Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
30 Maggio 2017 | KIEV, UCRAINA

In Ucraina, dove c'è una guerra dimenticata, Sant'Egidio è una presenza di pace. La visita di Andrea Riccardi

 
versione stampabile

In Ucraina, una guerra dimenticata, che dal 2014 ha provocato più di 10.000 morti e continua a causare vittime nelle regioni del Donbass, e un’acuta crisi economica, rendono difficili le condizioni del paese. Ma tra la gente si coglie la speranza in un futuro di pace, di giustizia e solidarietà, che la Comunità di Sant’Egidio incontra in diverse città ucraine coinvolgendo numerosi giovani e adulti nell’amicizia e nella solidarietà con i più poveri.

In un’assemblea partecipata da molti giovani e adulti, durante la sua visita alla Comunità di Sant’Egidio a Kiev compiuta il 26 e il 27 maggio, Andrea Riccardi ha parlato dell’amore per l’Ucraina, per la sua storia e la sua realtà, che dagli anni Ottanta lega la Comunità a quel paese: “Sant’Egidio in Ucraina – ha detto–  è oggi una presenza di pace, di solidarietà con i poveri, di dialogo tra le diverse confessioni cristiane”. Le sofferenze della guerra, la durezza delle condizioni di vita di tanti che vivono per strada, l’abbandono degli anziani, l’esclusione dei Rom, la solitudine dei giovani, la domanda di molti di fare qualcosa per gli altri sono stati alcuni dei temi al centro dell’intenso dialogo svoltosi in assemblea. La partecipazione di alcune famiglie affidatarie dei bambini e dei ragazzi sostenuti dal programma di "adozione a distanza" della Comunità di Sant’Egidio ha richiamato l’attenzione anche sull’esperienza felice di accoglienza e di sostegno a tanti bambini abbandonati e orfani. La speranza di cambiare il mondo che ha animato i giovani studenti ucraini negli anni precedenti, se è sembrata spegnersi di fronte alla tragica disillusione della guerra, ha però trovato una nuova risposta nella solidarietà concreta e nell’amicizia con i poveri, come è stato detto a più voci dai molti giovani presenti.

Andrea Riccardi, insieme a una delegazione di rappresentanti delle Comunità di Sant’Egidio dell’Ucraina, ha compiuto un gesto di omaggio alla memoria delle vittime degli scontri di piazza Majdan nel 2014. I fiori deposti a via Institutska, nel luogo dove morì il più gran numero di persone colpite dai cecchini, sotto la croce eretta accanto ai nomi e ai volti delle vittime della violenza, sono stati anche un segno dell’impegno per la pace che le Comunità di Sant’Egidio in Ucraina realizzano, in primo luogo, con la preghiera e la solidarietà con i poveri.

L’incontro con un gruppo di senza dimora e di anziani nella sede di Sant’Egidio a Kiev ha concluso la visita di Andrea Riccardi nella capitale ucraina. Un’umanità dolente composta da giovani e adulti senza dimora, da anziani che stazionano nelle strade della città e nei sotterranei della metropolitana alla ricerca di qualche aiuto, rappresenta oggi l’altro volto di una città bella e dalla grande storia. Guerra e crisi economica hanno reso più folte le file di questo popolo di poveri, con cui la Comunità ha stabilito uno stretto rapporto fatto di amicizia, di aiuto, di sostegno, di difesa dei loro diritti. Questa vicinanza di amicizia e solidarietà rende più leggero il peso di storie dolorose, di vite dure, di umiliazioni e violenze, di lunghi e rigidi inverni. I volti segnati dalla durezza si sono distesi nel sorriso durante l’incontro familiare e commovente con Andrea: “L’amicizia con i poveri è un’oasi di pace nell’Ucraina in guerra”.    

      L'incontro con un gruppo di senza dimora a Kiev                        Memoria delle vittime degli scontri di piazza Majdan


 LEGGI ANCHE
• NEWS
17 Agosto 2017

La crisi in Centrafrica: la gente soffre, facciamo presto

14 Luglio 2017
MAPUTO, MOZAMBICO

La sfida di comunicare il Vangelo in una società che cambia: Andrea Riccardi visita le Comunità del Mozambico

IT | EN | ES | DE | FR | PT | NL | ID
28 Aprile 2017

Il papa in Egitto: una sfida di pace a chi vuole lo scontro globale

IT | ES | DE | FR
22 Agosto 2017

Per il Papa l’integrazione è il processo chiave. Un articolo di Andrea Riccardi sul messaggio di papa Francesco sui migranti

IT | FR
9 Agosto 2017

Immigrazione, trafficanti di uomini, diritti umani, questione libica. L'intervista ad Andrea Riccardi su La Stampa

IT | ES | DE | FR | CA
30 Maggio 2017
ROMA, ITALIA

Chiesa Cattolica e Cina - Andrea Riccardi: ''Con Papa Francesco no all'ideologia ma incontro con la cultura cinese''

IT | ES
tutte le news
• STAMPA
22 Agosto 2017
Corriere della Sera

Per il Papa l’integrazione è il processo chiave

17 Agosto 2017
Famiglia Cristiana

Andrea Riccardi. Centrafrica: la gente soffre, facciamo presto

10 Agosto 2017
Famiglia Cristiana

L'ultimo regalo di padre Jacques: ricordarci che l'estate è un tempo in cui sentire l'invito di Dio a prendersi cura del mondo

3 Agosto 2017
Famiglia Cristiana

Andrea Riccardi: In Libia l'Italia si gioca il futuro

2 Agosto 2017
Città Nuova

Corridoi umanitari, possibile soluzione?

31 Luglio 2017
L'huffington Post

Andrea Riccardi: La povertà non è un reato, lo dice la Cassazione, ma anche il buon senso di un’Italia solidale

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
23 Agosto 2017 | FONDI, ITALIA

L'Europa alla prova del futuro - Colloquio con Andrea Riccardi, Mario Giro, Antonio Tajani

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Non muri ma ponti: il messaggio di Andrea Riccardi al 4° congresso di 'Insieme per l'Europa'

Andrea Riccardi - Oriente e Occidente - Dialoghi di civiltà

Walter Kasper

Laudatio per il prof. Andrea Riccardi in occasione del conferimento del Premio Umanesimo 2016 a Berlino

Medì 2016: PROGRAMMA

Medì 2016: I RELATORI

tutti i documenti
• LIBRI

La forza disarmata della pace





Jaca Book
tutti i libri

FOTO

1401 visite

1313 visite

1408 visite
tutta i media correlati