Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
7 Giugno 2016 | ROMA, ITALIA

Una pietra d'inciampo contro l'indifferenza, al Binario 1 della Stazione Termini

La memoria di Modesta Valenti "perchè nessuno muoia più abbandonato"

 
versione stampabile

Una città ha bisogno di luoghi della memoria, che ne scrivono la storia, e rappresentano le pietre su cui costruirne il futuro. Uno di questi luoghi, per la città di Roma, è il Binario 1 della Stazione Termini. Qui 33 anni fa morì una donna anziana, senza dimora, Modesta Valenti, per un malore che sarebbe stato curabile se non le fossero stati rifiutati i soccorsi, perchè considerata troppo sporca.
Oggi, in quel luogo, sorge una targa che ricorda Modesta "simbolo delle persone che vivono per strada, perchè nessuno muoia più abbandonato" ai tanti che passano.
Lì ieri si è svolta una cerimonia di commemorazione, a cui sono intervenuti l'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato e Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio. 
Renato Mazzoncini, ricordando che in Italia ci sono 4 milioni di poveri, di cui 50mila senza dimora, ha dichiarato la volontà e la disponibilità delle Fs per promuovere iniziative di solidarietà "Questi numeri possono essere affrontati con senso di solidarietà e la nostra azienda non si sottrae a questo - ha detto- . Le stazioni sono un barometro del paese, guardandole si capisce cosa accade. Nei nostri Help center, ne abbiamo 16 nelle principali stazioni, abbiamo fatto 350mila incontri con le persone più disagiate. Sono centri di orientamento che collaborano con le associazioni. Lo scopo è far stare meglio tutti”.
La testimonianza di Sergio, un uomo di 74 anni, originario della Toscana, che da tecnico specializzato in raffineria si è ritrovato, per vicissitudini familiari, a fare l'esperienza della strada ha ben rappresentato l'importanza di una rete di protezione fatta di solidarietà. «Dopo la morte di mia madre, nel 1998, mi sono lasciato andare – ha raccontato - ho perso tutto. Per anni ho vissuto per strada ma poi ho incontrato gli amici di Sant’Egidio che mi hanno rimesso in piedi e oggi sono orgoglioso di fare qualcosa per gli altri. Porto la cena a chi dorme per strada e sono volontario presso il servizio docce di Trastevere».
“Abbiamo bisogno di luoghi di memoria evocativi per il nostro futuro - ha concluso Marco Impagliazzo - Qui stiamo costruendo un luogo delle persone invisibili che vivono ai margini della societa’. Un memoriale di chi è dimenticato, in in luogo dove passano migliaia di persone ogni giorno. Vogliamo proteggere e custodire questo luogo. Ci piacerebbe che fosse una pietra d’inciampo sottrae alla fretta quotidiana e ci chiama a pensare a un altra realtà”.


OGGETTI ASSOCIATI

 LEGGI ANCHE
• NEWS
3 Maggio 2017
PADOVA, ITALIA

Il volto solidale di Padova, che fa memoria dei poveri che hanno perso la vita per la strada

21 Marzo 2017
PÉCS, UNGHERIA

Persone senza dimora in Ungheria, una liturgia a Pécs in memoria di chi ha perso la vita per il freddo

18 Marzo 2017
ROMA, ITALIA

Nella casa di accoglienza della Comunità per chi non aveva dimora si fa festa con Marco Impagliazzo

IT | FR
28 Marzo 2017
MOSCA, RUSSIA

A Mosca l'incontro e la preghiera con chi è senza dimora accompagna la fine del lungo inverno russo

IT | EN | ES | DE | FR
3 Aprile 2017
MONACO, GERMANIA

A Monaco si ricordano nella preghiera i senza fissa dimora che sono morti in quest'anno

IT | DE
18 Agosto 2011

Aperti per ferie: a Roma alla mensa di via Dandolo e nel quartiere Esquilino si fa festa con chi vive per stradae con gli anziani

tutte le news
• STAMPA
12 Agosto 2017
La Repubblica.it

Sant'Egidio, nel cuore del volontariato

11 Luglio 2017
La Repubblica - Ed. Roma

Diecimila senzatetto allarme dei volontari "Soli ad assisterli"

15 Agosto 2017
Corriere della Sera - Ed. Roma

Comunità di Sant’Egidio, festa di Ferragosto con i più bisognosi

14 Agosto 2017
Vatican Insider

Ferragosto, Sant’Egidio: si fa festa con rifugiati, anziani, rom e senza dimora

10 Agosto 2017
La Repubblica

Le città della cura

31 Luglio 2017
L'huffington Post

Andrea Riccardi: La povertà non è un reato, lo dice la Cassazione, ma anche il buon senso di un’Italia solidale

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

La guida "Dove mangiare, dormire, lavarsi a Napoli e in Campania" 2016

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Guida DOVE Mangiare, dormire, lavarsi - Roma 2016

"Non rassegnamoci al declino di Roma": l'intervento di Marco Impagliazzo alla manifestazione Antimafia Capitale

Le persone senza dimora a Roma

tutti i documenti
• LIBRI

La resistenza silenziosa





Guerini e Associati
tutti i libri