change language
sei in: home - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
13 Ottobre 2008

Roma (16 ottobre 1943)
Una Marcia per Ricordare.
Testi e immagini

 
versione stampabile

Si è svolta ieri la Marcia della Memoria della deportazione degli ebrei di Roma, il 16 ottobre 1943. Quest'anno è il 65° anniversario del tragico evento, e sono ormai 15 anni che la Comunità di Sant'Egidio organizza questa memoria insieme alla Comunità Ebraica di Roma.

Particolarmente numerosi quest'anno i partecipanti alla marcia: tra di essi, spiccavano molti rappresentanti delle comunità rom della capitale, molti immigrati, insieme ad un gran numero di giovani.

Alla marcia, oltre a diversi sopravvissuti allo sterminio nei campi nazisti, hanno preso parte anche il sindaco della Capitale ed il presidente della Regione Lazio.

Come già nelle precedenti edizioni, si è inteso percorrere al contrario il cammino che portò allora oltre mille ebrei dal ghetto al collegio militare di via della Lungara, attraverso Trastevere. La manifestazione si è aperta a piazza Santa Maria in Trastevere, con le parole di mons. Matteo Zuppi, parroco della Basilica e assistente ecclesiastico della Comunità di Sant'Egidio, che ha espresso il significato della marcia: "Ricordare è rivivere; rivivere il dolore di quel giorno – ha detto – per non dimenticare e capire. Capire, perché questo non avvenga più per nessuno."

Partendo dalla piazza il corteo ha percorso via della Lungaretta, diretta verso il portico d'Ottavia, per raccogliersi in una riflessione nel luogo della razzia, oggi intitolato largo 16 ottobre 1943.

Ha quindi preso la parola il sindaco di Roma Gianni Alemanno che ha ringraziato la Comunità di Sant'Egidio e la Comunità Ebraica di Roma. Egli ha ricordato – tra l'altro -  che ogni forma di razzismo deve essere combattuta e ogni minoranza protetta, per costruire una città più umana per tutti.


Il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo ha sottolineato il significato della marcia: "stare insieme", proprio in un momento in cui "il nemico potrebbe diventare il diverso."



Nelle parole del rabbino capo di Roma Riccardo di Segni, l'eco della memoria di quel 16 ottobre del 1943. Dopo aver ricordato che anche allora, come oggi, la comunità ebraica festeggiava la Festa delle Capanne, il rabbino ha sottolineato che la marcia non è solo un momento di memoria, ma di educazione continua.


Il presidente della Comunità Ebraica di Roma Riccardo Pacifici ha indicato la responsabilità di consegnare la testimonianza della memoria alle future generazioni e ha sottolineato come la particolarità dell'evento organizzato dalla sua Comunità con la Comunità di Sant'Egidio sia nel: "portare tutti, da differenti culture a portare la fiaccola insieme". Ha quindi ringraziato gli immigrati presenti, affermando che "siamo qui per portare avanti i valori dell'accoglienza."

Renzo Gattegna, presidente della Comunità Ebraica Italiana ha detto che la lotta per la fraternità non è vinta per sempre, ma: "occorre rinsaldare continuamente la nostra alleanza, mantenere viva la memoria per trasmetterla ai più giovani".



Andrea Riccardi ha ripreso la domanda di Settimia Spizzichino: "Che cosa succederà quando noi non ci saremo più?" e ha detto:"La vostra presenza qui oggi è una risposta. Il 16 ottobre rimarrà un evento costitutivo di Roma." Ha poi parlato di un senso di fiducia e di forza che nasce dal camminare insieme, dicendo: " Siamo una unione di gente diversa che condivide una grande umanità, generatrice di una visione serena per il futuro. Non abbiamo paura perché ci sentiamo uniti sulla strada del rispetto degli altri".

