Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
3 Febbraio 2010

"Non dimenticare Haiti!" un appello nelle parole del vescovo haitiano Mons. Pierre Dumas, in una conferenza stampa presso la Comunità di Sant'Egidio

 
versione stampabile

"Noi in creolo diciamo che l'amicizia non è per un giorno, ma l'amico vero è l'amico di una vita". Così dice, sorridendo, mons. Pierre Dumas, vescovo di Haiti, in questi giorni a Roma con la Comunità di Sant'Egidio a cui è legato da una lunga amicizia e da una antica collaborazione per i poveri del suo paese.

In occasione del terribile terremoto che ha scosso l'isola, provocando centinaia di migliaia di morti, questa amicizia ha rivelato la stabilità delle cose vere. Non solo perchè, racconta il vescovo, la prima voce che lo ha raggiunto al telefono dopo la scossa era quella di una persona della Comunità, ma lo sono stati anche i primissimi aiuti, arrivati via terra, mentre tutto ancora era nel caos, con la forza della semplicità e dell'amicizia.

Nella conferenza stampa tenuta mercoledì mattina a Sant'Egidio, mons. Dumas, che è il presidente di Caritas Haiti, ha racconato una realtà drammatica, ma ha anche rivolto un appello a non dimenticare e a fare di tutto perchè Haiti possa risorgere da questo immenso male.

Il terremoto - di magnitudo 7,2 -  ha  provocato circa 200.000 morti e altrettanti feriti, molti dei quali ancora oggi ricevono le cure per strada e sotto le tende.
Ci sono stati 200.000 scomparsi sotto le macerie, più di un milione di senza tetto e un milione e mezzo di migranti forzati che si sono spostati dalla capitale verso la provincia.

Più del 90% delle case  e quasi tutte le strutture del paese sono state distrutte: gli aeroporti, il porto, le strutture pubbliche, le chiese, le imprese, le banche, le università, le biblioteche, gli archivi storici, i centri di accoglienza (anche i sacerdoti vivono per strada, sotto le tende e non hanno neanche i vestiti). Anche i supermercati non esistono più e la gente non sa come e cosa mangiare (si riceve solo un po' di verdura, ma mancano pasta, riso e carne).

Oggi le persone che prima erano vulnerabili oggi lo sono ancor più: gli anziani, le donne sole, i bambini che erano negli orfanotrofi, i neonati.

Ma ci sono anche energie di bene - e qui il vescovo torna a parlare dell'azione degli haitiani stessi, attraverso la Caritas, la Comunità di Sant'Egidio e di tanti uomini e donne di buona volontà che, nonostante le grandi difficoltà del presente, cercano di sostenere e aiutare gli altri - e conclude:

"Oggi il popolo haitiano non ha bisogno di tanti discorsi, ma di una mano amica, di un fratello. Ci vuole compassione e comunione e domandarsi: Come possiamo aiutare questo fratello che ha vissuto e vive questo dramma? Questa è la sfida di oggi"

Mons. Dumas ha anche incontrato papa Benedetto XVI, insieme a un centinaio di vescovi che da ogni parte del mondo sono riuniti a Roma per un convegno con la Comuntià di Sant'Egidio, al termine dell'udienza generale intrattenendosi con lui sulla situazione di Haiti,in particolare la necessità di ricostruire le chiese, distrutte dal terremoto, luoghi dove l'umanità ferita possa essere accolta e guarita.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
23 Settembre 2010

Haiti: Ricostruite le case per gli anziani di Port au Prince, "adottati a distanza" da anziani italiani

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
13 Luglio 2010

Sei mesi dal terremoto di Haiti: con i bambini alla scuola Lakay Mwen

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID
27 Gennaio 2010

Haiti: Notizie da Lakay Mwen, la scuola dei bambini del programma di adozioni a distanza della Comunità di Sant'Egidio

IT | EN | ES | FR | CA | NL | ID
15 Maggio 2004

Haiti: il movimento Viva gli Anziani! della Comunità di Sant'Egidio sostiene con le adozioni a distanza la casa di accoglienza per anziani "Lakay Mwen"

IT | EN
21 Gennaio 2011

America Latina: per un futuro senza violenza. L'impegno di Sant'Egidio

IT | ES | DE | FR | CA | NL
3 Agosto 2017
BANGUI, REPUBBLICA CENTRAFRICANA

Missione umanitaria di Sant'Egidio a Bangui in Centrafrica. Un passo per l'implementazione dell'accordo di pace

IT | ES | FR
tutte le news
• STAMPA
21 Maggio 2017
Corriere della Sera

Ivanka vedrà il Pontefice e poi andrà a Sant'Egidio

16 Novembre 2016
Münstersche Zeitung

"Grazie mille, Papa Francesco"

2 Novembre 2016
Il Sole 24 ore - Sanità

Connessi al Centrafrica

31 Ottobre 2016
Vatican Insider

Iraq, Sant’Egidio: servono aiuti umanitari e dialogo per superare la crisi

2 Agosto 2016
kath.ch

«Wer willkommen geheissen wird, radikalisiert sich kaum»

21 Giugno 2016
Huffington Post

La riunificazione della Libia passa (anche) dal Fezzan

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

Matteo Zuppi

Dieci anni della Comunità di Sant’Egidio con l’Albania: Intervento di Don Matteo Zuppi

Piero Bestaggini

Progetto AIDS in Mozambico: un programma per il rafforzamento generale della sanità e per la lotta all'AIDS. Relazione di Piero Bestaggini

Katsuji Iwahashi

Il Giappone dopo il sisma di Rev. Katsuji Iwahashi

tutti i documenti

FOTO

610 visite

328 visite

563 visite

164 visite

473 visite
tutta i media correlati