Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
7 Ottobre 2016 | POLONIA

La Chiesa non vuole muri contro i profughi

Le parole dei vescovi polacchi alle preghiere di Sant'Egidio per i rifugiati

 
versione stampabile

Sabato 1° ottobre, centinaia di persone si sono raccolte nella cattedrale di Varsavia, dove la Comunità di Sant'Egidio ha organizzato una veglia di preghiera dedicata ai rifugiati, specie di quanti hanno perso la vita nei viaggi verso l'Europa. Si trattava del primo appuntamento della Settimana di preghiera per i profughi, organizzata da Sant'Egidio, Caritas Polska e altre associazioni in oltre venti città, che terminerà sabato 8 ottobre, con la veglia presieduta a Gniezno dal primate di Polonia, mons. Wojciech Polak.

La preghiera è stata introdotta dalla testimonianza di NabihaAntoun, cristiani di Homs, giunti in Polonia circa un anno fa e da qualche mese ospiti di una famiglia della Comunità: "Avevamo molta paura per i nostri figli e i nipoti. Purtroppo una nostra figlia è ancora in Siria e siamo molto preoccupati per la sua famiglia. La nostra nipotina più piccola, che ora è in Svezia, si mette a urlare se sente fuochi d'artificio o rumori troppo forti, pensando che sono bombe o spari. Vogliamo ringraziare la Polonia che ci ha accolto e ci permette di condurre una vita serena e sicura. Speriamo che presto la Polonia aiuterà anche nostra figlia ad andare via da quell'inferno".

Nella sua omelia il card. Kazimierz Nycz ha affermato che "facciamo sempre troppo poco rispetto a quanto ci chiede Gesù nel Vangelo". Secondo l'arcivescovo di Varsavia, "nel Vangelo non è scritto: Ero forestiero e mi avete accolto quando venivo da un bel paese, che vi piace, o quando avevo il certificato di battesimo. Il Vangelo non pone condizioni". Osservando che per i cristiani l'accoglienza è un comandamento evangelico e una prova della loro fede, il card. Nycz ha espresso la convinzione che "siamo vicini al momento in cui anche in Polonia si apriranno i corridoi umanitari, iniziati dalla Comunità di Sant'Egidio in Italia"
La preghiera a Varsavia è stata preceduta da una manifestazione nella piazza del Castello, che era accompagnata da uno striscione con le parole pronunciate da papa Francesco in occasione della consegna del premio Carlo Magno: "Sogno un'Europa che soccorre come un fratello il povero e chi arriva in cerca di accoglienza".

Domenica 2 ottobre, un'altra preghiera "Morire di speranza" si è tenuta nella cattedrale di Poznan. A presiederla mons. Stanislaw Gadecki, presidente della Conferenza episcopale polacca, che ha illustrato alcuni programmi di aiuto ai rifugiati che la Caritas polacca avvierà nelle prossime settimane. A proposito della paura dei rifugiati mons. Gadecki ha osservato: "Ciascuno ha la sua vita e quando arrivano degli immigrati, istintivamente pensa alle difficoltà connesse alla loro presenza. Non bisogna però costruire muri e la Chiesa non li vuole. La Chiesa ricorda che Gesù è presente tra i più piccoli, tra i sofferenti, tra i più bisognosi. I discepoli di Gesù devono annunciare la liberazione a quanti ancora oggi sono soggetti a diverse forme di schiavitù". 

     


 LEGGI ANCHE
• NEWS
19 Giugno 2017

Giornata Mondiale del Rifugiato 2017. Dichiarazione ecumenica congiunta: superare la paura dello straniero

IT | EN | ES | DE
21 Giugno 2017
ROMA, ITALIA

Morire di Speranza: preghiera in memoria di quanti perdono la vita nei viaggi verso l'Europa

IT | ES | DE | FR | CA | HU
12 Giugno 2017
ITALIA

Da profughi e migranti un gesto di vicinanza e solidarietà con le vittime del terremoto di Amatrice

22 Giugno 2017
ROMA, ITALIA

Non si può Morire di Speranza! A Santa Maria in Trastevere la memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

IT | FR
22 Giugno 2017
ROMA, ITALIA

Il video della preghiera Morire di Speranza a Santa Maria in Trastevere

IT | FR
tutte le news
• STAMPA
28 Maggio 2017
Catalunya Cristiana

Els corredors, una gran esperança

4 Maggio 2017
AlfayOmega

Un año salvando vidas: el éxito de los corredores humanitarios. Todo a punto en España

19 Giugno 2017
La Croix

La méthode de Sant’Egidio, de négociation “spirituellement inspirée”, a fait tache d’huile.

23 Giugno 2017
Il Piccolo

I Nostri Angeli contro le guerre

22 Giugno 2017
SIR

Migranti: mons. Gnavi (diocesi Roma), “abbiamo il dovere di perseverare nella speranza”

21 Giugno 2017
POW - Pressestelle des Ordinariates Würzburg

„Wir brauchen humanitäre Korridore“

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

tutti i documenti

FOTO

148 visite

128 visite

147 visite

120 visite

142 visite
tutta i media correlati