IMMAGINI
   
   

 LEGGI ANCHE
• NEWS
19 Gennaio 2018

La nomina di Liliana Segre a senatrice a vita è il giusto riconoscimento ad una donna che ha fatto capire quanto è disumana l'indifferenza

19 Gennaio 2018
TORINO, ITALIA

Le periferie svuotate. Primo allarme di Francesco. Il commento di Andrea Riccardi sul Corriere della Sera

19 Gennaio 2018
MÖNCHENGLADBACH, GERMANIA

La Storia di Rawan: dalla guerra in Iraq alla Scuola della Pace

IT | DE
19 Gennaio 2018

Ospiti del 19/01/2018

18 Gennaio 2018

Anziani, Sant'Egidio: la creazione di un Ministero per la solitudine nel Regno Unito è un campanello di allarme

IT | ES | DE
18 Gennaio 2018
VARSAVIA, POLONIA

L'Ecosolidarietà a Varsavia si chiama ''L'Armadio degli amici''

tutte le news
• STAMPA
18 Gennaio 2018

Italien hält weiter an humanitären Korridoren fest

14 Gennaio 2018
Kirchen Zeitung-Aachen

Rawan Thamer, 20, Studentin , Mönchengladbach  

2 Gennaio 2018
Main-Post

Würzburger Friedens-Appell geht in alle Welt

2 Gennaio 2018
Katholische Kirche Oesterreich

Innsbruck: Glettler bei Gebet und Marsch zum Weltfriedenstag

1 Gennaio 2018
Aachener Nachrichten

Friedensmarsch: Gemeinsam für den Frieden eintreten

1 Gennaio 2018
Br-Online

Demo zum Weltfriedenstag

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
30 Gennaio 2018

Memoria della deportazione dalla Stazione di Milano

27 Gennaio 2018 | NAPOLI, ITALIA

Naples without violence. La solidarietà cambia il mondo

25 Gennaio 2018 | PADOVA, ITALIA

Convegno ''La città del noi, una proposta per Padova''

23 Gennaio 2018 | LIVORNO, ITALIA

Memoria della deportazione degli ebrei di Livorno

23 Gennaio 2018 | ROMA, ITALIA

Presentazione del libro ''Alla Scuola della Pace. Educare i bambini in un mondo globale''

18 Gennaio 2018 | ROMA, ITALIA

'Siamo qui, siamo vivi. Il diario inedito di Alfredo Sarano e della famiglia scampati alla Shoah'. Colloquio sul libro

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• NO PENA DI MORTE
10 Ottobre 2017

Nella Giornata mondiale contro la pena di morte visitiamo i condannati più poveri in Africa

15 Aprile 2017
STATI UNITI

Fermate le esecuzioni in Arkansas in seguito all'esposto di un'azienda farmaceutica

18 Febbraio 2016
ROMA, ITALIA

IX Congresso Internazionale dei Ministri della Giustizia per un mondo senza pena di morte, il 22 febbraio a Roma

27 Ottobre 2015
GIAPPONE

Il supplizio di Iwao, da 47 anni nel braccio della morte

20 Ottobre 2015
GIAPPONE

Giustizia e diritti umani per una società senza pena di morte - #NoJusticewithoutlife in Giappone

10 Ottobre 2015
STATI UNITI

La Comunità di Sant'Egidio lancia la prossima "Giornata Mondiale delle città per la vita"

5 Ottobre 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

12 Marzo 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

12 Marzo 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

9 Marzo 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

9 Marzo 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

9 Marzo 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI
Scrittore, Polonia

Adam Michnik

Premio Nobel per la Pace, Argentina

Adolfo Pérez Esquivel

Arcivescovo, Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, Santa Sede

Agostino Marchetto

Grande Imam di Al-Azhar, Egitto

Ahmad Muhammad Al-Tayyeb

Associazione “Muhammadiyyah for Scholars”, Marocco

Ahmed Abbadi

Direttorato del Grand Mufti dell'Oman

Ahmed Saud Said al-Siyabi

tutti i documenti
• LIBRI

Fare Pace





San Paolo

Alla Scuola della Pace





San Paolo
tutti i libri

VIDEO FOTO
3:12
Il pranzo di Natale 2017 a Praga - parrocchia di S. Antonin
Il video della cerimonia finale di #pathsofpeace
2:21:42
Panel 9 - Migranti: salvare, accogliere, integrare #PathsofPeace

24 visite

26 visite

27 visite

30 visite

30 visite
tutta i media correlati
APPROFONDIMENTI

L'inverno più lungo

1943-44: Pio XII, gli ebrei e i nazisti a Roma

Andrea Riccardi