Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
16 Febbraio 2008

Emergenze Umanitarie

Violenze in Ciad: la solidarietà della Comunità di Sant’Egidio

 
versione stampabile

Il 1° febbraio 2008 le forze ribelli ciadiane hanno attaccato la capitale, N’Djamena, a pochi giorni dall’arrivo della forza europea alla frontiera fra Ciad e Darfour (Sudan). Dopo una settimana di scontri il governo centrale è riuscito a resistere, ma i combattimenti hanno lasciato sul campo centinaia di morti e migliaia di feriti, in gran parte civili.

L’effetto è stato quello di un esodo di massa: in pochi giorni decine di migliaia di ciadiani si sono rifugiati nel vicino Camerun raggiungendolo a piedi, quasi privi di tutto per l’urgenza di abbandonare la propria casa, sotto il tiro dell’artiglieria e degli elicotteri che sparavano sulla popolazione.

Anche alcuni giovani della Comunità di Sant’Egidio a N’Djamena sono dovuti fuggire insieme alle loro famiglie e a numerosi bambini della “scuola della pace”, da loro seguiti ormai da anni. Si tratta di bambini che vivono nelle bidonvilles della capitale e che rischiavano di restare senza aiuto in quelle drammatiche ore, anche per le difficoltà delle loro famiglie ad occuparsi di loro. Il gruppo di è unito ad altre decine di profughi ed è riuscito a rifugiarsi in Camerun, nella città di Kousséri. Lì, insieme agli amici della Comunità di Sant’Egidio del Camerun, accorsi per sostenerli, hanno creato un vero e proprio accampamento spontaneo.

Si tratta di circa 250 persone, che mancano di tutto, in attesa di poter rientrare in Ciad. Si è subito messa in movimento una catena di solidarietà, tra l’Italia e il Camerun, che ha permesso un primo acquisto di riso, zucchero, olio, acqua potabile, coperte per ripararsi dal freddo notturno, zanzariere e stuoie per dormire, in assenza, per il momento, di interventi da parte degli organismi internazionali. Il desiderio è quello di tornare, ma la situazione non lo permette ancora.

E comunque c’è l’incognita di un ritorno tra grandi difficoltà: N’Djamena porta le ferite di violenti combattimenti, molti quartieri sono stati sventrati e sono da ricostruire, le case e i negozi saccheggiati. Parte quindi ora la raccolta per organizzare un secondo invio di aiuti. Il primo obiettivo è quello della sopravvivenza in Camerun, finchè non sarà possibile tornare in Ciad. Il secondo è quello di offrire il necessario per un rientro sicuro e assistere le famiglie una volta rientrate nel loro Paese.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
29 Agosto 2010

N'Djamena (Ciad): Iscrizione anagrafica per i bambini della Scuola della Pace

13 Luglio 2009

"LIBERARE I PRIGIONIERI IN AFRICA" Una campagna di solidarietà con i detenuti africani nelle carceri italiane

IT | ES | DE | FR | PT
16 Luglio 2015
MAPUTO, MOZAMBICO

Il presidente di Sant'Egidio inaugura a Maputo il programma Dream 2.0 per un approccio globale alla salute in Africa

IT | EN | DE | FR | PT
12 Luglio 2015
KAMPALA, UGANDA

Promozione della donna e degli anziani in Africa: il convegno dei rappresentanti di #SantEgidioinAfrica. FOTOGALLERY

IT | FR | PT
20 Settembre 2017
MYANMAR (BIRMANIA)

Aiutiamo i profughi rohingya rifugiati in Bangladesh

IT | EN | ES | DE | FR
15 Settembre 2017
LIVORNO, ITALIA

Alluvione a Livorno: la Comunità, insieme ai nuovi europei, in aiuto delle persone colpite

tutte le news
• STAMPA
29 Settembre 2011
Main.de

Würzburg-Hilfe kommt in Kenia an

3 Aprile 2014
Famiglia Cristiana

Africa: La lezione del Ruanda a 20 anni dall'eccidio

22 Giugno 2013
Luxemburger Wort

Für die Armen und im Gebet

22 Maggio 2013
Avvenire

«Così lotto nel mio Sinai contro la tratta»

21 Maggio 2013
Avvenire

«Così lotto nel mio Sinai contro la tratta»

29 Aprile 2013
Il Secolo XIX

In Africa una campagna per salvare madri e figli

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
31 Ottobre 2014

Inaugurata a Bukavu la campagna "Città per la vita"

12 Ottobre 2014
All Africa

Africa: How the Death Penalty Is Slowly Weakening Its Grip On Africa

20 Settembre 2014

Ciad: il nuovo codice penale prevede l'abolizione della pena di morte

20 Settembre 2014
AFP

In Ciad rischio criminalizzazione gay, ma abolizione pena morte

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

''Entente de Sant'Egidio'': Accordo politico per la pace nella Repubblica Centrafricana

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Burkina Faso - La Paix est l'avenir: Rencontre des religions pour la paix

Comunicato stampa contro i linciaggi in Mali

The Goal of a DREAM

Dichiarazione dell'Unione Africana sul Patto Repubblicano firmato a Bangui

tutti i documenti
• LIBRI
tutti i libri

FOTO

1478 visite

1432 visite

1422 visite

1330 visite

1636 visite
tutta i media correlati