Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
16 Gennaio 2010

Comunicato Stampa: 17 Gennaio, Giornata Mondiale dei Migranti

 
versione stampabile
Iniziative in tutta Italia per ricominciare a vivere insieme
(Milano, Roma, Firenze, Livorno, Genova, Novara, Torino, Savona, Napoli, Parma, Padova, Trieste, Reggio Calabria, Bari, Catania, Messina, Palermo)
 
In occasione della Giornata Mondiale dei Migranti, il 17 gennaio, la Comunità di Sant’Egidio promuove a Roma, in Italia e in molti paesi europei, momenti di incontro, di preghiera, di festa, per  sostenere la conoscenza e la convivenza pacifica  tra cittadini italiani e cittadini stranieri.
Papa Benedetto XVI ha recentemente affermato: “Bisogna ripartire dal significato della persona! Un immigrato è un essere umano, differente per provenienza, cultura, e tradizioni, ma è una persona da rispettare e con diritti e doveri (…) Invito a guardare il volto dell’altro e a scoprire che egli ha un’anima, una storia e una vita- è una persona-e che Dio lo ama come ama me.” (Discorso all’Angelus, 10 gennaio 2010)
A seguito degli episodi  di violenza che si sono verificati nei giorni scorsi a Rosarno è più che mai necessario per tutti (responsabili istituzionali, politici, uomini di cultura, gente comune) lavorare per costruire spazi di umanità e di rispetto delle persone nelle città, nelle periferie e su tutto il territorio nazionale.
Per costruire una cultura dell’accoglienza e del dialogo è necessario ribadire quanto i migranti rappresentino una risorsa per i paesi di accoglienza. Lo sono per tante famiglie italiane: moltissimi sono gli anziani che grazie all’aiuto di tante donne straniere possono vivere in tranquillità nelle loro case. I lavoratori immigrati contribuiscono notevolmente a sostenere lo sviluppo economico del nostro paese.
 
GIORNATA MONDIALE DEL MIGRANTE E DEL RIFUGIATO (2010)
"I migranti e i rifugiati minorenni"
Il messaggio per la Giornata Mondiale dei Migranti del 2010 è dedicato ai minori, ai bambini stranieri, ai piccoli. Dai bambini si deve ripartire per un confronto sui temi dell’immigrazione più sereno e capace di guardare al futuro.
I bambini ed i ragazzi di origine straniera sono oggi in Italia poco meno di 900 mila, di questi 520 mila sono nati nel nostro Paese, parlano l’italiano, frequentano le nostre scuole (sono il 7% dell’intera popolazione scolastica), le nostre parrocchie ed oratori (la maggioranza da famiglie di fede cristiana). Condividono con i bambini e i ragazzi della loro età - italiani per nascita- gli impegni, i desideri, i problemi, i sogni, le mode e le inquietudini di una cittadinanza e di una identità in formazione, affidata per la sua piena riuscita agli adulti di oggi.
Sono bambini e ragazzi che, in molti casi non conoscono la lingua del paese di origine: la loro inflessione dialettale è veneta in Veneto, siciliana in Sicilia; Per loro l’Italia, dove sono nati e cresciuti, è l’unico Paese nel quale possano davvero identificarsi, a condizione che non ne siano tenuti ai margini.
 
La Comunità di Sant’Egidio propone:
- Che sia attribuita la cittadinanza, al momento della nascita, al bambino nato in Italia da genitori stranieri già regolarmente soggiornanti, i quali mostrino in concreto di volersi inserire nella società italiana
- Che al positivo inserimento del minore nel nostro Paese, anche se nato all’estero, corrispondano adeguate modalità di attribuzione della cittadinanza, già prima del compimento della maggiore età; rendendo altresì disponibili procedure opportunamente agevolate di naturalizzazione nei primi anni dell’età adulta per coloro che siano comunque giunti durante la minore età in Italia.
- Che a coloro che diventano cittadini non venga anacronisticamente imposta la rinuncia alla cittadinanza di origine, salva la ricorrenza di imperiose, specifiche ed eccezionali esigenze di politica estera e di interesse nazionale.
- Che ai giovani vissuti in Italia sin dalla tenera età, ma già divenuti maggiorenni sotto il vigore della legge n.91/1992, sia transitoriamente consentito di valersi delle nuove regole di acquisto della cittadinanza durante la minore età.

 LEGGI ANCHE
• NEWS
25 Maggio 2017
ROMA, ITALIA

Presentazione del libro "Rifugi e ritorni" di Filippo Grandi. IL VIDEO

22 Maggio 2017
MILANO, ITALIA

Milano risponde al razzismo con un #20maggiosenzamuri: il realismo dell’accoglienza

IT | ES | CA
17 Maggio 2017
ANVERSA, BELGIO

Prove di convivenza e integrazione nelle periferie multietniche del Belgio

IT | ES | FR | CA
13 Maggio 2017
ROMA, ITALIA

Per una città senza violenza: in memoria delle tre sorelle rom morte nel rogo di Centocelle

12 Maggio 2017
ROMA, ITALIA

''Un futuro migliore per i bambini e le bambine rom che vivono nella nostra città''. Le parole di Marco Impagliazzo

12 Maggio 2017
ROMA, ITALIA

Photogallery della veglia di preghiera in ricordo di Francesca, Angelica ed Elisabeth

tutte le news
• STAMPA
19 Maggio 2017
Corriere della Sera On Line

Rom, con una casa un futuro diverso è possibile

18 Maggio 2017
Famiglia Cristiana

Bruciate vive? Erano rom.

12 Maggio 2017
Il Messaggero

La tragedia di Centocelle. Il dolore della madre

12 Maggio 2017
La Repubblica - Ed. Roma

Rom uccise, dolore e polemiche

12 Maggio 2017
Roma sette

Rogo di Centocelle: Roma prega per le sorelle arse vive

12 Maggio 2017
Radio Vaticana

Rogo a Centocelle. Promosse manifestazioni di solidarietà

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
17 Maggio 2017 | ROMA, ITALIA

I profughi e noi. Incontro con Alejandro Solalinde, difensore dei diritti dei migranti in Messico

14 Maggio 2017 | MILANO, ITALIA

''Le rotte dell'accoglienza'', un incontro per parlare di migrazioni e dei corridoi umanitari

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• NO PENA DI MORTE
29 Settembre 2014
ANSA

Obama contro le discriminazioni razziali in America. Anche pena di morte applicata su base razziale

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

Le vittime dei viaggi della speranza - grafici

tutti i documenti
• LIBRI

''Una giornata particolare''





Tau Editrice
tutti i libri

FOTO

1171 visite

1255 visite

1225 visite

1196 visite

1161 visite
tutta i media correlati