Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
26 Febbraio 2000

Firenze (Italia) - "Pena di morte: duemila ragioni per dire no"

 
versione stampabile

Organizzato dalla Comunità di Sant'Egidio, si è svolto a Firenze un 'incontro dal titolo "Pena di morte: duemila ragioni per dire no".

29 febbraio 2000

 Camilleri contro la legge del boia
L'intervento dello scrittore al convegno sulla pena di morte organizzato dalla Comunità di Sant'Egidio

 

FIRENZE - Sabato sera, il Procuratore nazionale antimafia Pier Luigi Vigna, e Rita Borsellino, sorella del giudice Paolo e vicepresidente dell'Associazione Libera, sono intervenuti all'incontro "Pena di morte: duemila ragioni per dire no", promosso dalla Comunità di Sant'Egidio con il patrocinio della Provincia di Firenze. All'incontro ha mandato un messaggio lo scrittore Andrea Camilleri, che arrichisce la riflessione sul "male estremo", la violenza che uccide, da chiunque essa provenga. La campagna di moratoria ha portato la Comunità di Sant'Egidio, in collaborazione con altre associazioni, a raccogliere oltre due milioni di firme, provenienti da 125 paesi. Insieme rappresentano un movimento di opinione e pressione internazionale che ha superato i confini culturali, geografici e politici, barriere di credo religioso, e ha portato la questione pena capitale all'ordine del giorno in molti stati. Anche per suo effetto, nel dicembre scorso Albania, Turkmenistan e Ucraina hanno eliminato la pena di morte dai loro ordinamenti. Insieme a loro, anche El Salvador, Bulgaria e Turkmenistan. Proponiamo alcuni brani del messaggio di Andrea Camilleri.

Michele Brancale

 

"Cari amici ... - ... Nella seconda metà del '500, Michel de Montaigne scriveva: Nella giustizia tutto ciò che va al di là della semplice condanna a morte mi sembra pura crudeltà...

E intendeva riferirsi, con quell' al di là, alle lunghe, atroci torture che preludevano all'esecuzione del condannato.

Sono trascorsi quasi cinquecento anni da quelle parole: cosa è mutato? Siamo così certi che la tortura non esiste più? E la tortura psicologica di chi viene tenuto per decenni nel cosiddetto "braccio di morte" con quale diverso nome potremmo chiamarla?

E' recente la notizia che, in non so quale Stato degli USA, la pena di morte è stata sospesa perché è stato riscontrato un numero troppo alto di innocenti riconosciuti tali dopo l'esecuzione della condanna. Certo, il rischio dell'errore giudiziario può essere, rozzamente, un buon deterrente. Rozzamente, perché la pena di morte va assolutamente abolita anche in presenza di un reo confesso. Perché l'abolizione della pena di morte non può dipendere solo dagli errori che la Giustizia ha commesso o da quelli che potrà commettere: è semplicemente un principio morale. Tutto qui: non ammazzare.

Cari amici, di fronte a un argomento simile mi viene una sorta di confusione mentale, tanto ne rimango emotivamente toccato: mi vengono a mancare le parole, balbetto. Di una sola cosa sono però assolutamente certo. E cioè che state peccando per difetto: le 2000 ragioni sono assai assai di più".

Andrea Camilleri

 

 Contro la pena di morte il grido di Rita Borsellino
Incontro alla Comunità di Sant'Egidio

 

"Dico no alla pena di morte. Credo a una giustizia che dia la certezza della pena, non a una giustizia che rinnova la morte": Rita Borsellino porta una testimonianza forte e alta. "Pena di morte: duemila ragioni per dire no", sostenute anche dal Procuratore nazionale antimafia Piero Luigi Vigna, e da Rita Borsellino, sorella del giudice Paolo e vicepresidente dell'Associazione Libera, nell'incontro promosso sabato sera dalla Comunità di Sant'Egidio con il patrocinio della Provincia di Firenze, nella Sala Est Ovest di Palazzo Medici Riccardi. E' giunto anche un messaggio dello scrittore Andrea Camilleri: "Il rischio dell'errore giudiziario può essere, rozzamente, un buon deterrente - ha scritto Camilleri - Rozzamente, perché la pena di morte va assolutamente abolita anche in presenza di un reo confesso. Perché l'abolizione della pena di morte non può dipendere solo dagli errori che la Giustizia ha commesso o da quelli che potrà commettere: è semplicemente un principio morale. Tutto qui: non ammazzare". La campagna di moratoria ha portato la Comunità di Sant'Egidio, in collaborazione con altre associazioni, a raccogliere oltre due milioni di firme, provenienti da 125 paesi. La pena di morte per il procuratore Vigna è "un sistema che prende la mano" e produce effetti socialmente dannosi: è una scuola di ferocia per la quale "si possono uccidere persone poi risultate innocenti". "Un uomo ha dentro di sé - ha detto Rita Borsellino - ben più di duemila sfaccettature. Bisogna cercare l'uomo in chi ti sta di fronte, anche nel criminale. C'è una scintilla di Dio in ogni uomo e nessuno ha il diritto di spegnerla: questo convincimento era profondamente radicato in Paolo. Accettare la pena di morte vuol dire avere fallito: è un gesto di debolezza. Ed è segno di debolezza anche quando la mafia uccide". Per anni Rita Borsellino è stata accompagnata dal pensiero di conoscere gli assassini di suo fratello. "Ricordo poi quando vidi Riina - spiega Borsellino - lo guardai con timore. Dietro di me sentii mia madre che disse: 'Che pena mi fa quell'uomo'. Mia madre era riuscita a vedere un uomo in lui e un sentimento di pena". Il criminale è un uomo "degradato al punto di fare tutto quello che non aveva fatto nella sua vita". Per questo "dico no alla pena di morte. Credo a una giustizia che dia la certezza della pena, non a una giustizia che rinnova la morte".


