change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
19 Marzo 2009

Comunicato Stampa - Abolita la pena di morte in New Mexico (USA). Il governatore invitato a Roma per l'accensione del Colosseo

 
versione stampabile

Il New Mexico abolisce la Pena di Morte.
E’ il 15mo Stato degli USA ad abolire la pena capitale.
Il governatore Richardson invitato a Roma dalla Comunità di Sant’Egidio per accendere le luci del Colosseo

Dopo molti tentativi di legislatori e della società civile e dopo l’approvazione il 10 marzo 2009 da parte del senato dello stato del New Mexico del disegno di legge che abolisce la pena di morte, il governatore Bill Richardson ha firmato la norma il 18 marzo scorso. Si tratta di una legge che sostituisce la pena di morte con l’ergastolo, senza la possibilità di sconti di pena. Il New Mexico è il quindicesimo Stato americano ad abolire la pena capitale. Segue di meno di due anni la legge approvata nel dicembre 2007 dallo Stato del New Jersey e firmata dal governatore Corzine il 17 dicembre, alla vigilia della storica approvazione da parte dell’Assemblea generale dell’Onu a New York della Risoluzione per una moratoria universale della pena di morte.   

La Comunità di Sant’Egidio si congratula con il governatore Bill Richardson - uomo di una grande esperienza internazionale e uomo di pace che prima di diventare governatore del New Mexico ha dedicato notevoli sforzi per liberare ostaggi e ridurre l’impatto della violenza dai Balcani al Medio Oriente - per questo atto coraggioso.

La Comunità di Sant’Egidio ha invitato il governatore Richardson a Roma, per un’illuminazione speciale del Colosseo, logo della campagna “Città per la Vita – Città contro la Pena di Morte e per una giustizia in grado di rispettare la vita, in modo da mettere in risalto questo passo storico come ispirazione per il mondo.

L’iniziativa del New Mexico è un esempio che potrebbe contagiarsi ad altri stati, dentro a fuori gli USA. Di recente molti altri stati hanno preso in considerazione leggi analoghe alla luce dell’evidenza di errori nel sistema giudiziario, dei numerosi casi di prigionieri nel braccio della morte innocenti, della crescente pressione delle famiglie delle vittime della criminalità e dell’importante risparmio che deriverebbe dall’abolizione delle pena di morte: tra i vari Stati, il Nebraska, il Maryland, il Kansas, il New Hampshire, il Colorado e il Montana.

All’inizio dell’anno, il governatore del Maryland, Martin O’Malley, ha chiesto all’assemblea legislativa del suo Stato di annullare la pena di morte per motivi di carattere etico e finanziario. La crisi economica ha fatto alzare le voci di chi chiede l’abrogazione della pena capitale come strumento inutile, costoso e inefficace per fare giustizia e per combattere la criminalità. In California, dove si trova il braccio della morte più grande degli Stati Uniti e dove poco meno di 600 persone aspettano una media di 20 anni prima dell’esecuzione, c’è una preoccupazione crescente per “la punizione inusuale e crudele” della stessa attesa nel braccio della morte e per il sistema di giustizia che sta facendo inondare di appelli la Corte Suprema.  I dubbi sulla pena di morte vengono dalle stesse famiglie delle vittime dei delitti, tra le quali perde terreno l’argomento secondo cui lo stato deve attuare la pena di morte per restituire la giustizia e “rimborsare” le persone che hanno subito una grave perdita. “Non lo vogliamo. Non ne abbiamo bisogno. Non funziona”, ha detto ai media Michelle Giger, il cui padre fu ucciso da un vagabondo a Santa Rosa nel 1984. E’ un sentimento diffuso in gran parte del mondo e negli stessi USA: molti parenti delle vittime chiedono a voce alta di non uccidere a nome loro.

Ora 1,000 città nel mondo, comprese alcune nei paesi retenzionisti, partecipano al movimento delle Città Contro la Pena di Morte, lanciato dalla Comunità di Sant’Egidio e sostenuto dalla World Coalition Against the Death Penalty.

“Si tratta di un passo storico. Va nella direzione di un nuovo desiderio nel mondo per una soglia più alta di giustizia, in grado di respingere la cultura della morte in ogni circostanza”, ha detto Mario Marazziti, coordinatore della campagna contro la pena di morte della Comunità di Sant’Egidio. “E’ segno che sta nascendo una nuova coscienza nel mondo e nella società americana, diretta più a combattere la violenza che a riservare un trattamento spettacolare e disumano ai criminali, o presunti criminali, perché si è persa l’ambizione di affrontare la povertà, lasciando che il vuoto sia riempito da ignoranza, droga, violenza, gang e paura”. 

