Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
26 Gennaio 2016 | MILANO, ITALIA

Giovani artisti narrano il Binario 21 da simbolo della deportazione a luogo di accoglienza

Inaugurata la mostra "Gli Atleti della Speranza" al Memoriale della Shoah di Milano

 
versione stampabile

E' stata inaugurata il 24 gennaio al Memoriale della Shoah, nella Stazione Centrale di Milano, la mostra "Gli Atleti della Speranza", realizzata dagli studenti del Liceo Artistico "Caravaggio", che attraverso l'arte hanno raccontato l'impegno insieme alla Comunità di Sant'Egidio nell'accoglienza dei profughi che nei mesi scorsi hanno trovato rifugio nel Memoriale.

Nel 2015 il flusso di profughi provenienti dal Medio Oriente e dall’Africa si impone come un fenomeno senza precedenti. Quanti riescono ad approdare sulle coste italiane cercano di raggiungere il nord per poter proseguire il viaggio verso la Germania, la Svezia, la Norvegia, o altri paesi europei.

La presenza dei profughi si fa evidente a Milano, soprattutto in Stazione Centrale. L’opinione pubblica è scossa dalla presenza così visibile di persone fuggite dalla guerra e dalla miseria. E' così che nel mese di giugno 2015, di fronte all'intensificarsi degli arrivi, la Comunità di Sant'Egidio si è accordata con la Fondazione Memoriale della Shoah per poter ospitare in questi spazi i profughi nelle ore notturne.

Molti volontari si avvicendano nel distribuire pasti, preparare i letti, alleviare i disagi più diversi insieme alla Comunità di Sant'Egidio. Molte persone portano spontaneamente generi alimentari, vestiario, giochi per i bambini. Una solidarietà contagiosa coinvolge centinaia di milanesi che hanno scelto di non essere indifferenti, in un luogo che nel passato ha visto così tanto dolore in mezzo all’indifferenza della città.

Il Binario 21 della stazione centrale di Milano, da cui partivano i treni destinati ai campi di concentramento, è oggi un luogo di memoria, aperto all'accoglienza e alla solidarietà. La mostra sarà visitabile fino al 31 gennaio, giorno in cui si terrà la commemorazione della deportazione degli ebrei di Milano, avvenuta il 30 gennaio 1944 e nei mesi successivi.

La locandina della mostra >>

OGGETTI ASSOCIATI

 LEGGI ANCHE
• NEWS
22 Maggio 2017
MILANO, ITALIA

Milano risponde al razzismo con un #20maggiosenzamuri: il realismo dell’accoglienza

IT | ES | CA
1 Aprile 2017
MINEO, ITALIA

La preghiera nel cuore della Quaresima dei giovani rifugiati del CARA di Mineo

IT | HU
25 Maggio 2017
ROMA, ITALIA

Finalissima del contest musicale Play Music Stop Violence 2017

9 Giugno 2017
MILANO, ITALIA

A Milano la celebrazione dell'Iftar diventa occasione d'incontro e dialogo tra cristiani e musulmani

tutte le news
• STAMPA
20 Maggio 2017
Avvenire

Marcia pro migranti. A Milano in centomila per abbattere i muri e costruire ponti

17 Giugno 2017
Avvenire - Ed. Milano

Una mostra racconta le migrazioni E il dolore di chi si mette in cammino

17 Giugno 2017
Avvenire - Ed. Milano

Veglia per "morti di speranza"

8 Giugno 2017
Corriere della Sera On Line

La preghiera per l’Iftar, a Milano una «piazza di pace»

9 Aprile 2017
Avvenire - Ed. Milano

Palme. Pace alle persone sole

23 Marzo 2017
Avvenire - Ed. Milano

Preghiera in memoria del beato Oscar Romero

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Milano 2015: Preghiera e incontri ecumenici con i poveri

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

tutti i documenti
• LIBRI

Milano, 30 gennaio 1944





Guerini e Associati
tutti i libri

FOTO

1028 visite

1093 visite
tutta i media correlati