Michele Brancale

 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
30 Novembre 2016

Il 30 novembre DIRETTA STREAMING dal Colosseo di Città per la Vita contro la pena di morte

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
30 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Il Colosseo si accende di luce per dire mai più alla pena di morte nel mondo

IT | ES | FR | PT
25 Novembre 2016

30 novembre: Città per la Vita contro la pena di morte

IT | EN | ES | FR | PT | CA | ID
23 Novembre 2016

-7! Si avvicina la Giornata Mondiale delle Città per la Vita contro la pena di morte

22 Novembre 2016

Il video della campagna Cities for Life 2016

IT | PT
21 Novembre 2016

Il 30 novembre più di 2000 città accendono la speranza di un mondo senza pena di morte. A Roma appuntamento al Colosseo

IT | EN | ES | DE | PT | CA
tutte le news
• STAMPA
1 Dicembre 2016
Main-Post

Wie Joaquin Martinez dem elektrischen Stuhl entkam

1 Dicembre 2016
Avvenire

Città illuminate contro il buio delle esecuzioni

1 Dicembre 2016
Gazzetta di Parma

«Ho chiesto la grazia per l'assassino di mia figlia»

1 Dicembre 2016
Roma sette

Anche Roma tra le “Cities for life”, contro la pena capitale

1 Dicembre 2016
Notizie Italia News

30 novembre, Giornata Mondiale delle Città per la Vita, contro la Pena di Morte

30 Novembre 2016
Avvenire

Sant'Egidio. Duemila città si illuminano contro la pena di morte

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
18 Febbraio 2016
ROMA, ITALIA

IX Congresso Internazionale dei Ministri della Giustizia per un mondo senza pena di morte, il 22 febbraio a Roma

27 Ottobre 2015
GIAPPONE

Il supplizio di Iwao, da 47 anni nel braccio della morte

20 Ottobre 2015
GIAPPONE

Giustizia e diritti umani per una società senza pena di morte - #NoJusticewithoutlife in Giappone

5 Ottobre 2015
GIAPPONE

Okunishi Masaru è morto a 89 dopo aver trascorso ogni giorno per 46 anni come se fosse l'ultimo

5 Ottobre 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

25 Marzo 2015
GIAPPONE

Messaggio a 1 anno dalla liberazione di Iwao Hakamada

25 Marzo 2015
PAKISTAN

PAKISTAN: sospesa l'esecuzione di un condannato a morte minorenne

9 Marzo 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

9 Marzo 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

5 Marzo 2015
Onuitalia.com il giornale italiano delle Nazioni Unite

Pena di morte: Vaticano all’ONU dice basta esecuzioni

5 Marzo 2015
Avvenire

Appello vaticano: stop alla pena di morte

5 Marzo 2015
Vatican Insider

Abolizione pena di morte: nuovo appello della Santa Sede

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Statement by Minister J. Kamara on the death penalty in Sierra Leone

Vice President Mnangagwa: Zimbabwe's steps toward the abolition of the death penalty

Mario Marazziti: rifiutare la logica della pena di morte per non cedere alla trappola del terrore

Jean-Louis Ville: Europe is against the death penalty.

Cambodian Minister of Justice, Ang Vong Vathana: Cambodia as a model of Asian country without the death penalty

Rajapakshe, Minister of Justice: Sri Lanka to protect the right to life, against the death penalty

tutti i documenti
• LIBRI

Keerpunt





Lannoo Uitgeverij N.V
tutti i libri

VIDEO FOTO
2:
Malawi contro la pena di morte
4:01
Cities for life: da Roma al mondo contro la pena di morte

490 visite

431 visite

467 visite

506 visite

474 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri