Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
30 Gennaio 2001

Würzburg - Congresso "Sant'Egidio 2001" e celebrazione liturgica per il 33° anniversario della Comunità

 
versione stampabile

Si è svolto a Würzburg (Germania), nei giorni 27 e 28 gennaio, il Congresso "Sant'Egidio 2001" a cui hanno partecipato 300 rappresentanti delle Comunità di Sant'Egidio in Germania e in Austria, provenienti da 25 diverse città. Tema dell'incontro era "Chiesa di tutti e particolarmente dei poveri". Il convegno si è concluso con una celebrazione liturgica per il 33° anniversario della Comunità, presieduta dal vescovo di Münster, mons. Reinhard Lettmann, e dal vescovo ausiliare di Würzburg, mons. Helmut Bauer.

       

Testo dell'omelia pronunciata da S.E. Mons. Reinhard Lettmann, Vescovo di Münster

 

Nell'anno giubilare abbiamo rivolto il nostro sguardo verso Gesù. Oggi vogliamo nuovamente dirigere il nostro sguardo verso di lui, soffermandoci sull'inizio del Vangelo di Giovanni:

"E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi vedemmo la sua gloria,
gloria come di unigenito dal Padre,
pieno di grazia e di verità.
Dalla sua pienezza
noi tutti abbiamo ricevuto
e grazia su grazia"
(Gv. 1,14.16)

Che cosa è questo "noi" di cui si parla? Questo "noi" è la comunità degli amici di Gesù come il Vangelo di Giovanni ce la presenta. Questa comunità di amici di Gesù è allo stesso tempo anche comunità di testimonianza e comunità di missione, come sta scritto nella prima lettera di Giovanni:

"Ciò che era fin da principio, ciò che noi abbiamo udito, ciò che noi abbiamo veduto con i nostri occhi, ciò che noi abbiamo contemplato e ciò che le nostre mani hanno toccato, ossia il Verbo della vita, quello che abbiamo veduto e udito, noi lo annunziamo anche a voi, perché anche voi siate in comunione con noi."
(1 Giov 1,1.3).

Comunità di amici di Gesù, che è allo stesso tempo comunità di testimonianza e di missione. Non potrebbe essere questa un bella definizione della Comunità di Sant'Egidio? Comunità di amici di Gesù, comunità di testimonianza e di missione.

Il Santo Padre alla fine dell'Anno Santo ha scritto un grande documento, la lettera apostolica "Novo Millennio Ineunte", che ci invita a guardare al nuovo secolo. Subito sotto il titolo sono citate le parole latine "Duc in altum." Sono le parole che Gesù rivolge a Pietro dopo una notte di pesca senza successo. Dice: "Andate fuori sul lago." La nostra traduzione tedesca lo dice così, semplicemente. Nel testo greco c'è scritto: "báthos". I francesi lo tradurrebbero in modo diverso: "andate fuori nella larghezza" oppure "andate fuori in profondità". Fuori nella larghezza, nel profondo del mare. La profondità e la larghezza devono incontrarsi: chi ha solo la larghezza può finire su un banco di sabbia; chi vede solo la profondità non va avanti. Traduciamo queste parole nella nostra vita cristiana: profondità e larghezza. E' questo che ci fa riunire per la nostra preghiera dove, nella profondità del volto del Signore, prendiamo il coraggio di andare verso la larghezza. Anche questo ci mostra quale sia la storia del cammino della Comunità di Sant'Egidio: la profondità ha reso possibile andare nel mondo largo, nei tanti luoghi e paesi dove la comunità oggi è presente.

In un libro di preghiere francese ho letto: "Quando ti manca il fiato devi mettere le tue vele nel soffio dello Spirito Santo." Qualche volta sembra che qui in Germania ci manchi un po' il fiato. Cosa possiamo fare di altro se non pregare il Signore perché soffi un nuovo fiato nelle nostre vele?

Nella preparazione dell'Anno Santo il Papa ci ha proposto un bel tema: "Gesù Cristo - il volto umano di Dio". Dio ha un volto, un volto umano. Ce lo mostra nel suo figlio Gesù Cristo. Questo ha un significato per noi tutti: Dio ha una volto, un volto umano nel suo figlio Gesù Cristo. Allora tutti coloro che hanno un volto umano sono sorelle e fratelli di Gesù. Noi non abbiamo una fotografia di Gesù, perché allora non si poteva fotografare. Ma sappiamo quali erano i tratti fondamentali del suo volto. L´apostolo Paolo ce lo dice: "In lui è apparsa la bontà e la filantropia di Dio". La bontà e la filantropia : questi sono i tratti decisivi dell'immagine di Gesù.

Il Santo Padre ci invita a contemplare spesso il volto di Gesù e poi a mostrare il suo volto agli uomini. Possiamo fare questo facendo plasmare anche il nostro volto dalla bontà e dalla filantropia. Questo è quello che avviene nell'impegno spirituale che la Comunità di Sant'Egidio, rivolto in modo particolare agli uomini che confidano nella bontà e nella filantropia.

C'è una bella frase nella saggezza indiana. Dice: "Vorrei guardare con gli occhi dell'amico. Anch'io voglio guardare tutti con gli occhi dell'amico." Tante volte noi mettiamo degli occhiali, gli occhiali dei pregiudizi. Questi occhiali ci danno una prospettiva distorta. Così il vicino diventa un concorrente, un avversario o un emarginato. Non gli occhiali dei pregiudizi, ma l'occhio dell'amico. Tante persone sono state spinte dalla Comunità di Sant'Egidio a rinunciare agli occhiali dei pregiudizi e a metterli da parte, ad imparare a guardarsi l'un l'altro con gli occhi dell'amico. Ora persone estranee potranno vivere in futuro in dignità, in libertà e giustizia.

Dio benedica la nostra strada verso il futuro. Amen.

 

 

Saluto di S.E. Mons. Helmut Bauer, vescovo ausiliare di Würzburg.

 

Abbiamo ringraziato Dio, il Padre, per Cristo. Abbiamo ringraziato per Cristo che ci ha dato il dono della parola di Dio, che abbiamo sentito con un cuore aperto, e per l'amore di Gesù. Ma vogliamo anche ringraziare per tutti quelli alla cui gioia oggi ci ha unito. Vogliamo ringraziare per voi, la Comunità di Sant'Egidio. Se non fosse un'espressione già troppo usata, direi in modo ancora più profondo ed intimo: "Grazie. Grazie perché ci siete." Perché siete in questa città.

Avete guadagnato degli amici, amici che hanno bisogno del vostro amore, del vostro servizio, del vostro affetto, che sentono che Cristo diventa realtà nella vostra vita e che hanno bisogno del vostro aiuto. Ci siete per tutti quelli che, in questa città, lavorano per costruire un clima umano. Vi inserite nelle parrocchie, partecipate con la vostra preghiera e il vostro atteggiamento spirituale.

A nome del nostro Vescovo vi ringrazio in questo giorno per il vostro esserci, per il vostro fare, per il vostro pregare, per la vostra comunione con tutti coloro che a vari livelli compiono il loro servizio mandati da Cristo.

Ringraziamo con voi tutti coloro che si sono uniti a voi e che danno un sostegno benevolo al vostro lavoro nella preghiera e nell'aiuto sociale, perché tutti possiamo aiutare.

Ringraziamo anche perché ci stimolate sempre di nuovo a pensare alle cose importanti - a quelle cose importanti che avete già espresso nella settimana dell'unità dei cristiani.

Vi ringraziamo per il vostro impegno per la pace, per quello che svolgete in azioni pubbliche ma ancora di più facendo la pace e aprendo il mondo alla pace nella santa liturgia, nella festa della lode di Dio.

Ringraziamo tutti quelli che sono vostri amici e oggi, in particolare, il vescovo Lettmann che ci ha spiegato la parola, che ci ha mostrato Lui che è il centro, Gesù Cristo. Lo ringraziamo per questo servizio della parola e per la celebrazione del santo sacrificio, per la sua presenza che dimostra che voi volete collaborare con noi vescovi in una unità profonda per la costruzione del Regno di Dio.

Così auguriamo a voi ancora la forza dello Spirito, il coraggio che viene dallo Spirito, per andare sempre su nuove vie, ma per ritornare sempre alle fonti antiche della cristianità per lodare Dio, per pregarlo, per la fedeltà alla sua parola.

Dio vi benedica, vi benedica attraverso di noi e ci benedica attraverso di voi.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
1 Settembre 2016

1 settembre, memoria di Sant'Egidio. La Comunità che ne ha preso il nome rende grazie in ogni parte del mondo

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
20 Luglio 2016
WÜRZBURG, GERMANIA

Würzburg: solidarietà della Comunità di Sant'Egidio alle vittime dell'attentato sul treno in Baviera

IT | DE
6 Giugno 2016
BERLINO, GERMANIA

Corridoi umanitari anche in Germania: Sant'Egidio ne parla in una conferenza stampa a Berlino

IT | ES | DE | FR
30 Maggio 2016
LIPSIA, GERMANIA

Sant'Egidio al 100° Katholikentag, il raduno nazionale dei cattolici tedeschi a Lipsia

IT | EN | DE | FR | HU
20 Aprile 2016

Andrea Riccardi riceve il ministro tedesco dell'Interno, Thomas De Maiziere, a Sant'Egidio

IT | DE | PT
2 Aprile 2016

11 anni fa moriva #GiovanniPaoloII Gli incontri, le parole e la sua amicizia con Sant'Egidio

IT | ES | PT | CA
tutte le news
• STAMPA
20 Settembre 2016
Vatican Insider

Germania, il prossimo incontro di S.Egidio avverrà nei territori della pace di Westfalia

12 Agosto 2016
Münchner Merkur

Sommerlager für Flüchtlingskinder: Ein Stückchen Heimat auf dem Bauernhof

30 Giugno 2016
Corriere della Sera

Le buone notizie viaggiano in treno (su Italo)

3 Giugno 2016
Corriere della Sera

L'analisi alle radici del dramma. Lo sterminio dei Pascià e le colpe (ora ammesse) della Germania

28 Maggio 2016
L'Osservatore Romano

In alto e lontano

27 Maggio 2016
L'Eco di Bergamo

La Comunità di Sant'Egidio: «Ha tenuto viva la memoria di Roncalli e del Concilio»

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Dove Napoli 2015

Comunità di Sant'Egidio: Brochure Viva gli Anziani

Analisi dei risultati e dei costi del programma "Viva gli Anziani"

I Numeri del programma "Viva gli Anziani"

Messaggio del Patriarca ecumenico Bartolomeo I, inviato al Summit Intercristiano di Bari 2015

Marco Impagliazzo

Saluto di Marco Impagliazzo alla liturgia di ringraziamento per il 47° anniversario della Comunità di Sant’Egidio

tutti i documenti
• LIBRI

L'Altro, l'Atteso





San Paolo
tutti i libri

FOTO

263 visite

243 visite

270 visite

273 visite

253 visite
tutta i media correlati