Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
23 Agosto 2017

PAROLE DI PAPA FRANCESCO

La nostra risposta comune di fronte alla situazione dei migranti e dei rifugiati: accogliere, proteggere, promuovere e integrare

 
versione stampabile

Ogni forestiero che bussa alla nostra porta è un’occasione di incontro con Gesù Cristo, il quale si identifica con lo straniero accolto o rifiutato di ogni epoca (cfr Mt 25,35.43). Il Signore affida all’amore materno della Chiesa ogni essere umano costretto a lasciare la propria patria alla ricerca di un futuro migliore. Tale sollecitudine deve esprimersi concretamente in ogni tappa dell’esperienza migratoria: dalla partenza al viaggio, dall’arrivo al ritorno. E’ una grande responsabilità che la Chiesa intende condividere con tutti i credenti e gli uomini e le donne di buona volontà, i quali sono chiamati a rispondere alle numerose sfide poste dalle migrazioni contemporanee con generosità, alacrità, saggezza e lungimiranza, ciascuno secondo le proprie possibilità.

Al riguardo, desidero riaffermare che «la nostra comune risposta si potrebbe articolare attorno a quattro verbi fondati sui principi della dottrina della Chiesa: accogliere, proteggere, promuovere e integrare».

Considerando lo scenario attuale, accogliere significa innanzitutto offrire a migranti e rifugiati possibilità più ampie di ingresso sicuro e legale nei paesi di destinazione. In tal senso, è desiderabile un impegno concreto affinché sia incrementata e semplificata la concessione di visti umanitari e per il ricongiungimento familiare. Allo stesso tempo, auspico che un numero maggiore di paesi adottino programmi di sponsorship privata e comunitaria e aprano corridoi umanitari per i rifugiati più vulnerabili.

Continua a leggere su vatican.va

Messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2018


 LEGGI ANCHE
• NEWS
22 Febbraio 2017

La nostra comune risposta alle migrazioni è in quattro verbi: accogliere, proteggere, promuovere e integrare.

IT | DE | FR | PT
20 Novembre 2017

Spesso siamo dell’idea di non aver fatto nulla di male e ci accontentiamo.

IT | DE
10 Novembre 2017

Occorre rigettare la cultura dello scarto e avere cura delle persone che soffrono le più dolorose disuguaglianze

IT | EN | ES | FR | PT
20 Ottobre 2015

Nell’attuale contesto medio-orientale è più che mai decisivo che si faccia la pace nella Terra Santa:

IT | DE | PT
30 Ottobre 2017

Non si può stare nell’Alleanza con il Signore e maltrattare quelli che godono della sua protezione,

IT | DE | FR
tutte le news
• STAMPA
31 Ottobre 2015
La Repubblica

Papa Francesco, Romero martire due volte: "Dopo la sua morte per mano dei vescovi"

17 Settembre 2017
La Vanguardia

Corredores de paz

6 Luglio 2017
Vida Nueva

Francia ya cuenta con su corredor humanitario para refugiados

20 Novembre 2016
Catalunya Cristiana

«Ser refugiada és començar de zero»

29 Luglio 2016
El Mundo

El Papa pide a los jóvenes que sean "sembradores de esperanza"

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

tutti i documenti