i poveri a Monaco e a Innsbruck

18 Luglio 2017
BERLINO, GERMANIA

Il messaggio dei giovani di Berlino all'Europa: No More Walls, non più muri

IT | EN | ES | DE | PT | CA | ID
6 Luglio 2017
ROMA, ITALIA

Madri e figli rifugiati: dall'accoglienza all'inclusione. Non un'utopia ma una realtà possibile

28 Gennaio 2017

Profughi, corridoi umanitari: lunedì mattina altri 40 arrivi a Fiumicino

IT | DE | FR
14 Giugno 2011

Dresda (Germania): Impegno per la vita e difesa dei rom, i temi di Sant'Egidio al Kirchentag 2011 della Chiesa evangelica tedesca

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
tutte le news
• STAMPA
12 Luglio 2016
OSCE

Beyond Good Intentions: Creating Safe Passage to Italy

16 Novembre 2017
oe24

"Möchte in keiner homogenen Gesellschaft leben"

3 Ottobre 2017
L'huffington Post

A 27 anni dalla riunificazione il voto tedesco ne svela le paure immotivate

21 Giugno 2017
POW - Pressestelle des Ordinariates Würzburg

„Wir brauchen humanitäre Korridore“

23 Febbraio 2017
Main-Post

Abschiebung in die Ungewissheit

22 Novembre 2016
Osnabrücker Kirchenbote

Eine Kerze für jeden toten Flüchtling

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

tutti i documenti

FOTO

354 visite

337 visite

313 visite
tutta i media correlati