Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
17 Febbraio 2016

Andrea Riccardi in un video rinnova il suo appello: Aleppo sta morendo. Bisogna fare presto #SaveAleppo

Mentre in Siria si continua a morire, il fondatore della Comunità di Sant'Egidio rinnova l'appello alla comunità internazionale perchè si metta fine alla strage

 
versione stampabile

Andrea Riccardi in un video rinnova il suo appello per la città siriana.

Queste le sue parole: "Aleppo sta morendo e forse è già morta, sotto i colpi di un assedio implacabile. La popolazione fugge: 100.000 persone verso il confine turco che è sigillato. Quanti confini in Medio Oriente e in Europa sono sigillati verso i siriani in fuga.
Appello sta morendo. Perché?

Nel 2014 ho lanciato un appello per salvare Aleppo e creare una zona di non combattimento attorno. Ma non si è fatto. Ognuno ha perseguito le logiche di parte. Ognuno ha continuato la sua strategia: il governo di Assad, appoggiato dalla Russia e dai suoi alleati ha continuato la sua guerra. L’opposizione è rimasta divisa, incerta, incapace di una politica. E poi l’Isis e Al Qaeda si sono insediate nelle rovine dello stato siriano. Aleppo città di convivenza, Aleppo con 300.000 cristiani, dove si viveva insieme.

Quanto era bella Aleppo! Oggi Aleppo è distrutta dai bombardamenti e tante vite perse, tanti bambini morti per l’embargo, per mancanza di cure e di cibo. Questa purtroppo è la realtà. Bisogna fare presto. Bisogna evitare che Aleppo perda gli ultimi spazi di vita, bisogna evitare che la gente muoia. Bisogna salvare Aleppo".

OGGETTI ASSOCIATI
 

 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Dicembre 2016
GINEVRA, SVIZZERA

Sant’Egidio diventa Osservatore permanente al Consiglio dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

IT | ES | DE | FR | PT
5 Dicembre 2016

Salvare vite umane dalla guerra in Siria si può: con i #corridoiumanitari

IT | ES | PT | CA
2 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

Ecco i volti e le voci dei profughi siriani fuggiti dalla guerra, oggi in Italia con i #corridoiumanitari

IT | ES | DE | FR | PT | CA | RU | HU
1 Dicembre 2016

Altri 100 in salvo con i #corridoiumanitari. Il progetto compie un anno e arriva a quota 500

IT | DE | FR | PT
30 Novembre 2016
KOSTELEC, REPUBBLICA CECA

Ecco i giovani di Praga che rifiutano la propaganda xenofoba: ''vogliamo essere amici dei rifugiati''

IT | DE | FR | RU
22 Dicembre 2011

Andrea Riccardi - notizie stampa internazionale

IT | ES | DE | FR | PT
tutte le news
• STAMPA
4 Dicembre 2016
Famiglia Cristiana

Andrea Riccardi: La scomparsa del leader Fidel e il giudizio della storia

2 Dicembre 2016
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Andrea Riccardi: Cinquant'anni fa, la Bibbia rossa di Mao: storia di una grande illusione (e manipolazione) di massa

1 Dicembre 2016
Famiglia Cristiana

Non solo aborto, nella lettera anche poveri e Bibbia

27 Novembre 2016
La Nazione

Don Milani, il diario dei ricordi di Gesualdi. Betori: Ripartiamo da Esperienze Pastorali

26 Novembre 2016
Notizie Italia News

Commenti: La novità del primo papa della globalizzazione

25 Novembre 2016
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Andrea Riccardi: Francesco è il primo Papa globale. Vuole una Chiesa larga, misericordiosa e attrattiva

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
14 Dicembre 2016 | GENOVA, ITALIA

Volevo un posto dove ci fosse la pace - I rifugiati si raccontano

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Non muri ma ponti: il messaggio di Andrea Riccardi al 4° congresso di 'Insieme per l'Europa'

Andrea Riccardi - Oriente e Occidente - Dialoghi di civiltà

Walter Kasper

Laudatio per il prof. Andrea Riccardi in occasione del conferimento del Premio Umanesimo 2016 a Berlino

Medì 2016: PROGRAMMA

Medì 2016: I RELATORI

tutti i documenti
• LIBRI

Périphéries





Editions du Cerf

L'Altro, l'Atteso





San Paolo
tutti i libri

FOTO

1333 visite

1257 visite

1179 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri