Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
17 Febbraio 2016 | BUDAPEST, UNGHERIA

La cultura europea è un fattore di integrazione: a Budapest l'accoglienza ai rifugiati si fa con una visita al Museo

Una iniziativa della Comunità di Sant'Egidio e del Museo Nazionale coniuga impegno umanitario e promozione culturale

 
versione stampabile

C'è una capacità attrattiva della cultura europea che non riguarda solo il turismo. Lo abbiamo visto quando, arrivando in Italia con il primo corridoio umanitario, la siriana Jasmine ha cantato davanti alle telecamere "Io sono un Italiano".

La musica, l'arte, la lingua, sono fattori di attrazione e di integrazione. Per questo la Comunità di Sant'Egidio di Budapest, da mesi impegnata nell'accoglienza ai rifugiati, ha accompagnato un gruppo di rifugiati del centro d’accoglienza di Bicske (alcuni già riconosciuti con diritto d’asilo, altri in attesa della decisione delle autorità), per visitare il Museo Nazionale di Budapest.

All’inizio della visita, Péter Szoke, responsabile della Comunità ungherese, salutando gli ospiti, ha sottolineato il significato della visita: offrire un segno di benvenuto in Ungheria, e mostrare che il popolo ungherese desidera condividere con loro la loro storia, la cultura in cui loro vogliono integrarsi. 

A rafforzare le sue parole la presenza del direttore del Museo Nazionale, il prof. László Csorba,  che ha presentato brevemente il museo e i mille anni di storia della nazione ungherese, sottolineando in particolare che l’Ungheria ha avuto un ruolo storico di trasmissione tra l’Oriente e l’Occidente, ed è luogo d’incontro di diverse culture.

Gli amici rifugiati – tra cui c’erano anche famiglie con bambini – hanno ascoltato con interesse la presentazione della cultura ungherese. Alcuni, arrivati dalla Siria e dall’Iraq, incuriositi dagli antichi manoscritti in arabo, risalenti alla dominazione ottomana, hanno provato a capire i testi antichi.

Al termine della visita, a cura della Comunità di Sant'Egidio e della direzione del museo, è stato offerto un rinfresco ai rifugiati.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
30 Novembre 2016
CATANIA, ITALIA

Al CARA di Mineo si celebra l'inizio dell'Avvento con i richiedenti asilo

24 Novembre 2016
NAPOLI, ITALIA

'Qui, lontano da casa mia, ho trovato voi come una famiglia'. La Scuola di Lingua e Cultura di Sant'Egidio a Napoli

22 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Integrazione è anche prendersi cura di chi è fragile: consegnati a Roma i diplomi di care giver e di lingua italiana

29 Settembre 2016
TORINO, ITALIA

Riapre la scuola di italiano di Sant'Egidio nel quartiere multietnico di San Salvario a Torino

10 Maggio 2016
CASERTA, ITALIA

L'integrazione si fa anche con la cultura: 700 nuovi europei della scuola di Sant'Egidio alla scoperta di Caserta

12 Aprile 2016
BURKINA FASO

Giubileo della Misericordia con gli anziani in Burkina Faso

IT | EN | ES | DE | FR | PT | RU
tutte le news
• STAMPA
29 Giugno 2014
Credere La Gioia della Fede

E a Tirana i disabili psichici trovano casa

21 Giugno 2014
Avvenire

A Tirana 2 case famiglia per i malati mentali

4 Aprile 2014
Rogate Ergo

Quando la misericordia diventa carita

9 Marzo 2014
Famiglia Cristiana

La gratuità è un atto rivoluzionario che agevola lo sviluppo sociale

tutta la rassegna stampa

FOTO

120 visite

122 visite

114 visite

109 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri