Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
10 Giugno 2016 | ECUADOR

Sant'Egidio invia aiuti umanitari alla popolazione sfollata dal terremoto in Ecuador

L'iniziativa realizzata in collaborazione con la Defensoria del Pueblo de Ecuador e il Ministero degli Affari Esteri italiano

 
versione stampabile

Lo scorso aprile un terribile terremoto ha colpito la fascia costiera dell'Ecuador causando circa 700 vittime e lasciando più di 70.000 persone senza casa. Nell'ultima settimana di maggio si sono verificate nuove scosse nella regione di Manabì, che hanno prodotto nuove vittime e feriti gravi. Le infrastrutture di tutta la zona sono state messe duramente alla prova e molte strade sono ancora oggi totalmente impraticabili, mentre migliaia di persone che hanno perso la casa, in molti casi anche il lavoro, continuano a vivere in scuole, stazioni e parchi.

La Comunità di Sant'Egidio è vicina da anni al popolo dell'Ecuador e collabora con diverse istituzioni per favorire l'integrazione sociale e promuovere una cultura di pace e dialogo. Numerose delegazioni ufficiali in questi anni hanno visitato le Comunità a Roma, Genova e Milano. In modo particolare si è sviluppata intensa collaborazione con la Defensoria del Pueblo de Ecuador, con la quale Sant'Egidio sta realizzando la spedizione di due container di aiuti umanitari che la Comunità ha raccolto a Roma, destinati agli sfollati ancora ospitati in strutture d'emergenza.

Più di 7.000 vestiti da donna, circa 6.000 indumenti per bambini, centinaia di zaini, materiale scolastico, posate monouso e migliaia di lenzuola, in totale per una valore commerciale di circa 140 mila euro, partiranno da Roma per raggiungere Guayaquil, grazie alla collaborazione del Ministero degli Affari Esteri italiano che ha sostenuto le spese per il trasporto degli aiuti.

 

Leggi anche:

 LEGGI ANCHE
• NEWS
14 Novembre 2016
BRUXELLES, BELGIO

Prosegue l'impegno di Sant'Egidio per l'Iraq: oggi a Bruxelles una Giornata di Studio con il Comitato per la Riconciliazione

IT | ES | DE | FR | PT
31 Ottobre 2016
BAGHDAD, IRAQ

Sant'Egidio in Iraq: aiuti umanitari e dialogo nazionale e interreligioso per superare la crisi

IT | EN | ES | DE | FR | PT | RU
29 Agosto 2016
ABIDJAN, COSTA D'AVORIO

Con gli occhiali nuovi alla Scuola della Pace di Abidjan

IT | ES | DE | FR | PT | CA
8 Luglio 2016
MALAWI

Nel campo profughi di Luwani, dove sono migliaia di mozambicani, arrivano gli aiuti di Sant'Egidio Malawi

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | RU
4 Luglio 2016
LIBIA

Aiuti umanitari in Libia dopo l'accordo firmato a Sant'Egidio: consegnato il primo container di medicinali

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | HU
tutte le news
• STAMPA
16 Novembre 2016
Münstersche Zeitung

"Grazie mille, Papa Francesco"

2 Novembre 2016
Il Sole 24 ore - Sanità

Connessi al Centrafrica

31 Ottobre 2016
Vatican Insider

Iraq, Sant’Egidio: servono aiuti umanitari e dialogo per superare la crisi

2 Agosto 2016
kath.ch

«Wer willkommen geheissen wird, radikalisiert sich kaum»

21 Giugno 2016
Huffington Post

La riunificazione della Libia passa (anche) dal Fezzan

7 Aprile 2016
Domradio.de

"Mauer und Stacheldraht nicht die Lösung"

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

Matteo Zuppi

Dieci anni della Comunità di Sant’Egidio con l’Albania: Intervento di Don Matteo Zuppi

Piero Bestaggini

Progetto AIDS in Mozambico: un programma per il rafforzamento generale della sanità e per la lotta all'AIDS. Relazione di Piero Bestaggini

Maria De Giorgi

Bound to Live Together Religioni e culture in dialogo di Maria De Giorgi

Katsuji Iwahashi

Il Giappone dopo il sisma di Rev. Katsuji Iwahashi

tutti i documenti

FOTO

529 visite

260 visite

543 visite

257 visite

570 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri