Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
28 Agosto 2008

Giovani per la pace in Mozambico: un'estate all'insegna dell'amicizia

 
versione stampabile

Giovani per la Pace e Mozambico: un'amicizia che non teme tempo e distanza. Anche quest'anno, infatti - è il terzo consecutivo - un gruppo di Giovani per la Pace di Roma ha trascorso il mese di agosto nei centri DREAM del Mozambico.

Ad attenderli, amici vecchi e nuovi: innanzitutto i bambini del centro nutrizionale di Matola, dove con alcuni si è creato un legame che va oltre le distanze. Il centro nutrizionale garantisce ai bambini di crescere bene ed è una gioia ritrovare i vecchi amici più alti, in salute e... pronti per fare festa.

L'impegno dei giovani romani si è esteso anche ad  altri piccoli come quelli seguiti dal Centro DREAM di Machava, gli ospiti della casa-famiglia e i bambini orfani dell’Istituto di MUMEMO dove ogni fine settimana sono stati organizzati dei giorni di vacanza con più di 170 bambini. A questi si sono uniti i bambini ospiti dell'Istituto, gestito dalle suore francescane.

Di ritorno a Roma, ci raccontano questi giorni speciali:

"Dal lunedì al giovedì abbiamo avuto l’opportunità di lavorare fianco a fianco con gli attivisti nei centri DREAM, aiutando nel magazzino degli alimentari e accompagnando gli operatori nelle visite di assistenza domiciliare. Tutti siamo rimasti molto colpiti dalla tenacia degli attivisti per raggiungere e rintracciare, a volte camminando per ore, tutte le persone seguite anche quelle con indirizzi approssimativi.
Una gran parte del lavoro è stato poi svolto presso il Centro nutrizionale di Matola, animando le giornate dei bambini con giochi, feste e attività; sempre al Centro nutrizionale un gruppo di noi si è occupato dell’aiuto alla “scuolinha”, dove circa 15 bambini in età prescolare frequentano un asilo. Abbiamo vissuto ancora di più lo spirito di DREAM partecipando alla preghiera con gli attivisti e a quella nel carcere di massima sicurezza di Machava.
I fine settimana, dal venerdì alla domenica, sono stati l’occasione per far trascorrere alcuni giorni di vacanza, divisi in due turni, a circa 170 bambini: 150 di Matola, una quindicina di bambini malati di Machava e gli ospiti della nostra casa-famiglia.
Abbiamo avuto modo di spiegare il Paese dell’Arcobaleno svolgendo varie attività come la costruzione dell’Arca di Noè, le maschere di tutti gli animali, insegnando i canti del movimento e facendo disegni. I momenti delle attività erano quasi solenni con i bambini concentratissimi a disegnare, colorare e fare le maschere. Tutti hanno costruito con cannucce colorate e spago collane e braccialetti “arcobaleno” che hanno continuato a portare fino al giorno della nostra partenza; molti indossavano la propria maschera anche dentro al letto. Per tanti è stata l’occasione di una vita veramente da bambini, con giochi, abbondanti asti e un letto comodo.

Al momento della partenza tanti bambini hanno baciato e abbracciato i letti su cui avevano dormito…
Le colonie si sono svolte all’interno di un Istituto di suore francescane per bambini orfani che si sono uniti alle nostre attività e alle feste. Sono bambini molto tristi, spesso con il capo chino, che chiedevano solo di essere accarezzati Al momento di partire una di loro J., 14 anni, ha detto che finita la colonia era tornata la tristezza. .
L’ultimo giorno della nostra meravigliosa avventura abbiamo organizzato una grande festa al Centro nutrizionale dove un gruppo di bambini in abiti tradizionali ha eseguito alcune danze tipiche per salutarci. Molti bambini ci hanno chiesto quando torneremo in vacanza insieme. 

Salutarci non è stato facile. Sono stati giorni di grande gioia, in cui abbiamo sentito ricomporsi la famiglia umana tra persone del Nord ricco e gente del Sud del mondo".


 LEGGI ANCHE
• NEWS
11 Settembre 2016

Giubileo della Misericordia con più di 500 bambini di Pemba, in Mozambico

IT | ES | DE | FR | PT
30 Agosto 2016

La lezione dei profughi mozambicani di Luwani ai Giovani per la Pace: la speranza è più forte del male

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | RU
23 Agosto 2016
MAPUTO, MOZAMBICO

I bambini di Matola alla scoperta della città con gli amici di Barcellona e di Livorno

IT | ES | DE | FR | PT | CA | RU
20 Agosto 2016
BUCAREST, ROMANIA

La dolcezza dell'amicizia tra giovani e anziani a Bucarest

IT | FR | RU | HU
20 Agosto 2016
BUDAPEST, UNGHERIA

Al confine tre Serbia e Ungheria, i profughi diventano "maestri di vita" per gli universitari ungheresi

IT | FR
18 Agosto 2016
GRECIA

Se la rotta delle vacanze si incrocia con quella dei profughi... l'estate diventa speciale. E' successo a Leros

IT | ES | FR
tutte le news
• STAMPA
8 Settembre 2016
Avvenire

Malawi. Al confine 4mila i profughi dal Mozambico

15 Agosto 2016
Il Mattino di Padova

«Sì all'innovazione senza dimenticare la Padova solidale»

14 Agosto 2016
Famiglia Cristiana

La mia moschea, un ponte con i fratelli cristiani

3 Agosto 2016
Italia Oggi

La Lega fa sgombrare i barboni

2 Agosto 2016
La Repubblica - Ed. Milano

L’appello: "adesso bisogna lavorare per l’integrazione in periferia”

22 Luglio 2016
Avvenire

Una casa per Gilda il miracolo della gente

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

La Comunità di Sant'Egidio e i poveri in Liguria - report 2015

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Le persone senza dimora a Roma

La povertà in Italia

Alcune storie raccolte al telefono della Comunità di Sant’Egidio - 2014

Gli aiuti umanitari in Siria e Libano

tutti i documenti
• LIBRI

Keerpunt





Lannoo Uitgeverij N.V

A Paz. Como Moçambique saiu da guerra





CIEDIMA
tutti i libri

FOTO

259 visite

247 visite

234 visite

175 visite

230 visite
tutta i media correlati