L’ufficio del governatore Bill Richardson ha rivelato di aver sentito negli ultimi tre giorni migliaia di cittadini del New Mexico sul disegno di legge per l’abrogazione della pena di morte. Martedì sera ha fatto sapere di aver ricevuto 9413 telefonate, email e visite sulla vicenda. Di queste, secondo un sondaggio, la grande maggioranza, 7169, si è detta favorevole all’abrogazione, rispetto alle 2244 contrarie. “E’ un passo che andava fatto anche se il sondaggio avesse avuto un risultato diverso – ha aggiunto Mario Marazziti – in quanto abbiamo bisogno di meno morte e di un livello più alto di giustizia, ma si tratta di un segno straordinario di come cambia l’opinione sulla pena di morte, se possiamo resistere gli istinti e cominciare a pensare a ciò che conta di più, nella giustizia e nella vita”.

Piazza di S.Egidio 3,a -- 00153 Roma -- Tel 39.06585661 -- Fax
39.0658566331

www.santegidio.org  [email protected]


 LEGGI ANCHE
• NEWS
27 Novembre 2017

Domani il convegno internazionale "Un mondo senza pena di morte". Live streaming

17 Ottobre 2017

Invitiamo a firmare l'appello per salvare la vita di Anthony Shore, condannato a morte nel Texas

IT | DE
13 Ottobre 2017

La pena di morte è una misura disumana che umilia la dignità personale. E' in sé stessa contraria al Vangelo

IT | DE | FR | PT | ID
4 Aprile 2017

Fermiamo le 8 esecuzioni previste in Arkansas subito dopo Pasqua. FIRMA L'APPELLO ONLINE

IT | EN | DE
22 Febbraio 2016
ROMA, ITALIA

Un mondo senza pena di morte, una battaglia per l'umanità: il IX Congresso dei Ministri della Giustizia

IT | EN | ES | FR | PT | CA | RU
21 Febbraio 2016

Accogliamo con gioia l'appello del papa per la moratoria delle esecuzioni durante il Giubileo della Misericordia

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL
tutte le news
• STAMPA
28 Gennaio 2016
il Cittadino

Life: un libro contro la pena di morte

21 Febbraio 2016
Vatican Insider - ES

Francisco pide abolir la pena de muerte con el Jubileo

3 Gennaio 2016
Catalunya Cristiana

Celebrada la Jornada Ciutats per la vida-Ciutats contra la pena de mort

21 Aprile 2015
La Scintilla Italiana

THE BOOK CORNER: A REVIEW OF “13 WAYS OF LOOKING AT THE DEATH PENALTY”

20 Novembre 2014
La Vanguardia

Martorell se suma a la red de municipios contra la pena de muerte

21 Febbraio 2016
La Vanguardia

Papa pide abolir la pena de muerte y que en el Jubileo no se ejecute ninguna

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
28 Novembre 2017 | ROMA, ITALIA

10° Incontro Internazionale dei Ministri della giustizia ''Un mondo senza pena di morte''

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• NO PENA DI MORTE
10 Ottobre 2017

Nella Giornata mondiale contro la pena di morte visitiamo i condannati più poveri in Africa

18 Febbraio 2016
ROMA, ITALIA

IX Congresso Internazionale dei Ministri della Giustizia per un mondo senza pena di morte, il 22 febbraio a Roma

27 Ottobre 2015
GIAPPONE

Il supplizio di Iwao, da 47 anni nel braccio della morte

20 Ottobre 2015
GIAPPONE

Giustizia e diritti umani per una società senza pena di morte - #NoJusticewithoutlife in Giappone

5 Ottobre 2015
GIAPPONE

Okunishi Masaru è morto a 89 dopo aver trascorso ogni giorno per 46 anni come se fosse l'ultimo

5 Ottobre 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

25 Marzo 2015
GIAPPONE

Messaggio a 1 anno dalla liberazione di Iwao Hakamada

9 Marzo 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

9 Marzo 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

5 Marzo 2015
Onuitalia.com il giornale italiano delle Nazioni Unite

Pena di morte: Vaticano all’ONU dice basta esecuzioni

5 Marzo 2015
Avvenire

Appello vaticano: stop alla pena di morte

5 Marzo 2015
Vatican Insider

Abolizione pena di morte: nuovo appello della Santa Sede

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Statement by Minister J. Kamara on the death penalty in Sierra Leone

Vice President Mnangagwa: Zimbabwe's steps toward the abolition of the death penalty

Mario Marazziti: rifiutare la logica della pena di morte per non cedere alla trappola del terrore

Cambodian Minister of Justice, Ang Vong Vathana: Cambodia as a model of Asian country without the death penalty

Rajapakshe, Minister of Justice: Sri Lanka to protect the right to life, against the death penalty

Tanni Taher: the commitment of Sant'Egidio against the death penalty in Indonesia

tutti i documenti
• LIBRI
tutti i libri

VIDEO FOTO
2:
Malawi contro la pena di morte
4:01
Cities for life: da Roma al mondo contro la pena di morte

471 visite

499 visite

542 visite

508 visite

551 visite
tutta i media correlati