Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
20 Agosto 2001

Lezha/Tirana (Albania) - Gli ambulatori per la riabilitazione infantile

 
versione stampabile

A Tirana e a Lezha, da alcuni anni, la Comunità di Sant’Egidio ha dato vita a due ambulatori di riabilitazione pediatrica. Nel periodo estivo, alcuni fisioterapisti della Comunità vi hanno svolto attività sia di riabilitazione che di formazione del personale. 

Fisioterapia- Albania 2001

L’Ambulatorio di Lezha per la riabilitazione neuromotoria infantile è aperto dal 1994. E’ stato ristrutturato e arredato dalla Comunità all’interno di un progetto con il Ministero degli Esteri italiano. Da allora, regolarmente, i bambini vengono visitati e ne impostiamo le terapie. Inoltre, curiamo la formazione del personale locale. I bambini seguiti sono affetti da paralisi cerebrale infantile. In passato, non ricevevano alcun tipo di terapia riabilitativa..
Questa estate abbiamo lavorato insieme al personale albanese, effettuando la verifica delle terapie per i bambini già in trattamento e impostandola per quelli venuti per la prima volta. 
Per i bambini che vivono nei villaggi intorno alla città, come sempre in questo periodo, abbiamo organizzato anche un servizio di trasporto per facilitare l’accesso all’ambulatorio.
Ai 12 bambini seguiti da più tempo continuativamente si sono aggiunti 3 neonati: due di loro hanno una paralisi del plesso brachiale, una lesione traumatica che può avvenire al momento del parto. E’ molto importante che abbiano iniziato il trattamento così presto presso il nostro ambulatorio, perché le possibilità di recupero sono maggiori. 

L’ Ambulatorio per la riabilitazione infantile nel Dipartimento di Pediatria-Ospedale Universitario di Tirana si trova all’interno dell’Ospedale universitario della capitale. Nel 1997 è stato ristrutturato e arredato dalla Comunità, in collaborazione con l’UNICEF Albania, (progetto a favore delle vittime dell’epidemia di poliomielite – 1996).
E’ l’unica struttura sanitaria pubblica di Tirana dove sia possibile fare la fisioterapia ai bambini con patologie gravi come le paralisi cerebrali infantili e altre malattie neuro-muscolari. Anche per i medici spesso è una novità fare la riabilitazione, come ci ha detto la nostra amica dott.ssa Anila Godo: “Grazie a voi, terapisti italiani, abbiamo capito che anche questi bambini sono nostri pazienti”. Anche qui, infatti, collaboriamo con il personale albanese (una dottoressa e due fisioterapiste).
Sono circa 200 ogni anno i bambini seguiti nell’ ambulatorio. Vi affluiscono non solo da Tirana, ma da tutto il paese, molti provengono da villaggi lontani. Per loro esiste un piccolo reparto con la possibilità di ricovero per il tempo necessario ad impostare la riabilitazione e fare educazione sanitaria alle madri. In questo modo possono tornare a casa e sottoporsi a controlli periodici presso la stessa struttura. 
Fin dai primi giorni si vedono notevoli miglioramenti. Soprattutto sono contenti i genitori che scoprono che si può fare qualcosa per i loro figli anche in Albania. Il papà di Sonia, una bimba di Durazzo di quattro anni, affetta da paraparesi spastica, che viene a fare la fisioterapia, ci ah detto a questo proposito: “Abbiamo cercato per due anni di fare qualcosa per nostra figlia e siamo andati perfino all’estero. Ora è importantissimo che possiamo continuare le cure nel nostro paese”.

Curarsi è una festa
Tutti i bambini che trattiamo da anni, regolarmente, mostrano sempre segni di miglioramento.
Anche per questo, incontrarli, insieme ai loro genitori e agli altri familiari che li accompagnano volentieri, è ogni volta una festa. E’ bello vederli crescere, sempre più “abili” e non destinati a vivere nel chiuso di una stanza o addirittura a letto. 
Flora, che abbiamo visto la prima volta a tre anni, abita in una povera casa ad un’ora dalla città. La mamma la teneva legata alla culla perché non sapeva cosa altro fare. All’inizio non è stato semplice spiegare ai genitori che Flora poteva imparare tante cose, ma visti i primi miglioramenti sono stati loro stessi a incoraggiarla. In questi anni Flora ha imparato a stare seduta, a cambiare posizione e, finalmente, a spostarsi da sola in casa e nel cortile con un deambulatore che le abbiamo regalato. Ora ha nove anni e speriamo possa imparare, quest’anno, a leggere.

Il corso di formazione
Dando seguito alle iniziative per la formazione del personale albanese, avviate da alcuni anni, con corsi e seminari aperti a quanti lavorano su tutto il territorio nazionale, abbiamo organizzato a Tirana un seminario teorico-pratico di aggiornamento. Vi hanno partecipato 10 fisioterapisti albanesi provenienti dalle principali città del paese.

Luigia Fioramonti


 LEGGI ANCHE
• NEWS
29 Agosto 2016
ABIDJAN, COSTA D'AVORIO

Con gli occhiali nuovi alla Scuola della Pace di Abidjan

IT | ES | DE | FR | PT | CA
16 Luglio 2016
ROMA, ITALIA

Dopo l'attentato di Nizza, centinaia di Giovani per la Pace a Parigi: Vogliamo ponti non muri #changeyourEurope

IT | ES | DE | FR | CA | RU | HU
8 Luglio 2016
MALAWI

Nel campo profughi di Luwani, dove sono migliaia di mozambicani, arrivano gli aiuti di Sant'Egidio Malawi

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | RU
4 Luglio 2016
LIBIA

Aiuti umanitari in Libia dopo l'accordo firmato a Sant'Egidio: consegnato il primo container di medicinali

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | HU
2 Luglio 2016
MONACO, GERMANIA

Vogliamo essere ponti, non muri: comunità e movimenti cristiani a Monaco 'Insieme per l'Europa'

IT | ES | FR
1 Luglio 2016

Il sogno di un'Europa dei padri e dei figli che promuova la società del vivere insieme e la pace

IT | PT | ID
tutte le news
• STAMPA
22 Agosto 2016
La Stampa

Andrea Riccardi: "Pagare per la cittadinanza europea questa è la peggior globalizzazione"

2 Agosto 2016
kath.ch

«Wer willkommen geheissen wird, radikalisiert sich kaum»

4 Luglio 2016
Tagespost

Europa ohne Mauern bauen

3 Luglio 2016
Avvenire

Interventi. «Sì» a un Continente costruttore di ponti

1 Luglio 2016
Vatican Insider

Impagliazzo: “Il sogno di un’Europa dei padri e dei figli che promuova la società del vivere insieme e la pace”

29 Giugno 2016
FarodiRoma

I corridoi umanitari al Parlamento Europeo. L’iniziativa di S. Egidio e della Tavola Valdese

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
2 Luglio 2014

Sant'Egidio nella "task force" per la lotta alla pena di morte istituita dal governo italiano per il semestre europeo

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Non muri ma ponti: il messaggio di Andrea Riccardi al 4° congresso di 'Insieme per l'Europa'

Marco Impagliazzo: Il sogno di un'Europa che promuova la società del vivere insieme e la pace

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Walter Kasper

Laudatio per il prof. Andrea Riccardi in occasione del conferimento del Premio Umanesimo 2016 a Berlino

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

tutti i documenti
• LIBRI

Martiri d'Albania (1945-1990)





La Scuola

Trialoog





Lannoo Uitgeverij N.V
tutti i libri

FOTO

500 visite

464 visite

468 visite

464 visite

483 visite
tutta i media correlati